Chi volesse inviarmi notizie, messaggi, comunicazioni di manifestazioni ed eventi da pubblicare sul blog può farlo attraverso la mail niko.25@hotmail.it



AIUTATECI A TROVARE NATALINA PAPANDREA

AIUTATECI A TROVARE NATALINA PAPANDREA

martedì 18 ottobre 2016

LE RAGIONI PER CUI SI CHIEDONO LE DIMISSIONI DEL SINDACO GIUSEPPE CERTOMA'.

RIMETTIAMO IL COMUNICATO STAMPA RELATIVO AI CONTENUTI DELL'ASSEMBLEA PUBBLICA PROPOSTA DA "ROCCELLA BENE COMUNE" IL 2 OTTOBRE SCORSO AL CONVENTO DEI MINIMI, CON UNA IMPORTANTE INTEGRAZIONE RELATIVA ALLE MOTIVAZIONI CHE SPIEGANO LE RAGIONI PER CUI SONO STATE CHIESTE LE DIMISSIONI DEL SINDACO CERTOMA'. 


Il 2 Ottobre scorso l’aggregazione civica “Roccella Bene Comune” ha tenuto al Convento dei Minimi un’assemblea pubblica dal titolo:  danni sociali, danni economici, danni erariali: ecco  cosa hanno prodotto e producono le amministrazioni comunali degli ultimi anni di Roccella Jonica.


Ha introdotto Nicola Iervasi, hanno relazionato le consigliere Vanessa Riitano e Chiara Melcore, è intervenuta Rosamaria Bonaventura prima della chiusura dei lavori del coordinatore Domenico Circosta.

Gli interventi hanno ripercorso i due anni di lavoro del gruppo, sia in Consiglio Comunale che attraverso la partecipazione attiva fra i cittadini che ha consentito di raccogliere istanze, segnalazioni e, purtroppo, anche il disagio dei roccellesi.

Sono state quindi riferite tutte le inefficienze dell’amministrazione comunale che rendono Roccella Jonica fra i paesi con una pressione fiscale più alta della Regione Calabria, di innanzi  a una totale assenza di programmazione in merito alle politiche sociali e di sviluppo del territorio.

Di assenza di politiche sociali si è parlato considerata la totale mancanza di iniziative a favore delle famiglie a basso reddito e del completo disinteresse da parte degli amministratori di effettuare i bandi per gli assistenti scolastici degli studenti diversamente abili, nonostante la Provincia di Reggio Calabria stanzi contributi ad hoc ai Comuni per effettuare il servizio obbligatorio per legge (legge 104/92).

I danni economici riguardano,  come dicevamo, la fortissima pressione fiscale: l’amministrazione da anni ha adottato le massime aliquote su tutti i tributi comunali che gravano in maniera pesante sulle famiglie e sulle attività commerciali che non riescono più a pagare.

Questa condizione  ha causato, nel giro di pochi anni, un capovolgimento nel comportamento dei cittadini verso il pagamento delle tasse: dal modello di “civiltà” si è passati a una alta morosità, specie in merito alla tassa rifiuti, che supera il 70%.

Ciò sta causando un buco nelle casse comunali che può portare dritto verso la strada del dissesto finanziario.

Nel dibattito sono emerse le diverse condizioni in cui i nostri consiglieri sono intervenuti in maniera risoluta a denunciare situazioni di una gravità inaudita, conseguenze di  negligenze da parte di questa gestione amministrativa:

-         l’odore nauseabondo che ha reso invivibile la zona residenziale intorno all’isola ecologica studiata e situata  proprio a ridosso di una zona che avrebbe dovuto essere di forte espansione;
-         L’incuria e il  completo abbandono di una zona di forte impatto turistico qual è il parco collina al castello interessato da una panoramica passeggiata, già distrutta da due incendi nel 2012 e nel 2013;
-         l’assenza dello stato di adozione dei piani di Protezione Civile aggiornato;
-         La completa indifferenza rispetto ad un problema serio qual è la contaminazione dell’acqua della sorgente Finocchio ad alta percentuale di arsenico presente da oltre 4 anni (quando il nostro gruppo aveva proposto l’autonomia idrica attraverso  una nuova sorgente di proprietà comunale.
-         L’ingessatura da oltre un decennio del piano strutturale integrato in partenariato con il Comune montano di Nardodipace;  situazione che blocca il lavoro nell’edilizia che rappresenta il settore dove maggiormente si potrebbe creare occupazione ed economia oltre che espansione e crescita del paese.


