Chi volesse inviarmi notizie, messaggi, comunicazioni di manifestazioni ed eventi da pubblicare sul blog può farlo attraverso la mail niko.25@hotmail.it



AIUTATECI A TROVARE NATALINA PAPANDREA

AIUTATECI A TROVARE NATALINA PAPANDREA

domenica 16 ottobre 2016

L'INTRODUZIONE DI NICOLA IERVASI ALL'ASSEMBLEA PUBBLICA: "DANNI SOCIALI, DANNI ECONOMICI, DANNI ERARIALI: ECCO COSA HANNO CAUSATO E CAUSANO LE AMMINISTRAZIONI COMUNALI DEGLI ULTIMI ANNI DI ROCCELLA JONICA


Roccella Bene Comune in questi due anni di consiliatura  non ha mai abbassato la guardia, sempre con la schiena dritta e sempre coerente con il proprio programma, ha lavorato continuamente con  grande fermezza sia in consiglio comunale che fra la gente raccogliendo le istanze, le segnalazioni e spesso, purtroppo, anche il disagio dei nostri cittadini.

I cinque anni di assenza di opposizione precedenti a questa legislatura hanno creato purtroppo un clima di assuefazione, quasi di rassegnazione. Non è positiva la mancanza di partecipazione  attiva dei cittadini alle decisioni importanti prese per il nostro paese perché cosi facendo si disconoscono i motivi dei salassi che arrivano continuamente con le bollette e si disconoscono i motivi della mancanza di un futuro certo per i nostri figli.

Quest’amministrazione è riuscita nell’obiettivo di allontanare i cittadini dalla politica e cosi hanno potuto lavorare belli comodi sia nell’imbonire con una propaganda che non ha nessun tornaconto sulla vivibilità del nostro paese e sia nel curarsi i loro interessi e quelli dei loro simpatizzanti  con i soldi dei roccellesi.

Tutto in sfregio ai  principi delle pari opportunità, della meritocrazia e dei regolari bandi pubblici, termini inesistenti nel loro vocabolario laddove devono assegnare cariche e  consulenze.

Dicevamo a danno del portafoglio dei roccellesi; perché a fronte di una pessima gestione della raccolta differenziata, a fronte di bilanci in perdita nelle società partecipate, sperperi con contributi dati ad associazioni compiacenti,  parcelle legali ed indennità da capogiro per incarichi esterni, a rimetterci sono le famiglie roccellesi  con la fortissima pressione fiscale sulle loro teste; tasse e tributi alle massime aliquote che causano una forte sofferenza  per le famiglie che non ce la fanno più a pagare e, di  conseguenza, tutto ciò sta causando un enorme buco nelle casse comunali che si ingigantisce di anno in anno sempre di più.

Ripercorreremo questo aspetto che sta diventando una vera e propria catastrofe, per famiglie e le attività commerciali ormai piene zeppe di bollette e di notifiche di pagamento insolute, e sta diventando una catastrofe per le casse comunali ormai indirizzate verso la strada di un inevitabile dissesto.

 In tre anni, pensate un po’, Roccella, che era un modello per la civiltà dei cittadini al pagamento tributi con una percentuale che superava il 70 per cento, la situazione si è capovolta; per la tari, tassa dei rifiuti, la morosità ha superato il 75%.

Significa che su 10 famiglie 7  non ce la fanno a pagare!!!

Il titolo  che abbiamo dato a questo incontro non è  casuale, è esattamente ciò che avviene da anni a Roccella con questa gestione amministrativa. 

Danni sociali, danni economici, danni erariali!!!

Danni sociali: mai nessuna iniziativa è stata intrapresa a favore delle famiglie in difficoltà; il contentino dei 10 giorni all’anno di lavoro occasionale, che poi le stesse persone restituiscono con le tasse elevate, viene fatto per mantenersi vivo il bacino dei voti, ma non rappresenta assolutamente un modo per aiutare le famiglie a basso reddito, che invece sono messe sotto scacco dal loro ricatto senza portare alcun beneficio ne al paese ne a loro stessi.

