Chi volesse inviarmi notizie, messaggi, comunicazioni di manifestazioni ed eventi da pubblicare sul blog può farlo attraverso la mail niko.25@hotmail.it



FESTIVAL JAZZ: DALLA GRANDE ILLUSIONE ALL'IMPIETOSA REALTA'

lunedì 22 settembre 2014

MARIA SS ADDOLORATA: UNA FESTA DI GRANDE DEVOZIONE!!!

di Matteo Ienco

Si sono conclusi ieri sera con il concerto del gruppo etnico popolare "Sonu d'amuri" i festeggiamenti di Maria SS. Addolorata che ha visto, al termine della Santa Messa, la suggestiva Processione e fiaccolata notturna per le vie del paese molto partecipata con la Statua della Madonna e la nuova Statua di San Pio di Pietralcina benedetta sabato dal Vescovo.

Una devozione quella per Maria SS. Addolorata che quest'anno si è arricchita di una suggestione particolare grazie anche alle sentite omelie e alle riflessioni che Padre Leonardo Civitavecchia ha tenuto per tutta la Novena.

Dopo il Concerto di Venerdì 12 Settembre del cantautore di musica cristiana Roberto Bignoli (http://roccellasiamonoi.blogspot.it/2014/09/roccella-canta-maria.html), abbiamo assistito venerdì scorso sul grande palco di via Umberto ad una serata dedicata all'amico roccellese, venuto a mancare qualche anno fa, Giuseppe Russo.

Lo spettacolo, organizzato per tempo, ha subìto un improvviso capovolgimento di scaletta che solo un Comitato Festa con una consolidata esperienza, passione e conoscenza ha saputo gestire con grande competenza tanto da rendere la serata altrettanto straordinaria e coinvolgente. 

A presentare l'evento è stato il giornalista di TeleMia Pino Gagliano, e si sono esibiti a rotazione  i cantanti Gianluca Simone e Francesca Badolato accompagnati dal chitarrista roccellese Mimmo Daniero, storico musicista della gloriosa band dei Blueco.

E poi ancora delle magnifiche coreografie della scuola di danza Newform diretta da Katia Sotira, ed a chiusura il grande Fra Leonardo Civitavecchia che ci ha deliziato con alcuni suoi brani di musica cristiana. La serata è stata molto seguita da tutti i presenti che hanno offerto il loro contributo con applausi e gratitudine sia agli artisti ma ancor di più a Giuseppe che dal cielo ci guarda e ci protegge sempre.

A conclusione dei festeggiamenti mi piace pubblicare un sentito riconoscimento alla Madonna e a tutti coloro che si sono adoperati per la riuscita della festa, venuto spontaneo dal cuore di uno dei tantissimi giovani facente parte del Comitato Festa. Vincenzo Vigliarolo cosi si confida sul sito Maria SS. Addolorata di Roccella Jonica:
Anche quest'anno la festa Maria SS Addolorata ha dimostrato di essere una delle feste più belle di Roccella, esempio limpido e chiaro di quando i giovani si impegnano per qualcosa di concreto. Il comitato festa ed organizzatore è un gruppo di giovani che lavorano 12 mesi per rendere questa festa sempre più bella. Quando ci sono i giovani la differenza c'è e si nota. Sono fiero di far parte di questo gruppo e spero che la devozione per Maria rimanga sempre la regola numero uno per tutti noi ragazzi. Alzare la statua, essere di sotto, dopo un "W Maria" e accorgerti che giovani piangono per la commozione, ti trasmette emozioni e brividi incredibili!!! La festa Maria SS Addolorata non è solo una tradizione, è qualcosa di più: è lavoro, sacrificio, sudore, vuol dire metterci la faccia, è emozione, è commozione, È DEVOZIONE!!!
MARIA SS ADDOLORATA PROTEGGI NOI E LE NOSTRE FAMIGLIE E AI MIEI COMPAGNI DICO SIATE ORGOGLIOSI DI PORTARE QUESTA STATUA PRIMA DI TUTTO NEL CUORE E POI SULLE SPALLE...GRAZIE DI TUTTO!!