Sui danni erariali ci si è intrattenuti  in maniera molto approfondita: questi riguardano da una parte una serie di sproporzionati contributi elargiti nei confronti di associazioni molto vicine a membri dell’amministrazione, dall’altra incarichi e consulenze esterne ingiustificate e gravose per il bilancio comunale.

A tutta questa serie di comportamenti che hanno portato a una grave sofferenza per la vivibilità dei cittadini, si aggiungono una serie di illegittimità commesse per la detenzione ed acquisizione delle quote relative alla società di gestione del Porto delle Grazie.

Tutta la procedura dell’illegittimità della detenzione del 20% delle quote e del bando di acquisizione del 51%  detenuto da Invitalia (legge 244/2007 e successive modifiche ed integrazioni), insieme ai conflitti di interesse relative all’elargizioni di contributi e anticipazioni di cassa a favore dell’associazione culturale jonica, è stata oggetto di colloquio con il vice prefetto di Reggio Calabria nel marzo scorso a cui seguirà una relazione dettagliata.

Come se ciò non bastasse a conclamare l’inefficienza, l’inettitudine e i comportamenti illegittimi perpetrati da questa gestione amministrativa, il coordinatore di “Roccella bene Comune”, avv. Domenico Circosta, nelle sue conclusioni, si è soffermato sull’atto di contestazione comunicato dalla Procura generale della Corte dei Conti  che esaminando la pratica relativa al conferimento con contratto a tempo determinato del responsabile dell’area di controllo del territorio (comandante dei vigili per gli anni dal 2011 al 2014, ha rilevato la sussistenza di illegittimità del procedimento e di concreti e plurimi elementi di responsabilità a carico del Sindaco Certomà Giuseppe, oltre che della giunta e del segretario comunale dell’epoca, nella causazione di un danno all’erario comunale.

Secondo la Procura della Corte  dei Conti:  “Il danno è quantificabile nell’importo di €. 43.423,98…” e “Di tale danno devono essere chiamati a rispondere il sindaco, i componenti della giunta e il segretario comunale, ciascuno dei quali nell’esercizio delle rispettive funzioni ha dato in violazione dei rispettivi obblighi di servizio, un apporto causale alla sua produzione. Non vi è dubbio  che il sindaco abbia svolto un ruolo determinante nell’intera vicenda ponendo in essere una serie di comportamenti il cui comune denominatore, più che dalla cura degli interessi istituzionali, è rappresentato da una tenace volontà di affidare, a qualunque costo, l’incarico di responsabile dell’area di controllo del territorio al “soggetto” che ha poi ricoperto il posto.

“Addirittura il sindaco si è arrogato il potere di inserirsi nel procedimento con proprio decreto nel quale si attesta il “possesso dei requisiti e delle capacità professionali per essere individuato a ricoprire ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 100 del decreto legislativo n.267/200, il posto di responsabile dell’area controllo del territorio”, nonostante che a mente dell’art.75 del regolamento dovesse essere la Giunta a conferire l’incarico. Sempre il Sindaco, con decreto  n.1/2012 ha confermato ed attribuito le funzioni per l’intero anno senza una preventiva deliberazione della Giunta, limitandosi nelle premesse del proprio atto a richiamare le delibere n.306 e n. 382/2011 che riguardavano l’incarico per l’anno precedente.”

“Con attenzione all’elemento psicologico, risulta evidente la volontaria inosservanza da parte  del sindaco della normativa vigente e un uso strumentale della funzione pubblica finalizzata al raggiungimento di uno scopo preciso: il conferimento dell’incarico a persona di propria fiducia priva dei requisiti necessari, oltretutto nella consapevolezza dell’impossibilità di realizzare il paventato risparmio collegato alla posizione di ausiliaria….”

Pertanto in ragione delle gravi inefficienze rilevate e delle contestazioni formulate dalla Procura Regionale della Corte dei Conti si è fatta richiesta di dimissioni del sindaco Certomà.