Avevamo previsto e proposto un fondo di solidarietà da creare attingendo innanzitutto dalle  indennità di sindaco ed assessori perché si dia esempio che la politica  va esercitata per missione e per passione e non per mestiere; ma evidentemente questi amministratori delle indennità ne hanno bisogno, non vogliono affatto rinunciarvi.

Danni sociali  sono anche il completo disinteresse verso i ragazzi diversamente abili ai quali, in ambito scolastico, non vengono predisposti da anni gli assistenti professionisti,  obbligatori in virtù della Legge 104, con stanziamenti annuali da parte della Provincia di Reggio Calabria.

Anche quest’anno siamo punto e a capo con lo stesso problema: nessuna assistenza educativa per questi ragazzi tant’è che qualche genitore ha manifestato addirittura l’intenzione di pagare da se gli assistenti purchè il loro figlio non rimanga abbandonato a se stesso. Non hanno un minimo di scrupolo!!!  

Danni economici: ho accennato  della fortissima pressione fiscale; ma poi conosciamo tutti il blocco del piano strutturale che ha fermato completamente l’edilizia che rappresenta su scala nazionale il settore dove maggiormente si potrebbe creare occupazione ed economia;

Roccella è il paese delle feste e delle presentazioni di libri (con tutto il rispetto!), ma non credo che ciò basti!!!

Mai un pensiero, una strategia o una riunione per sollevare i problemi del commercio, dell’artigianato, della pesca, il turismo. A livello di programmazione questi settori per loro non sono mai esistiti.

Pensate un po’ sarebbe bastato un terzo dei soldi spesi per la disastrata strada in pietra del centro storico che è un autentico disastro per gli abitanti della zona alta;

sarebbe bastato la metà dei soldi spesi per l’ennesimo rinnovamento dell’auditorium utilizzato per due settimane all’anno per le recite scolastiche;

Sarebbero bastate un diverso indirizzo politico per i fondi PISL, che pensasse realmente allo sviluppo del nostro paese per realizzare il progetto di “Roccella albergo diffuso” che veramente potrebbe rilanciare il settore turistico coniugando l’accoglienza turistica non solo negli alberghi, nei campeggi e nei bed &breakfast ma anche nelle case in affitto; case da rivalorizzare e riaprire nel centro storico. E riempire 100/200 case in affitto a prezzi calmierati anche in bassa stagione significherebbe stimolare maggiormente un nuovo afflusso turistico e creare economia per tutto il paese, perché chi va in casa di affitto ha bisogno di mangiare a pranzo e a cena e utilizza bar, ristoranti e negozi vari.

Danni erariali: Che questa maggioranza decida incarichi a loro piacimento non è solo una constatazione politica ma è una presa d’atto anche dagli organi di controllo dello stato.

Non tutti sanno infatti  che la Giunta Comunale di Roccella Jonica della passata legislatura con a capo il sindaco Certomà è stata rinviata a giudizio dalla Corte dei Conti di Catanzaro in merito  all’assunzione nel 2011 del capo dei vigili urbani. Quella operazione, a  seguito di una denuncia, risulta essere del tutto illegittima con un danno per l’erario comunale di oltre 40 mila euro.  

Come danni per l’erario comunale sono i contributi a pioggia rilasciati ad associazioni clientelari, anzi del tutto familiari con l’amministrazione comunale. E’ inutile che ci giriamo intorno. Noi non abbiamo peli sulla lingua. Perché se prima avevamo un solo conflitto di interessi adesso ne abbiamo due;  uno i contributi e le anticipazioni di cassa all’associazione  culturale jonica che fa capo al vicesindaco, l’altro le elargizioni illegittime  alla società di calcio che fa capo al cognato del sindaco. 

Abbiamo un paese che si sta spopolando dei giovani, giovani che una  volta finito il liceo, vanno nelle varie università e trovano collocamento altrove; abbiamo un commercio allo sbando non perché non ci sono le capacità ma perché non c’è più utenza: attività di tipo familiare che aprono, esauriscono i loro risparmi, e chiudono nello stretto giro di pochi mesi; un turismo concentrato in soli 15 giorni di agosto ed è davvero ridicolo che loro hanno addirittura il coraggio di festeggiare per due settimane di presenze turistiche all’anno.