Nelle foto tre immagini dello spettacolo in memoria di Giuseppe Russo di Venerdì 19 Settembre.

domenica 21 settembre 2014

SCONFITTO IL ROCCELLA NEL DERBY CONTRO IL RENDE

Ecco il tabellino della partita:
 
Serie D – Girone I – 3^ Giornata
 
Rende – Roccella  3-0

L’analisi del match: Un ottimo Rende vince il derby tutto calabrese contro un  Roccella impotente davanti alla supremazia territoriale dei padroni di casa che, spinti da un calorississimo pubblico, ottengono 3 punti fondamentali contro una  neo-promossa, ma pur sempre in un derby che come sappiamo hanno tutta un' altra storia, sono delle partite nelle partite, della sfide a parte (fonte http://www.ottoetrenta.it/ )

Rende (4–2–3–1): Mancino; Ruffo,  Musca,  Ginobili, Crispino ; Benincasa, Fiore, Gigliotti, (32′ st Marchio sv) Zangaro, (22′ st Caruso,  Grisolia, (39′ st Scarnato sv); Mandarano.
A Disposizione:  De Brasi, Piromallo, Buccino, Filippo, Benvenuto, Irace.  All. Trocini

Roccella (3–5–2): Belcastro, Cassaro,  Coluccio, Pastore ; Criniti (21′ st Calabrese ) Khanfri , Minici,  Sorgiovanni, Maiesi; Dorato (8′ st Ortolini) Carbone .
A Disposizione:  Le Grottaglie, Fulcro, Femia, Iacopetta, Pizzoleo, Nosa, Saraco.  All. Galati

Arbitro: Fusco di Brindisi

Marcatori: 21′ pt Musca, 16′ st Mandarano, 42′ st Ruffo

Note: spettatori 500 circa.

Ammoniti: Mandarano (R), Fiore (R), Benincasa (R), Cassaro (Ro), Coluccio (Ro). Angoli 7–3 in favore del Rende.

Recupero: 1′ pt e 4′ st.

IL "GARANTISTA" SI OCCUPA DEL PORTO... NEL MENTRE SORGONO "STRANI" DUBBI


Sul quotidiano "Il Garantista" di oggi la dott.ssa Simona Musco tratta in maniera molto chiara ed esaudiente i problemi che in questi giorni sono sorti in maniera dirompente al Porto delle Grazie.
Affronta le tariffe di parcheggio triplicate, la mancanza di adeguati servizi di sicurezza, i furti delle imbarcazioni di questi ultimi giorni e nelle imbarcazioni che si susseguono da vari mesi, fino a registrare il costituendo Comitato di vigilanza "in attesa che vengano presi dei provvedimenti da parte della società per garantire la sicurezza dei mezzi..."



Intanto sorgono fra i diportisti dei forti dubbi in merito ai furti delle due imbarcazioni avvenute nelle notti fra il 4 e 5 settembre (il gommone di 7 mt della Diving Megale Hellas) e tra il 14 e il 15 (pilotina sessa 21 di 6,50 mt). Ci si chiede come sia possibile che due imbarcazioni cosi grandi vengano trafugate e quindi rimosse dal loro parcheggio, illuminato peraltro, senza che nessuno se ne accorga, e senza che la società di gestione si pronunci con qualche plausibile spiegazione.
Considerato il mistero di questi furti si passa quindi alle ipotesi fatte "ad alta voce" di una "scorretta" gestione costruita artatamente attraverso un presunto "accordo" tra società Invitalia e Comune per giustificare un prossimo ritiro della società con capitale di maggioranza.

Oltre alla mancanza dell'attivazione del sistema di videosorveglianza installato con finanziamento della Regione Calabria, ci sono altre situazioni un po' dubbie che indirizzano i diportisti a sostenere che gli ultimi due furti siano stati di provenienza "molto strana" e che la società possa, volontariamente, non garantire i servizi.

Ci si chiede, infatti, come mai l'impianto di illuminazione è sempre attivo 24 ore su 24, con consumi elevatissimi per i trasformatori che convertono l'energia elettrica da 220 a 12 volt, senza l'installazione di un contatore che attesti il consumo.