3 commenti:

  1. Caro Nicola l'articolo sulla richiesta di dimissioni del sindaco o l'eventuale manifesto sono importanti ma fini a se stesso. L'azione politica vera, coerente ed incisiva non può e non deve prescindere dalla richiesta, da parte della minoranza, di inserire nel prossimo Consiglio Comunale, un punto all'ordine del giorno :" Richiesta di sfiducia e conseguenti dimissioni del Sindaco". Si andrà al dibattito in aula che sarà gremita e lì, nella sede istituzionale, si porranno i motivi della sfiducia. La minoranza se la sente di compiere questo passo direi fondamentale. Se si, bene: alzerete il tono della risposta politica. Se no, ahimè, resterete la minoranza delle "chiacchiere e distintivo". Con affetto Maurizio

    RispondiElimina
  2. Maurizio sembra sapere più di quel che dice....e sembra paventare divisioni nell'opposizione, tra chi vuole sfruttare la cosa per colpire nel mucchio, e chi ritiene che la denuncia basti e poi gli interessati trarranno le decisioni conseguenti.
    ricordo che il procedimento avviato dalla Corte dei Conti non riguarda solo il Sindaco, ma tutta la Giunta passata, sia pure con responsabilità quasi esclusive addebitate al Sindaco.
    Ed allora, forse, nella divisione, se divisione sussiste, ci sono motivazioni precise ed allora se non si compie il passo non è questione di "chiacchiere e distintivo", ma di apprezzabili ragioni politiche.
    Ma forse io da lontano non ho capito nulla.....Carlo

    RispondiElimina
  3. ricordo quando il sindaco gettava veleno e ne diceva di tutti i colori contro quest amministratori ed ora è lui a farne capo, che schifo che è la politica c'è sempre il marciume nascosto ma i roccellesi sanno benissimo chi sono, dovrebbero solo vergognarsi . TITO p.

    RispondiElimina

DUE STRAORDINARI SCATTI DI ANGELO LAGANA'

Un Lungomare così, a Reggio, non si vedeva da tanti tanti anni. Le Frecce Tricolori hanno richiamato in città decine di migliaia di persone da tutte le province calabresi e da gran parte della Sicilia. La via Marina, completamente chiusa al traffico in occasione della seconda “domenica sostenibile”, s’è gremita di circa 100.000 persone che nel pomeriggio hanno assistito incantate allo spettacolo dell’Air Show “Scilla & Cariddi” con l’esibizione delle celebri Frecce Tricolore.

.

.
.

.

.

VINCENZO MILANO CI REGALA L'ECLISSI SOLARE VISTA DAL CASTELLO

.

Oggi 20 marzo, nonostante le nuvole, abbiamo potuto assistere, dalle nove e mezza fino alle undici, all'eclissi di sole. Qui da noi il sole, "coperto" dall'ombra della luna, si è oscurato soltanto per il 41%. La prossima eclissi parziale avverrà nel 2026 mentre per avere un'altra eclissi solare totale dovremmo "attendere" fino al 2081.
Questo straordinario evento è stato filmato dal videomaker Vincenzo Milano del Laboratorio DreamLab Studio di Roccella Jonica dalla postazione della Torre di Pizzofalcone. Un video, montato e musicato con grande sapienza, capace di trasmettere un brivido di emozione.

FESTIVAL JAZZ: DALLA GRANDE ILLUSIONE ALL'IMPIETOSA REALTA'

.

.
Il regalo di Natale del M°. Angelo Laganà

OLTRAGGIO ALLA CITTA'

OLTRAGGIO ALLA CITTA'
OLTRAGGIO ALLA CITTA'. Foto di Angelo Laganà
Bellissimo video su Roccella Jonica realizzato e concesso da Roberto Naldi - operatore di ripresa per la RAI - di Empire 2000.

Fantasia e tanto divertimento per questo video davvero simpatico. Complimenti agli autori!

Fantasia e tanto divertimento per questo bel video sulla differenziata davvero molto simpatico. Complimenti agli autori
L'importante è che gli artisti del Jazz (con tutto il rispetto per gli artisti del Jazz) dormano nell'hotel a 5 stelle!!!

DOPO LA SOPPRESSIONE DEI TRENI CHE DALLA FASCIA IONICA DELLA CALABRIA PARTONO ED ARRIVANO DA TORINO E MILANO, TRENITALIA ED RFI HANNO DECISO DI SOPPRIMERE DAL PROSSIMO MESE DI DICEMBRE IL TRENO PER ROMA CREANDO COSI' UN ENORME DISAGIO PER TUTTI I VIAGGIATORI CHE DALLE GRANDI CITTA' SONO DIRETTI NELLE NOSTRA AMATA TERRA.