Nessuno si fa un’esame di coscienza e dire invece come poter meglio valorizzare una potenzialità enorme com’è il nostro territorio che potrebbe vivere di turismo tutto l’anno se adeguatamente servito da  servizi ed attrazioni che non siano solo il mare, ma tutta una serie di peculiarità  che potrebbero accattivare l’attenzione del turismo studentesco, quello religioso o della terza età.

Ricordiamoci che la Locride fu il territorio più fiorente della Magna Grecia e questo lo riportano tutti i libri di storia,  come delle vicende del feudo dei principi Carafa  di cui il fascino sono pieni volumi  delle biblioteche di tutto il mondo.                                  

Se  opportunamente valorizzati i nostri borghi potrebbero essere un’attrazione fortissima per gli studi programmatici di scuole di tutta Italia, alla pari di Gubbio, Perugia, Assisi e Urbino. E questa non è solo utopia, occorre crederci!!!

Ed invece assistiamo  a situazioni assurde come quella di tenere da decenni chiusa una grandissima risorsa come il castello dei Carafa che rispedisce indietro migliaia di turisti che arrivano in estate da ogni parte d’Italia proprio davanti all’ingresso del castello e dopo chilometri percorsi se ne ritornano a casa con l’amaro in bocca per aver visto un cancello chiuso con catena e lucchetto.

Ci vantiamo di avere 13 bandiere blu ma abbiamo da 4 anni l’acqua contaminata all’arsenico e parte dei tubi delle condotte dell'acqua in cemento amianto e nessun rimedio viene preso in proposito.

Non fanno neanche le cose più elementari. È da anni che chiediamo delle strisce pedonali, un dosso e un cartello con la scritta “uscita bambini” vicino alla materna di via Cannolaro. La loro incoscienza li rende sordi.

Decisioni insensate decidere di chiudere la scuola media per effettuare dei lavori proprio nei giorni in cui l’anno scolastico sarebbe dovuto iniziare dirottando gli studenti in altre strutture fino ad una  settimana prima abbandonate e fatiscenti. 

Lavori quelli della scuola di via Trastevere finanziati completamente dalla Regione Calabria datati 4 luglio 2013. Pensate che la gara di appalto è stata espletata il 2 settembre 2015, l’affidamento dell’incarico alla   ditta appaltatrice è stato fatto il 17 febbraio 2016, addirittura la polizza fideiussoria della ditta è stata effettuata il 18 aprile; firmato il contratto con la ditta appaltatrice il 7 giugno 2016.

I lavori potevano e dovevano iniziare proprio a chiusura dell’anno scolastico. Ed invece cos’è successo???

Invece di approfittare dei tre mesi estivi di chiusura dell’edificio per effettuare i lavori, questi hanno inizio esattamente tre giorni prima dell’inizio delle lezioni: lunedi 12 settembre. Una tempestività da far paura.

Si dirà: i soldi della Regione sono arrivati solo adesso!!! 74 mila euro, questa la cifra dei lavori che interessano la struttura di via Trastevere!!!

I soldi della Regione erano certi già da oltre un anno; ci fosse stata la sensibilità e la coscienza di non creare disagi ai nostri bambini, il 7 Giugno si sarebbe potuto fare una normale anticipazione di cassa. Ed invece no!!! Le anticipazioni di cassa loro li fanno per altre cose, per  cose che interessano il loro divertimento, l'interesse per le loro tasche e la loro perversione (perché insistere su un festival jazz fallito e anticipare la bellezza di 250 mila euro per una manifestazione ormai fallita da un decennio è soltanto una perversione e un’offesa che si ripete ogni anno nei confronti dei roccellesi).

Qualche mese fa una delegazione di “Roccella bene Comune” con a capo consiglieri, il nostro coordinatore, insieme al Consigliere dr. Gabriele Alvaro, ha portato a conoscenza di Sua Eccellenza il Prefetto, con puntigliosa descrizione, tutte le vicissitudini delle gravi illegittimità perpetrate dall’Amministrazione Comunale sia in  merito ai vari conflitti di interesse e sia relativamente a tutta la vicenda  delle quote detenute dal Comune nella  società “Porto delle Grazie”. Sul Porto abbiamo riferito dell’illegittimità di detenere la quota del 20% e ancor peggio ora avere  in quota il 71%.