Ed ancora: come mai la condotta dell'acqua è ancora quella di provenienza del Comune di Roccella tant'è che il servizio idrico non è stato inserito nelle colonnine sui pontili facendo presupporre quindi che i diportisti pagano per il servizio idrico ma l'acqua in sostanza non è pagata a sua volta dalla società "Porto delle Grazie" alla Jonica Multiservizi" ma dal Comune e quindi da tutti i cittadini roccellesi.

E, non ultima, la perplessità per la quale molti utenti che hanno parcheggiata la barca al porto non hanno pagato il canone ma continuano, indisturbati da parte della società, a lasciare le proprie barche ormeggiate, facendosi beffa di chi invece ha pagato "saporitamente" l'intero prezzo con il rischio, com'è successo, di non ritrovarsi la barca il giorno dopo.

Tutte queste "stranezze" che fanno sorgere spontaneamente l'ipotesi, come suddetto, di una volontaria
scorretta gestione da parte della società,  che oggi vede pagare un caro prezzo ai proprietari delle barche trafugate in questo mese.

sabato 20 settembre 2014

PORTO DELLE GRAZIE: UN COMITATO PER AUTOTUTELARSI VISTA L'INEFFICIENZA DELLA SOCIETA' DI GESTIONE.

Proprio nel giorno del passaggio di consegne al Comando dell'Ufficio Circondariale marittimo di Roccella Jonica dal Tenente di Vascello Capitano Antonino Indelicato allo stesso grado Comandante Massimiliano Santodirocco (ma la coincidenza è puramente casuale), si è tenuto il tanto atteso incontro tra i diportisti per discutere sulla grave inefficienza della gestione portuale, partita in pompa magna i primi di maggio, con pochissimi servizi offerti e di contro tariffe quadruplicate rispetto all'anno precedente.

Un gravissimo sopruso, quello degli altissimi canoni di parcheggio, che nel giro di 6 mesi ha svuotato le banchine, tant'è che, rispetto all'anno scorso, in cui i parcheggi erano quasi tutti esauriti, c'è soltanto il 30% dei posti barca occupati.

Il malcontento, che era celato dentro l'animo dei diportisti dall'inizio del 2014, è scoppiato all'indomani di due gravissimi furti, perpetrati sulle banchine di posteggio, di due imbarcazioni, un gommone di 7 metri di proprietà di una società di servizi turistici ed una pilotina di 6,5 metri di un professionista del posto, letteralmente e misteriosamente scomparsi durante la notte senza che se ne accorgesse alcuno (voci ipotizzano che gli autori dei furti siano sopraggiunti e poi dileguatosi per via mare!)

L'incontro ha fatto emergere i disservizi della società "Porto delle Grazie" che non fanno fede a quello che è il contratto di gestione, in primis la disattivazione del sistema di videosorveglianza che, sicuramente, in caso di funzionalità, avrebbe evitato i due gravi furti accaduti nel giro di una settimana.

Nel frattempo, considerata l'urgenza del momento, il folto numero di diportisti che hanno partecipato all'incontro (oltre 30), vorrebbero  provare ad organizzare, autonomamente anche autotassandosi, una vigilanza.

Ciò, naturalmente, in attesa che la società provveda alla sicurezza dei posti barca e, considerato che si ritiene sproporzionata la tariffa versata rispetto al servizio offerto, se ciò non avverrà in tempi ragionevoli impugnare il contratto e non pagare più il posteggio.

Il Comitato, che ha già tantissime adesioni, verrà ufficializzato nei prossimi giorni e chiederà la partecipazione di tutti i diportisti perché l'obiettivo è quello di superare questo difficile momento e fare in modo che la società rispetti il contratto di gestione non pensando soltanto a soffocare i diportisti con tariffe stratosferiche ma anche tutelarli ed offrire loro i più elementari servizi che un porto e il "Porto delle Grazie" ha il dovere di effettuare.