NESSUN POLITICO SI STA MUOVENDO, NESSUNA ISTITUZIONE STA CERCANDO DI TROVARE UNA SOLUZIONE.



TUTTO CIO' PROCURERA' NON SOLO UN PROBLEMA LOGISTICO PER LE MIGLIAIA DI PERSONE CHE CAUSA FORZA MAGGIORE VIVONO, STUDIANO O LAVORANO AL NORD ED AVRANNO MOLTE DIFFICOLTA' NEL RITORNARE A CASA, MA QUESTO PROVOCHERA' ANCHE UN INEVITABILE CALO NEL SETTORE DEL TURISMO, UNICO SOSTENTAMENTO NELLE ZONE DIMENTICATE DA POLITICA E POLITICANTI.



UN NETTO CALO DI TURISTI SI ERA GIA' AVVERTITO NEGLI SCORSI ANNI ANCHE E SOPRATTUTTO A CAUSA DELLE DIFFICOLTA' NEI TRASPORTI, MA ORA QUESTA DECISIONE CHE RITENIAMO ASSURDA E SENZA SENSO, AVRA' DEI RISVOLTI DISASTROSI PER TUTTI I PAESI CHE VANNO DA CATANZARO A REGGIO.



SE POLITICI COMPIACENTI NON HANNO INTENZIONE DI TROVARE UNA SOLUZIONE QUESTA VOLTA SONO SICURO CHE LA SPINTA DEBBA PARTIRE DAL BASSO E DA CHI VIVE ED AMA LA NOSTRA TERRA.



INSIEME POSSIAMO!



http://www.facebook.com/home.php?sk=group_168290399868580

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI
Quale sindaco mai oltre a lui stesso o a chi per lui avrebbe consentito una liquidazione cosi rapida a suo favore? Un ulteriore una tantum prelevato da un fondo "segreto e nascosto". Cari elettori meditate...Dedicato a tutte quelle associazioni che partecipano alle riunioni con l'amministrazione la quale puntualmente ricorda pressappoco cosi: "Non chiedete soldi perchè non ce ne sono!"

UN FACCIA A FACCIA CON IL SINDACO CERTOMA' DAI TONI ACUTI!

Due ore e un quarto di "scontro" verbale e dialettico senza esclusione e risparmio di colpi e di energie, l'incontro con il prof. Certomà è finito in una inevitabile bagarre, visto che di fronte c'era una persona (il sindaco di Roccella Jonica, completamente cambiato rispetto a 10 anni fa) che nega l'evidenza e lo stato reale delle cose, che ha cercato anche con paroli forti e becere (offendendo facendo l'offeso) di mettermi in difficoltà, ma che in difficoltà è caduto lui visto che non ha saputo rispondere a nulla "perchè io rispondo solo dei fatti che si sono verificati in questi 6 mesi che sono sindaco della città!!!"
E' una assoluta vergogna essere governati da persone non consapevoli che il commercio roccellese è allo sbando, gente che è convinta che il turismo in queste ultimi 15 anni è aumentato a dismisura e cieche davanti a tutte le opere abbandonate (bretella alla SS106, parco collina e parco giochi di via Zirgone, caserma e spogliatoi e parcheggi del porto, ospitaletto, mercato coperto, mercato ittico, area fitness, hotel Ariston, e ultima la piazzetta di via Aldo Moro!)
Io mi auguro di vero cuore che i roccellesi iniziano ad aprire gli occhi perchè, oggi più che mai, mi rendo conto di quanto l'amministrazione comunale e la cittadinanza è succube di Sisinio Zito ma, purtroppo, finchè ci sarà lui a manovrare i fili con l'unico intento di portare più risorse possibili alla sua associazione del festival jazz, Roccella non avrà speranza!!!
E pensare che sarebbe bastato che il Governo Prodi avesse varato la strabenedetta legge sul conflitto d'interesse a far si che il "nostro" senatore" si ritirasse dalla scena da solo!!!

16 ottobre 2005-16 ottobre 2009:4 anni dall'omicidio Fortugno."U cumpari du cumpari e to' cumpari!"