Non c’è una cosa, e  dico una, fatta in maniera legittima e trasparente al Porto delle Grazie: assunzioni ed attività commerciali date ad amici, senza nessun bando pubblico. Tutte le spese e le passività sono a carico del Comune mentre gli introiti a favore dei privati. Dopo una gara farlocco per l’acquisizione del 51% delle quote da Invitalia, ripetiamo illegittimamente perché il Comune non può detenere quote in società che non hanno fini istituzionali, dicevamo dopo questa operazione, le ditte competenti sono state cacciate per favorire le loro aziende amiche che però, vista l’incompetenza sono parte responsabile della desertificazione della struttura portuale.

Tutto ciò verrà relazionato  al nuovo Prefetto di Reggio Calabria.  Occorre scoperchiare questo vaso di pandora che ci sta portando verso il precipizio.

Cari cittadini, non si può rimanere più in silenzio, noi non lo abbiamo mai fatto, ma oggi, vista la situazione delle forte sofferenza delle economie delle famiglie roccellesi, le serrande che si chiudono dei negozi di Roccella,  il forte rischio di dissesto da parte del Comune, occorre passare dalle parole ai fatti e i fatti si chiamano DENUNCE agli organi competenti, prima  che sia troppo tardi. 

7 commenti:

  1. e come darti torto grande nicola G.

    RispondiElimina
  2. Nicola la tua è un analisi ben fatta, ed è una triste realtà il paese è un feudo monopolizzato dai soliti 4 amici che tra diloro hanno interessi da sempre. la scuola il sociale la pulizia del paese ad eccezione del centro non riguarda loro, non mi stancherò mai di dilrlo l'unico potere è il voto. il apese è fermo (anche se la cosa è molto grave ovunque) ci sono le risorse ma solo chi piace loro viene reso partecipe vedi un po' tutta la situazione. ciao Mimmo

    RispondiElimina
  3. Complimenti per l'ottima analisi e per la VERITA' scritta. Spero vivamente che il popolo di Roccella si renda conto della situazione disastrata in cui versa e cerchi di porre rimedio quantomeno in cabina elettorale quando sarà il momento.
    Carissimo, continuo a sostenere che Roccella ha bisogno di una NUOVA classe politica fatta sopratutto di gente giovane, con coscienza e mani pulite. Nel mio piccolo farò il possibile affinchè questo possa realmente succedere. Voi come opposizione, però, dovrete essere in grado di proporre un'alternativa credibile agli occhi del popolo. Solo così potremo mandarli tutti a casa, facendogli prima pagare eventuali danni commessi. Robin Hood

    RispondiElimina
  4. Nicola ottima analisi complimenti.
    ora come dice Robin Hood ( ma smettetela e firmatevi,quel che dite da anonimi perde valenza e significato) occorre saper passare dalla fase della protesta alla fase propositiva. costruire una alternativa credibile, su cui aggregare, sul Candidato e sul Programma. Candidato quindi comune, fuori da ogni divisione, e Programma altrettanto comune. C'è il tempo per farlo, non sprechiamolo in contrapposizioni interne. Carlo Maria Muscolo

    RispondiElimina
  5. Caro Carlo Maria, perché perde di valenza e significato quel che scrivo? Se mi chiamassi Mario Rossi o Carlo Maria avrebbe più valenza? In Cabina elettorale ci andiamo entrambi oppure ci va solo lei che si firma? Ma da dove nasce tutta questa voglia di sapere chi è l'altro? Beh, mi viene da dire che lei ha proprio sbagliato canale. Chi mi dice che lei si chiama realmente Carlo Maria? Eppure per me quel che lei ha scritto ha un valore.
    Finiamola di essere social e badiamo più ai fatti. Esiste uno studio statistico che affermerebbe che gli account tarocchi sono dieci volte quelli veri. Ed in mezzo a miliardi di tarocchi lei desidera scoprire la mia identità?