Questo blog è a completa disposizione e darà tutti gli aggiornamenti possibili affinché la discutibile gestione, che in passato questo sito ha aspramente criticato nei suoi 8 anni di corsi e ricorsi fra TAR e Consiglio di Stato con pesantissime spese legali anche per i roccellesi, possa finalmente professionalizzarsi considerati i fiumi di denaro pubblico spesi per la manutenzione, il ripristino e l'installazione di attrezzature, immobili e servizi.

venerdì 19 settembre 2014

SERATA IN RICORDO DI GIUSEPPE RUSSO



Nell'ambito dei festeggiamenti di Maria SS Addolorata, per il terzo anno, viene dedicata una serata musicale in ricordo dell'amico di tutti Giuseppe Russo, grande appassionato ed organizzatore di eventi musicali tra i quali "IO CANTO IN TOUR" che ha lanciato dei talenti della nostra terra.

Il ricordo di Giuseppe è indelebile nella nostra cittadina ed il tempo che passa non affievolisce affatto il ricordo delle sue speciali qualità umane e professionali che ci ha trasmesso nei suoi 41 anni che ha vissuto con noi.

L'anno scorso, nella seconda edizione, ha voluto rendere omaggio a Giuseppe nientepopodimeno che Giò di Tonno che è stato un grande amico di Giuseppe e che, in quella occasione, ci ha regalato una serata memorabile e toccante con le sue parole e le sue canzoni.

Ad esibirsi stasera sul palco di via Umberto gli amici di Giuseppe dalle ugole d'oro, Francesca Badolato, Erika Custoza e Manuela Cricelli. Chiuderà la serata Marco Ligabue con la cover del grande artista pop.

IL COLLEGAMENTO CON L'AEROPORTO DI LAMEZIA DA OTTOBRE NON CI SARA' PIU'. INTERVENGONO I CIRCOLI PD DELLA LOCRIDE.

Il 3 Ottobre cesserà il servizio di collegamento delle autolinee Federico da e per l'Aeroporto di Lamezia Terme, istituito nel periodo estivo.

Un'ampia fetta del territorio della nostra provincia, quella del comprensorio jonico, resterà nuovamente scoperta, rendendo estremamente complicato, per non dire impossibile, il collegamento dell'utenza con lo scalo lametino

A questo punto si rende necessario ed urgente l'intervento della Regione Calabria e dell'Assessorato ai trasporti affinché, in una logica di sviluppo che non guardi solamente alla stagione turistica e al periodo estivo, si renda stabile e si garantisca per tutto l'anno il servizio. In una prospettiva di crescita del territorio e di garanzia del diritto di mobilità, questo importante collegamento non può assumere un carattere "stagionale" ma deve trasformarsi in servizio permanente.

Il collegamento in questione risulta infatti l'unico mezzo diretto per raggiungere l'aeroporto di Lamezia Terme, a meno di non dover percorrere improbabili tratte (con diversi cambi) servendosi delle già martoriate ferrovie calabresi o di dover utilizzare necessariamente la propria autovettura.

Inoltre, ai gravi disagi della popolazione ionica, si aggiunge un problema per lo stesso scalo di Lamezia, ovvero quello di essere penalizzato a causa di una mancata comunicazione con un'importante fetta del territorio calabrese. Questo non è ammissibile per un aeroporto internazionale che si rispetti. In una prospettiva di coesione e di integrazione territoriale che punti allo sviluppo dell'intero territorio regionale, sarebbe molto più lungimirante adoperarsi per superare quella distinzione fra zone "centrali" e zone "periferiche che, storicamente, ha sempre inciso in maniera negativa sullo sviluppo economico e sociale della Calabria.

Attendiamo, per tutte queste ragioni, delle risposte concrete da parte della Regione che ha il dovere di intervenire e sanare questa ennesima situazione di disagio che interessa un numero consistente di cittadini calabresi. Chiediamo dunque che il servizio di collegamento con l'aeroporto di Lamezia ad ottobre non venga interrotto e sia tenuto in vita in maniera permanente.

mercoledì 17 settembre 2014

IL CENTRO STUDI KARATE AI CAMPIONATI DEL MONDO DI ARTI MARZIALI

Grande soddisfazione per il Maestro Vincenzo URSINO per l’avvenuta convocazione ai prossimi Campionati del Mondo di ARTI MARZIALI.

