Chi volesse inviarmi notizie, messaggi, comunicazioni di manifestazioni ed eventi da pubblicare sul blog può farlo attraverso la mail niko.25@hotmail.it



domenica 13 agosto 2017

RINGRAZIAMENTO CAMPO UNITALSI SOTTOSEZIONE LOCRI

“meno applausi più magliette rosse”

La fede è un cammino non sempre rischiarato dal sole; L’U.N.I.T.A.L.S.I. è un’associazione sostenuta da quel comandamento dell’amore dato da Gesù ai suoi a completamento dell’amore assoluto per il nostro Dio...  e noi come San Pietro, fiduciosi soltanto della Parola del Maestro, anche quest’anno abbiamo voluto “gettare le reti” nel mare della solidarietà e, sfidando noi stessi e le nostre forze, ma forti dell’invito della nostra Mamma Celeste, sempre premurosa verso i deboli, abbiamo programmato e felicemente concluso il nono campo estivo a Roccella Jonica.



La gioia  del bagno a mare, la gita in barca, la lotta sull’autoscontro, la serata in pizzeria al porto, la partecipazione al fitwalking, il giro sul trenino per le vie del paese, le passeggiate in via marina e tra le bancarelle, i momenti di fraterna comunione vissuti all’oratorio con i nostri amici, ascoltando la buona musica dal vivo, non ve li raccontiamo, ma vi invitiamo ad andare sulla pagina di facebook UNITALSI LOCRI, per gioire con noi di questi momenti.



Certi che “Dio solo può tutto” ma altrettanto consapevoli che Egli spesso preferisce farsi aiutare da ciascuno di noi, un esercito di ragazzi entusiasti vestiti di colore rosso dell’amore, spingendo una carrozzina o stringendo la mano di un amico in difficoltà ma felice, ha invaso, negli ultimi giorni di luglio, le strade, la spiaggia, il mare della riviera, fino a creare, la penultima sera, un’oasi di papaveri rossi sbocciati sulla sabbia del mare di Roccella, tra le spighe del pane dell’amore degli amici in carrozzina, raccolti attorno alla statua della Madonna di Lourdes ai piedi dell’altare su cui, in un tramonto dorato, quasi gioioso assenso dal Cielo, si celebrava l’Eucarestia.

Il Vescovo Mons. Oliva, nella sua omelia, plaudiva all’evento ma per non farci inorgoglire più di tanto, simpaticamente concludeva con lo slogan “meno applausi più magliette rosse”.

La fiaccolata che riportava dal mare all’oratorio la piccola statua della Madonna di Lourdes al canto dell’Ave Maria, chiudeva la nostra serata di ringraziamento.

A noi resta l’obbligo, però, di ringraziare ancora i tanti che la maglietta rossa non l’hanno indossata, ma del colore rosso dell’amore e della carità hanno colorato le loro azioni per tutta la durata del campo: l’amministrazione comunale ed i responsabili dell’oratorio per l’aiuto dato nell’allestimento operativo di ogni cosa.

Chi ha adornato di fiori freschi ed in maniera veramente artistica la statua della Madonnina. Chi non ha mai fatto mancare il pane fresco ogni giorno, o i cornetti la mattina, o il gelato il pomeriggio, o qualche leccornia o piatto gustoso a pranzo o a cena.

Quanti a piene mani hanno offerto di tutto: frutta, dolci, bibite, creme solari, panni, oppure fatto la spesa del materiale che occorreva.

La Caritas di Locri per il prezioso carico di prodotti  alimentari.

Quanti con cuore veramente caritatevole hanno prestato il loro aiuto nel faticoso lavoro in cucina, o in refettorio, o nelle mansioni di pulizia e di riordino delle stanze, il lavaggio delle pentole,  lavaggio dei panni, ecc. ecc.

Quanti con i loro giochi, canti, e preparazioni appetitose, hanno contribuito a rendere indimenticabile la serata di festa finale.

La Capitaneria di Porto che ha messo a disposizione le motovedette per la gita in barca permettendo ai nostri amici di realizzare, per loro un incredibile sogno. Per qualche amico era la prima volta che faceva un giro su un’imbarcazione.

Ed ancora grazie: ai responsabili dell’autoscontro che per un pomeriggio chiudevano le loro piste al pubblico.

Al complesso di ragazzi che hanno voluto suonare per i nostri amici nel cortile dell’oratorio.

Agli organizzatori del 5° Roccella fitwalking, ormai un connubio da diversi anni con la nostra associazione, che permettevano a chi è costretto su una carrozzina d’avere l’illusione di poter camminare come gli altri, e a largo colonne venivano premiati con la medaglia di partecipazione. 

Grazie ai sacerdoti che hanno partecipato e ci sono stati vicini, senza dimenticare il nostro Don Giuseppe Raco ed il suo prezioso supporto, non solo spirituale, di tutti gli anni precedenti.