    RispondiElimina
  6. Se sapessi come ti chiami, come tu sai come mi chiamo io, potremmo comunicare, ad esempio. ancora, nessuno potrebbe dire che sei un commento tarocco o autoprodotto. io mi firmo e ci ho messo la faccia, e non sono per nulla social. Per chiudere, sereno non mi interessa nulla sapere chi sei, il mio era un discorso generale, ma non hai capito.
    Carlo Maria Muscolo

    RispondiElimina
  7. Ho capito ho capito, il mio era un commento ironico, e comunque non si dice NON HAI CAPITO, semmai si dice MI SONO SPIEGATO MALE oppure come nel mio caso sopra NON MI SONO FATTO CAPIRE. Stop polemiche, qui il discorso non riguarda noi due ma il bene di un'intera comunità. Per cui non ha senso sapere chi siamo ma quel che conta è il nostro pensiero e mi pare che con ogni probabilità la pensiamo anche allo stesso modo. Buon proseguimento e scusami se ti ho irritato, non era mia intenzione. Robin

    RispondiElimina

DUE STRAORDINARI SCATTI DI ANGELO LAGANA'

Un Lungomare così, a Reggio, non si vedeva da tanti tanti anni. Le Frecce Tricolori hanno richiamato in città decine di migliaia di persone da tutte le province calabresi e da gran parte della Sicilia. La via Marina, completamente chiusa al traffico in occasione della seconda “domenica sostenibile”, s’è gremita di circa 100.000 persone che nel pomeriggio hanno assistito incantate allo spettacolo dell’Air Show “Scilla & Cariddi” con l’esibizione delle celebri Frecce Tricolore.

.

.
.

.

.

VINCENZO MILANO CI REGALA L'ECLISSI SOLARE VISTA DAL CASTELLO

.

Oggi 20 marzo, nonostante le nuvole, abbiamo potuto assistere, dalle nove e mezza fino alle undici, all'eclissi di sole. Qui da noi il sole, "coperto" dall'ombra della luna, si è oscurato soltanto per il 41%. La prossima eclissi parziale avverrà nel 2026 mentre per avere un'altra eclissi solare totale dovremmo "attendere" fino al 2081.
Questo straordinario evento è stato filmato dal videomaker Vincenzo Milano del Laboratorio DreamLab Studio di Roccella Jonica dalla postazione della Torre di Pizzofalcone. Un video, montato e musicato con grande sapienza, capace di trasmettere un brivido di emozione.

FESTIVAL JAZZ: DALLA GRANDE ILLUSIONE ALL'IMPIETOSA REALTA'

.

.
Il regalo di Natale del M°. Angelo Laganà

OLTRAGGIO ALLA CITTA'

OLTRAGGIO ALLA CITTA'
OLTRAGGIO ALLA CITTA'. Foto di Angelo Laganà
Bellissimo video su Roccella Jonica realizzato e concesso da Roberto Naldi - operatore di ripresa per la RAI - di Empire 2000.

Fantasia e tanto divertimento per questo video davvero simpatico. Complimenti agli autori!

Fantasia e tanto divertimento per questo bel video sulla differenziata davvero molto simpatico. Complimenti agli autori
L'importante è che gli artisti del Jazz (con tutto il rispetto per gli artisti del Jazz) dormano nell'hotel a 5 stelle!!!

DOPO LA SOPPRESSIONE DEI TRENI CHE DALLA FASCIA IONICA DELLA CALABRIA PARTONO ED ARRIVANO DA TORINO E MILANO, TRENITALIA ED RFI HANNO DECISO DI SOPPRIMERE DAL PROSSIMO MESE DI DICEMBRE IL TRENO PER ROMA CREANDO COSI' UN ENORME DISAGIO PER TUTTI I VIAGGIATORI CHE DALLE GRANDI CITTA' SONO DIRETTI NELLE NOSTRA AMATA TERRA.



NESSUN POLITICO SI STA MUOVENDO, NESSUNA ISTITUZIONE STA CERCANDO DI TROVARE UNA SOLUZIONE.