La notizia trapelata in questi ultimi giorni ha suscitato l’entusiasmo di tutto l’entourage e non  del CENTRO STUDI KARATE che ha visto ancora una volta premiare la serietà e la qualità del lavoro svolto dal suo Presidente.

Infatti, il M° Ursino è stato confermato “Arbitro” di questo evento mondiale che si svolgerà dal 30 ottobre al 2 novembre ad HAMMAMET  in Tunisia.

Considerata l’importanza dell’evento la Televisione governativa tunisina “National TV” la trasmetterà via satellite in diretta ed inoltre una sintesi di 60 minuti sarà prodotta in dvd e destinata a tutte le televisioni delle nazioni partecipanti.

Il M° Vincenzo Ursino, presidente del
Centro Studi Karatè
Nel frattempo fervono i preparativi della World Martial Kombat Federation attraverso il suo Presidente Lee Sansum (ex guardia del corpo di Lady Diana) per poter ospitare al meglio questa edizione in terra araba dove è previsto l’afflusso di migliaia di partecipanti.

Il Centro Studi Karate sarà presente con gli atleti  Francesco Pelle,  Stefano Pisciuneri e Giuseppe Carbone facente parte della Rappresentativa Ufficiale Italiana perché detentori del titolo Nazionale 2014 .

PORTO DELLE GRAZIE: DOPO IL SECONDO FATTACCIO, E' ORA DI DIRE BASTA!!!

Il titolo sulla Gazzetta del Sud di oggi.
Proprio una settimana fa abbiamo riportato su questo blog la denuncia della Diving Megale Hellas, la società di servizi turistici che nella notte tra il 4 e il 5 settembre scorso è stata vittima di un gravissimo furto della propria imbarcazione, un gommone Sacs da 7,50 metri con motore fuoribordo Yamaha 225 cc 4 tempi.

Tra Domenica e Lunedi si è consumato un nuovo fattaccio: ignoti hanno prelevato dalla banchina del Porto una Pilotina Sessa 21 di mt 6,50.

Oggi, la stampa, rimasta in silenzio per troppo tempo, finalmente ne parla, seppur in maniera molto sommessa, riportando degli "strani furti", senza però accennare al nocciolo della questione, ossia ai disservizi che la gestione del porto, nonostante i canoni molto alti applicati, è responsabile.

Ed è proprio della mancanza o dei ritardi dei servizi che dovrebbe fornire la società "Porto delle Grazie" che si parlerà in un incontro fissato per Venerdì alle ore 19,00 tra tutti i diportisti.

E' doveroso fare una rettifica all'articolo che la settimana scorsa ho riportato in questo blog in merito a questo passaggio: "A seguito del gesto vigliacco (il furto del gommone), che ha causato un enorme danno alla società vittima, ha preso corpo una accesa protesta fra i diportisti che fanno venire a galla tutti i mali e i disservizi della gestione del porto molto scadente targata Italia Navigando, Comune di Roccella & soci, che, l'unica cosa che ha saputo fare dal suo insediamento, è stata quella di triplicare le tariffe rispetto a quelle dell'anno precedente senza però aumentare ne garantire nuovi servizi"
 
Occorre precisare che Italia Navigando, la società partecipata da Invitalia, è stata messa in liquidazione e tutte le partecipazioni di gestioni portuali in Italia, compreso Roccella Jonica, sono passate direttamente nel portafoglio di Invitalia.
 
Italia Navigando, seppur molti dirigenti siano stati "salvati" e inseriti in Invitalia, inseguito alle forti perdite causate in varie gestioni portuali e in virtù del fallimento del suo progetto che era quello di realizzare in Italia una rete di porti turistici in grado di competere sul mercato mediterraneo e sostenere le start-up delle imprese portuali, non esiste più, ed anche sul sito della "Porto delle Grazie" non è più menzionato. Questa precisazione ci era d'obbligo!
 