Ed infine grazie al gruppo di ragazzi del trentino che hanno voluto condividere con L’U.N.I.T.A.L.S.I. l’esperienza del servizio e la gioiosa fatica di far fare un bagno a chi ne è impedito. 

A tutti un arrivederci al prossimo anno: stessa spiaggia, stesso mare, stessa gioia di stare insieme e cantare le meraviglie del Signore.

                                                                                           UNITALSI LOCRI  

STELLA AL MERITO SPORTIVO PER IL M° VINCENZO URSINO DEL CENTRO STUDIO KARATE

Una prestigiosa onorificenza è stata assegnata al M° Vincenzo URSINO.

Si tratta della Stella di Bronzo al Merito Sportivo per l'anno 2016.

Il CONI ha ritenuto di pregiare il M° Ursino di tale illustre riconoscimento sulla base delle benemerenze acquisite nella sua attività dirigenziale. 

“Con questa onorificenza l’organizzazione sportiva nazionale, oltre che attestare le tue capacità e i risultati conseguiti in tale attività, desidera anche esprimerti profonda riconoscenza per la generosa collaborazione e l’impegno dedicati allo sport in tanti anni di servizio. Mi congratulo profondamente con te, augurando che nel proseguo dell’attività possa conseguire ulteriori traguardi e soddisfazioni.”

Queste sono state le parole che il presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano Dott. Giovanni Malagò ha inviato tramite lettera al Maestro Vincenzo Ursino. 

Il Centro Studi Karate è espressione di una realtà locale propiziatrice di speranze, una realtà che si proietta al di fuori dei tristi fatti di cronaca cui la nostra terra è genericamente associata, evidenziando finalmente una Calabria che esiste ed è diversa dall’immaginario comune, capace di esprimere attraverso l’impegno nell’esercizio del karate un insieme di valori, regole e di una ferrea disciplina culminanti nel costante conseguimento di risultati da parte degli atleti del CSK. 

Dal 1988 ad oggi il M° Ursino ha collezionato una serie crescente ed inarrestabile di riconoscimenti, giunti a testimonianza dell’alto livello di qualità e del costante impegno in questa Associazione Sportiva. 

L'onorificenza vuole attestare di fronte al mondo sportivo i meriti degli atleti, dei tecnici e dei dirigenti della Società ed esprimere insieme la più sentita gratitudine del CONI per il contributo offerto alla crescita e all'affermazione dello sport italiano.

La consegna della Stella di Bronzo al Merito Sportivo avrà luogo nel corso di una cerimonia predisposta dal CONI Regionale che si svolgerà nel mese di dicembre.  

lunedì 7 agosto 2017

I MIGLIORI SE NE VANNO...

Con l'animo commosso e triste, voglio rivolgere un pensiero a un grande uomo e amico che oggi ci ha lasciati: Santino Pavone.

Un vero signore, per galanteria, educazione, garbo; una mente eccelsa, fuori dal comune, capace di guardare aldilà di ogni ostacolo; persona colta, ricca di esperienze, con conoscenze di grande livello in tutto il mondo; sapeva relazionarsi con grandi menti ma, grazie al suo spirito umile, si confrontava con tutti e per tutti aveva una parola di incoraggiamento, ottimismo, un consiglio, un suggerimento da dare dall'alto della sua saggezza.

Ha viaggiato in tantissimi paesi del mondo, soprattutto in Sud America; grazie alla sua padronanza delle lingue, all'amore verso la nostra terra, per anni ha fatto da cicerone per gruppi di argentini in soggiorno nei vari alberghi del nostro territorio.

Nonostante abbia vissuto e creato la sua famiglia a Torino, il suo più grande amore è rimasto sempre Roccella Jonica.

Dalla fondazione fino allo scioglimento ha presieduto l'associazione commercianti nel nostro paese, impegnandosi a realizzare dei corsi e delle iniziative in merito all'accoglienza turistica.

Ha investito tutti i suoi risparmi nella realizzazione del suo sogno: il bed&breakfast "Ulisse", un vero e proprio gingillo dove Santino ha riversato tutto il suo sudore.

La malattia polmonare galoppante lo ha assalito nel pieno della sua maturità, quando ancora poteva dare tanto della sua saggezza, della sua grinta e vitalità ai giovani, perché poteva essere di esempio verso chi ha un'idea e la vuole perseguire e realizzare qui in questo paese apparentemente martoriato e spoglio di iniziative.

Per me e mia moglie è stato un grande amico, ci è rimasto sempre vicino, è stato foriero di consigli nei miei confronti quando ho scelto, per mia convinzione, di vestire i panni di oppositore di questa gestione amministrativa del nostro paese.