TUTTO CIO' PROCURERA' NON SOLO UN PROBLEMA LOGISTICO PER LE MIGLIAIA DI PERSONE CHE CAUSA FORZA MAGGIORE VIVONO, STUDIANO O LAVORANO AL NORD ED AVRANNO MOLTE DIFFICOLTA' NEL RITORNARE A CASA, MA QUESTO PROVOCHERA' ANCHE UN INEVITABILE CALO NEL SETTORE DEL TURISMO, UNICO SOSTENTAMENTO NELLE ZONE DIMENTICATE DA POLITICA E POLITICANTI.



UN NETTO CALO DI TURISTI SI ERA GIA' AVVERTITO NEGLI SCORSI ANNI ANCHE E SOPRATTUTTO A CAUSA DELLE DIFFICOLTA' NEI TRASPORTI, MA ORA QUESTA DECISIONE CHE RITENIAMO ASSURDA E SENZA SENSO, AVRA' DEI RISVOLTI DISASTROSI PER TUTTI I PAESI CHE VANNO DA CATANZARO A REGGIO.



SE POLITICI COMPIACENTI NON HANNO INTENZIONE DI TROVARE UNA SOLUZIONE QUESTA VOLTA SONO SICURO CHE LA SPINTA DEBBA PARTIRE DAL BASSO E DA CHI VIVE ED AMA LA NOSTRA TERRA.



INSIEME POSSIAMO!



http://www.facebook.com/home.php?sk=group_168290399868580

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI
Quale sindaco mai oltre a lui stesso o a chi per lui avrebbe consentito una liquidazione cosi rapida a suo favore? Un ulteriore una tantum prelevato da un fondo "segreto e nascosto". Cari elettori meditate...Dedicato a tutte quelle associazioni che partecipano alle riunioni con l'amministrazione la quale puntualmente ricorda pressappoco cosi: "Non chiedete soldi perchè non ce ne sono!"

UN FACCIA A FACCIA CON IL SINDACO CERTOMA' DAI TONI ACUTI!

Due ore e un quarto di "scontro" verbale e dialettico senza esclusione e risparmio di colpi e di energie, l'incontro con il prof. Certomà è finito in una inevitabile bagarre, visto che di fronte c'era una persona (il sindaco di Roccella Jonica, completamente cambiato rispetto a 10 anni fa) che nega l'evidenza e lo stato reale delle cose, che ha cercato anche con paroli forti e becere (offendendo facendo l'offeso) di mettermi in difficoltà, ma che in difficoltà è caduto lui visto che non ha saputo rispondere a nulla "perchè io rispondo solo dei fatti che si sono verificati in questi 6 mesi che sono sindaco della città!!!"
E' una assoluta vergogna essere governati da persone non consapevoli che il commercio roccellese è allo sbando, gente che è convinta che il turismo in queste ultimi 15 anni è aumentato a dismisura e cieche davanti a tutte le opere abbandonate (bretella alla SS106, parco collina e parco giochi di via Zirgone, caserma e spogliatoi e parcheggi del porto, ospitaletto, mercato coperto, mercato ittico, area fitness, hotel Ariston, e ultima la piazzetta di via Aldo Moro!)
Io mi auguro di vero cuore che i roccellesi iniziano ad aprire gli occhi perchè, oggi più che mai, mi rendo conto di quanto l'amministrazione comunale e la cittadinanza è succube di Sisinio Zito ma, purtroppo, finchè ci sarà lui a manovrare i fili con l'unico intento di portare più risorse possibili alla sua associazione del festival jazz, Roccella non avrà speranza!!!
E pensare che sarebbe bastato che il Governo Prodi avesse varato la strabenedetta legge sul conflitto d'interesse a far si che il "nostro" senatore" si ritirasse dalla scena da solo!!!

16 ottobre 2005-16 ottobre 2009:4 anni dall'omicidio Fortugno."U cumpari du cumpari e to' cumpari!"