Siamo entrati sul sito della "Porto delle Grazie" per consultare i servizi offerti ai diportisti e fra questi non abbiamo letto il servizio di videosorveglianza di cui, invece, siamo a conoscenza che è stato realizzato con i finanziamenti della Regione Calabria.
 
Il Comunicato stampa del Comune di Roccella in cui
riferisce i servizi realizzati al "Porto delle Grazie" con
i finanziamenti pubblici.
A questo proposito ho ritrovato una comunicazione emanata dal Comune di Roccella Jonica il 28 luglio del 2009 dove, fra l'altro, riferisce quanto segue: "Il porto delle Grazie dal 1° Gennaio di quest'anno (2009) è gestito direttamente dal Comune che ha utilizzato un finanziamento regionale di circa 5 milioni di euro ed ha già realizzato: il dragaggio per l'eliminazione dell'insabbiatura, l'impianto di distribuzione dei carburanti, l'impianto di videosorveglianza, la ristrutturazione dell'impianto di illuminazione, la ricostruzione dei fingers rotti, l'installazione di un isola ecologica per il deposito degli oli esausti e delle batterie, il sistema di pompaggio dei liquami delle imbarcazioni. Tali lavori - continua il comunicato - per un ammontare di circa 2 milioni di euro, sono stati già resocontati alla Regione e tra breve saranno disponibili altri 2 milioni e 500 mila euro per la prosecuzione di altri importanti lavori
 
L'impianto di sorveglianza c'è, è stato "resocontato" alla Regione Calabria con il lotto dei primi 2 milioni di euro, ma è in funzione? Perché questo servizio non viene menzionato fra quelli che la società dovrebbe garantire ai diportisti a fronte di canoni astronomici (dai 1.500 euro all'anno per le imbarcazioni più piccole!)
 
Di questo e molto altro discuteranno i diportisti il prossimo venerdì sicuri di portare al gestore del porto un documento a verbale degli argomenti, delle richieste e delle decisioni che verranno intraprese a tutela della sicurezza delle proprie imbarcazioni minate da questi ultimi fatti di vigliaccheria successi.

Leggi anche l'articolo di Gianluca Albanese su Lente Locale:
http://www.lentelocale.it/in-primo-piano/8485-porto-delle-grazie-una-gestione-che-fa-acqua-tra-inefficienze-e-furti-invitalia-pronta-ad-uscire-dalla-società.

.

.
Il regalo di Natale del M°. Angelo Laganà

OLTRAGGIO ALLA CITTA'

OLTRAGGIO ALLA CITTA'
OLTRAGGIO ALLA CITTA'. Foto di Angelo Laganà
Bellissimo video su Roccella Jonica realizzato e concesso da Roberto Naldi - operatore di ripresa per la RAI - di Empire 2000.

.

.

Fantasia e tanto divertimento per questo video davvero simpatico. Complimenti agli autori!

Fantasia e tanto divertimento per questo bel video sulla differenziata davvero molto simpatico. Complimenti agli autori
L'importante è che gli artisti del Jazz (con tutto il rispetto per gli artisti del Jazz) dormano nell'hotel a 5 stelle!!!

DOPO LA SOPPRESSIONE DEI TRENI CHE DALLA FASCIA IONICA DELLA CALABRIA PARTONO ED ARRIVANO DA TORINO E MILANO, TRENITALIA ED RFI HANNO DECISO DI SOPPRIMERE DAL PROSSIMO MESE DI DICEMBRE IL TRENO PER ROMA CREANDO COSI' UN ENORME DISAGIO PER TUTTI I VIAGGIATORI CHE DALLE GRANDI CITTA' SONO DIRETTI NELLE NOSTRA AMATA TERRA.



NESSUN POLITICO SI STA MUOVENDO, NESSUNA ISTITUZIONE STA CERCANDO DI TROVARE UNA SOLUZIONE.