I VINCITORI DI ROCCELLA ON YOUTUBE

Tre straordinari video sono saliti sul podio in questa 2° edizione del Concorso curato da Mariagrazia Curciarello. Tre video, diversi fra loro, che li accomuna solo la volontà di valorizzare al massimo le risorse naturalistiche di Roccella Jonica, obiettivo riuscito appieno grazie alle idee che hanno sbizzarrito la fantasia degli autori, ma anche del montaggio del video, agli "attori" e agli ambienti.
Meritato primo posto per l'invenzione "Scirobetta" dal nome dei due cortiggiani del re Carafa che nel caldo estivo roccellese ha trovato rinfresco solo con questa speciale bibita a base dei nostri limoni... Simpaticissimi e bravissimi davvero tutti i ragazzini-attori che hanno recitato nel video. Con questo video credo che si mostra per la prima volta l'interno del nostro castello in via di restauro in rete. 10 e lode a Francesco Cappelleri, complimenti vivissimi.
Solo un'idea cosi innovativa poteva battere il vincitore dello scorso anno. Alessandro Neumann, dopo il simpaticissimo "U Pirozzu" con cui ha trionfato nella prima edizione, ha girato il secondo atto che si chiama "U tarantozzu" ed è ancora una volta uno strepitoso successo. Le suggestive immagini dal basso dei passi di taranta, dimostrano l'estro e il talento dell'autore che conferma molti dei protagonisti-attori de "U Pirozzu, che diventano delle vere e proprie macchiette. Non vedo già l'ora di vedere la terza parte il prossimo anno...
Da museo il terzo video classificato girato e montato da due giovani, Antonio Dimasi e Felice Guarneri, con lo zampino dei reperti "storici" fotografici dell'archivio dell'associazione "Roccella com'era". "Fra i ricordi di un passato" è la storia di due bambini che, attraverso stupende immagini del passato di Roccella Jonica che sembrano animarsi grazie agli effetti speciali degli autori, raccontano la vita di 50 anni fa del loro paese e alla fine, oggi, si chiedono... "Chissà come sarà fra 50 anni?" Bellissima colonna sonora e un invito a tutti di guardarlo, agli adulti per fargli rivivere meravigliose emozioni e ricordi e ai giovani per fargli scoprire la semplicità insieme al sorriso genuino che c'era una volta. Da pelle d'oca...
E adesso non ci resta che... ammirarli.

1° classificato Roccella on youtube "A SCIRUBETTA" di Francesco Cappelleri.

2° classificato Roccella on youtube "U TARANTOZZU" di Alessandro Neumann

3° classificato "FRA I RICORDI DI UN PASSATO" di Antonio Dimasi e felice Guarneri

Manifesto di ringraziamento di "Roccella prima di tutto"

A tre settimane dalle elezioni finite, la lista vincente ha affisso il manifesto di ringraziamento agli elettori. Fra i tanti bla bla bla non poteva mancare il concetto stonato:
"Si è trattato anche di una vittoria che ha confermato la grande maturità dell'elettorato di Roccella che ha deciso di premiare la lista che si presentava come la più capace ad amministrare il paese".
In un solo concetto si sono sparate due "caglie":
1) Il definire maturo il 40% che ha votato Zito mi sembra offensivo nei confronti del 60% che non lo ha votato. Io e sicuramente gli altri 59 su cento non crediamo affatto di essere immaturi, anzi orgogliosamente ci sentiamo coraggiosi e ambiziosi di volere una Roccella diversa da questi ultimi dieci anni!!!
2) E' patetico e sconcertante assistere a cosi tanta vanità e banalità (Mi vantu e vantu eu quantu bellu sugnu eu!!!). Questa gente mi sa che la semplicità e la modestia non sa dove sta di casa!!! Chiunque altro sia stato, per un principio di correttezza e di fiducia avrebbe scritto: "La lista vincente ringrazia l'elettorato e promette di farsi garante e lavorare a favore di tutti i cittadini roccellesi, indistintamente da chi ha votato questa lista e chi no..."
Comunque cara lista "Roccella prima di tutto" anch'io per tutta la campagna elettorale vi ho promosso...
Nell'andare in giro per Roccella non facevo altro che cantare la canzone: "Senatore siamo con te... Me no male che Siso c'è!!!"
Provate anche voi a farlo, mettendo al posto di presidente - senatore e al posto di Silvio - Siso... calza a pennello!!!
Spero possa essere il mio augurio di buon lavoro a "Roccella prima di tutto"!!!