I VINCITORI DI ROCCELLA ON YOUTUBE

Tre straordinari video sono saliti sul podio in questa 2° edizione del Concorso curato da Mariagrazia Curciarello. Tre video, diversi fra loro, che li accomuna solo la volontà di valorizzare al massimo le risorse naturalistiche di Roccella Jonica, obiettivo riuscito appieno grazie alle idee che hanno sbizzarrito la fantasia degli autori, ma anche del montaggio del video, agli "attori" e agli ambienti.
Meritato primo posto per l'invenzione "Scirobetta" dal nome dei due cortiggiani del re Carafa che nel caldo estivo roccellese ha trovato rinfresco solo con questa speciale bibita a base dei nostri limoni... Simpaticissimi e bravissimi davvero tutti i ragazzini-attori che hanno recitato nel video. Con questo video credo che si mostra per la prima volta l'interno del nostro castello in via di restauro in rete. 10 e lode a Francesco Cappelleri, complimenti vivissimi.
Solo un'idea cosi innovativa poteva battere il vincitore dello scorso anno. Alessandro Neumann, dopo il simpaticissimo "U Pirozzu" con cui ha trionfato nella prima edizione, ha girato il secondo atto che si chiama "U tarantozzu" ed è ancora una volta uno strepitoso successo. Le suggestive immagini dal basso dei passi di taranta, dimostrano l'estro e il talento dell'autore che conferma molti dei protagonisti-attori de "U Pirozzu, che diventano delle vere e proprie macchiette. Non vedo già l'ora di vedere la terza parte il prossimo anno...
Da museo il terzo video classificato girato e montato da due giovani, Antonio Dimasi e Felice Guarneri, con lo zampino dei reperti "storici" fotografici dell'archivio dell'associazione "Roccella com'era". "Fra i ricordi di un passato" è la storia di due bambini che, attraverso stupende immagini del passato di Roccella Jonica che sembrano animarsi grazie agli effetti speciali degli autori, raccontano la vita di 50 anni fa del loro paese e alla fine, oggi, si chiedono... "Chissà come sarà fra 50 anni?" Bellissima colonna sonora e un invito a tutti di guardarlo, agli adulti per fargli rivivere meravigliose emozioni e ricordi e ai giovani per fargli scoprire la semplicità insieme al sorriso genuino che c'era una volta. Da pelle d'oca...
E adesso non ci resta che... ammirarli.

1° classificato Roccella on youtube "A SCIRUBETTA" di Francesco Cappelleri.

2° classificato Roccella on youtube "U TARANTOZZU" di Alessandro Neumann

3° classificato "FRA I RICORDI DI UN PASSATO" di Antonio Dimasi e felice Guarneri

Manifesto di ringraziamento di "Roccella prima di tutto"

A tre settimane dalle elezioni finite, la lista vincente ha affisso il manifesto di ringraziamento agli elettori. Fra i tanti bla bla bla non poteva mancare il concetto stonato:
"Si è trattato anche di una vittoria che ha confermato la grande maturità dell'elettorato di Roccella che ha deciso di premiare la lista che si presentava come la più capace ad amministrare il paese".
In un solo concetto si sono sparate due "caglie":
1) Il definire maturo il 40% che ha votato Zito mi sembra offensivo nei confronti del 60% che non lo ha votato. Io e sicuramente gli altri 59 su cento non crediamo affatto di essere immaturi, anzi orgogliosamente ci sentiamo coraggiosi e ambiziosi di volere una Roccella diversa da questi ultimi dieci anni!!!
2) E' patetico e sconcertante assistere a cosi tanta vanità e banalità (Mi vantu e vantu eu quantu bellu sugnu eu!!!). Questa gente mi sa che la semplicità e la modestia non sa dove sta di casa!!! Chiunque altro sia stato, per un principio di correttezza e di fiducia avrebbe scritto: "La lista vincente ringrazia l'elettorato e promette di farsi garante e lavorare a favore di tutti i cittadini roccellesi, indistintamente da chi ha votato questa lista e chi no..."
Comunque cara lista "Roccella prima di tutto" anch'io per tutta la campagna elettorale vi ho promosso...
Nell'andare in giro per Roccella non facevo altro che cantare la canzone: "Senatore siamo con te... Me no male che Siso c'è!!!"
Provate anche voi a farlo, mettendo al posto di presidente - senatore e al posto di Silvio - Siso... calza a pennello!!!
Spero possa essere il mio augurio di buon lavoro a "Roccella prima di tutto"!!!