TUTTO CIO' PROCURERA' NON SOLO UN PROBLEMA LOGISTICO PER LE MIGLIAIA DI PERSONE CHE CAUSA FORZA MAGGIORE VIVONO, STUDIANO O LAVORANO AL NORD ED AVRANNO MOLTE DIFFICOLTA' NEL RITORNARE A CASA, MA QUESTO PROVOCHERA' ANCHE UN INEVITABILE CALO NEL SETTORE DEL TURISMO, UNICO SOSTENTAMENTO NELLE ZONE DIMENTICATE DA POLITICA E POLITICANTI.



UN NETTO CALO DI TURISTI SI ERA GIA' AVVERTITO NEGLI SCORSI ANNI ANCHE E SOPRATTUTTO A CAUSA DELLE DIFFICOLTA' NEI TRASPORTI, MA ORA QUESTA DECISIONE CHE RITENIAMO ASSURDA E SENZA SENSO, AVRA' DEI RISVOLTI DISASTROSI PER TUTTI I PAESI CHE VANNO DA CATANZARO A REGGIO.



SE POLITICI COMPIACENTI NON HANNO INTENZIONE DI TROVARE UNA SOLUZIONE QUESTA VOLTA SONO SICURO CHE LA SPINTA DEBBA PARTIRE DAL BASSO E DA CHI VIVE ED AMA LA NOSTRA TERRA.



INSIEME POSSIAMO!



http://www.facebook.com/home.php?sk=group_168290399868580

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI
Quale sindaco mai oltre a lui stesso o a chi per lui avrebbe consentito una liquidazione cosi rapida a suo favore? Un ulteriore una tantum prelevato da un fondo "segreto e nascosto". Cari elettori meditate...Dedicato a tutte quelle associazioni che partecipano alle riunioni con l'amministrazione la quale puntualmente ricorda pressappoco cosi: "Non chiedete soldi perchè non ce ne sono!"

UN FACCIA A FACCIA CON IL SINDACO CERTOMA' DAI TONI ACUTI!

Due ore e un quarto di "scontro" verbale e dialettico senza esclusione e risparmio di colpi e di energie, l'incontro con il prof. Certomà è finito in una inevitabile bagarre, visto che di fronte c'era una persona (il sindaco di Roccella Jonica, completamente cambiato rispetto a 10 anni fa) che nega l'evidenza e lo stato reale delle cose, che ha cercato anche con paroli forti e becere (offendendo facendo l'offeso) di mettermi in difficoltà, ma che in difficoltà è caduto lui visto che non ha saputo rispondere a nulla "perchè io rispondo solo dei fatti che si sono verificati in questi 6 mesi che sono sindaco della città!!!"
E' una assoluta vergogna essere governati da persone non consapevoli che il commercio roccellese è allo sbando, gente che è convinta che il turismo in queste ultimi 15 anni è aumentato a dismisura e cieche davanti a tutte le opere abbandonate (bretella alla SS106, parco collina e parco giochi di via Zirgone, caserma e spogliatoi e parcheggi del porto, ospitaletto, mercato coperto, mercato ittico, area fitness, hotel Ariston, e ultima la piazzetta di via Aldo Moro!)
Io mi auguro di vero cuore che i roccellesi iniziano ad aprire gli occhi perchè, oggi più che mai, mi rendo conto di quanto l'amministrazione comunale e la cittadinanza è succube di Sisinio Zito ma, purtroppo, finchè ci sarà lui a manovrare i fili con l'unico intento di portare più risorse possibili alla sua associazione del festival jazz, Roccella non avrà speranza!!!
E pensare che sarebbe bastato che il Governo Prodi avesse varato la strabenedetta legge sul conflitto d'interesse a far si che il "nostro" senatore" si ritirasse dalla scena da solo!!!

16 ottobre 2005-16 ottobre 2009:4 anni dall'omicidio Fortugno."U cumpari du cumpari e to' cumpari!"

I VINCITORI DI ROCCELLA ON YOUTUBE

Tre straordinari video sono saliti sul podio in questa 2° edizione del Concorso curato da Mariagrazia Curciarello. Tre video, diversi fra loro, che li accomuna solo la volontà di valorizzare al massimo le risorse naturalistiche di Roccella Jonica, obiettivo riuscito appieno grazie alle idee che hanno sbizzarrito la fantasia degli autori, ma anche del montaggio del video, agli "attori" e agli ambienti.
Meritato primo posto per l'invenzione "Scirobetta" dal nome dei due cortiggiani del re Carafa che nel caldo estivo roccellese ha trovato rinfresco solo con questa speciale bibita a base dei nostri limoni... Simpaticissimi e bravissimi davvero tutti i ragazzini-attori che hanno recitato nel video. Con questo video credo che si mostra per la prima volta l'interno del nostro castello in via di restauro in rete. 10 e lode a Francesco Cappelleri, complimenti vivissimi.
Solo un'idea cosi innovativa poteva battere il vincitore dello scorso anno. Alessandro Neumann, dopo il simpaticissimo "U Pirozzu" con cui ha trionfato nella prima edizione, ha girato il secondo atto che si chiama "U tarantozzu" ed è ancora una volta uno strepitoso successo. Le suggestive immagini dal basso dei passi di taranta, dimostrano l'estro e il talento dell'autore che conferma molti dei protagonisti-attori de "U Pirozzu, che diventano delle vere e proprie macchiette. Non vedo già l'ora di vedere la terza parte il prossimo anno...
Da museo il terzo video classificato girato e montato da due giovani, Antonio Dimasi e Felice Guarneri, con lo zampino dei reperti "storici" fotografici dell'archivio dell'associazione "Roccella com'era". "Fra i ricordi di un passato" è la storia di due bambini che, attraverso stupende immagini del passato di Roccella Jonica che sembrano animarsi grazie agli effetti speciali degli autori, raccontano la vita di 50 anni fa del loro paese e alla fine, oggi, si chiedono... "Chissà come sarà fra 50 anni?" Bellissima colonna sonora e un invito a tutti di guardarlo, agli adulti per fargli rivivere meravigliose emozioni e ricordi e ai giovani per fargli scoprire la semplicità insieme al sorriso genuino che c'era una volta. Da pelle d'oca...
E adesso non ci resta che... ammirarli.

1° classificato Roccella on youtube "A SCIRUBETTA" di Francesco Cappelleri.

2° classificato Roccella on youtube "U TARANTOZZU" di Alessandro Neumann

3° classificato "FRA I RICORDI DI UN PASSATO" di Antonio Dimasi e felice Guarneri

Manifesto di ringraziamento di "Roccella prima di tutto"

A tre settimane dalle elezioni finite, la lista vincente ha affisso il manifesto di ringraziamento agli elettori. Fra i tanti bla bla bla non poteva mancare il concetto stonato:
"Si è trattato anche di una vittoria che ha confermato la grande maturità dell'elettorato di Roccella che ha deciso di premiare la lista che si presentava come la più capace ad amministrare il paese".
In un solo concetto si sono sparate due "caglie":
1) Il definire maturo il 40% che ha votato Zito mi sembra offensivo nei confronti del 60% che non lo ha votato. Io e sicuramente gli altri 59 su cento non crediamo affatto di essere immaturi, anzi orgogliosamente ci sentiamo coraggiosi e ambiziosi di volere una Roccella diversa da questi ultimi dieci anni!!!
2) E' patetico e sconcertante assistere a cosi tanta vanità e banalità (Mi vantu e vantu eu quantu bellu sugnu eu!!!). Questa gente mi sa che la semplicità e la modestia non sa dove sta di casa!!! Chiunque altro sia stato, per un principio di correttezza e di fiducia avrebbe scritto: "La lista vincente ringrazia l'elettorato e promette di farsi garante e lavorare a favore di tutti i cittadini roccellesi, indistintamente da chi ha votato questa lista e chi no..."
Comunque cara lista "Roccella prima di tutto" anch'io per tutta la campagna elettorale vi ho promosso...
Nell'andare in giro per Roccella non facevo altro che cantare la canzone: "Senatore siamo con te... Me no male che Siso c'è!!!"
Provate anche voi a farlo, mettendo al posto di presidente - senatore e al posto di Silvio - Siso... calza a pennello!!!
Spero possa essere il mio augurio di buon lavoro a "Roccella prima di tutto"!!!