Oggi Roccella perde un uomo buono, dolcissimo, che aveva delle idee lungimiranti e concrete, forse gli sono mancati i mezzi, ma le sue idee di accoglienza turistica basate su una efficace organizzazione dei servizi sono quelle giuste che se verranno prese in considerazione da quelle persone con cui Santino per tutti questi anni si è relazionato, solo cosi ci potrebbe essere qualche spiraglio di sviluppo per la nostra Terra.

Oggi Santino ha raggiunto il suo grande amore, spero che dove sia adesso possa essere felice e non soffrire più, perché nella sua vita è stato un uomo che ha fatto solo del bene sia nella vita privata che professionale.

Buon viaggio amico mio. Ho gli occhi gonfi di commozione, sono sfinito dalla stanchezza e dal dolore, ma sarò forte, perché tu, sempre col sorriso sulle labbra, ci hai sempre trasmesso gioia e serenità

Grazie di cuore per tutto quello che ci hai regalato con il tuo passaggio, il tuo affetto e la tua amicizia.

Medaglia d’oro al pediatra Francesco Saverio Pollifrone per i 50 anni di attività

Fonte: il paese.info

A Bovalino è pediatra di due generazioni; un grande pediatra e maestro di tanti giovani professionisti della Locride e della Provincia. 

 Parliamo del dottor Francesco Saverio Pollifrone, pediatra da cinquant’anni e che ha ricevuto la medaglia d’oro a Reggio Calabria per l’opera altamente benefica prestata, in più di mezzo secolo di attività professionale, “con sapienza e cosciente amore verso i pazienti da questo scrupoloso e qualificato professionista dell’arte medica”.

Con questa motivazione Pasquale Veneziano, Presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Reggio Calabria, ha dato l’onorificenza a lui ed a 18 Medici “che hanno rappresentato un punto di riferimento per decine di migliaia di pazienti, a Reggio Calabria ed in provincia, nel corso dell’ultimo mezzo secolo e che, ancora oggi, continuano ad incarnare gli alti valori richiamati nel codice deontologico”. 

Il dott. Francesco Saverio Pollifrone è nato a Benestare ma ha sempre vissuto nella sua villa di Bovalino assieme alla moglie Eleonora Mittiga ed ai suoi tre figli, Giuseppe (fisico a Londra), Graziella (pediatra a Bovalino) e Carmen (avvocato a Roma) ed è già nonno di 5 nipotini.


Studioso infaticabile, ha partecipato a centinaia di convegni, congressi di medicina neonatale e dei bambini aggiornandosi quotidianamente e sviluppando conoscenze ed abilità anche nel campo della comunicazione e relazione efficace.

Nelle lezioni svolte per giovani medici pediatri, in ogni parte d’Italia, ha sempre premesso, ricordando Winnicott, che “c’è qualcosa di più in un bambino di solo sangue e ossa”.

In queste lezioni di pediatria non si è mai stancato di raccomandare si essere attenti, scrupolosi, non avere fretta, ascoltare tutto quello che viene detto dalla mamma, ed ha relazionato sugli ultimi studi e ultime scoperte in campo pediatrico.

Franco Pollifrone continua ad essere un grande medico-chirurgo, un ottimo pediatra e psicologo.

Durante la lunga professione si è trovato ad affrontare molteplici problematiche, spesso diverse per ogni età e per tipo di patologia, con la serenità e le conoscenze di un professionista di grande ed indubbio spessore nel campo della medicina.

In tutta la Locride, ma molti suoi clienti vengono al suo studio dalla Piana di Gioia Tauro e dalla Provincia, ha curato ed ancora continua a farlo, migliaia di bambini ma anche adulti (che già conosceva da piccoli), per consigli e diagnosi. Un “camice bianco” che raggiunto l’onorevole traguardo dei cinquanta anni di professione, ancora è disponibile, anche telefonicamente, per piccini e grandi.

Amante della montagna, trascorre volentieri i fine settimana nella sua casetta, con amici d’infanzia e parenti affettuosi.

La medaglia d’oro, gli è stata fregiata sul petto dal giovane dottore Giuseppe Mirarchi, Responsabile del settore Igiene per il territorio della Locride, al Presidio Ospedaliero di Locri.

Auguri dott. Pollifrone!

mercoledì 2 agosto 2017

L'OTTO AGOSTO AL TEATRO AL CASTELLO L'INTRAMONTABILE "MISS SOTTO LE STELLE" CON LA BELLEZZA PROTAGONISTA E OSPITI DI PRESTIGIO


E' diventato una consuetudine, oramai dopo 20 anni, l'assistere all'evento di" Miss sotto le stelle", al quale, da circa dieci anni,  è stato annesso il concorso "Miss Bandiera blu" e a questi, infine, da qualche anno, si è aggiunto " Un volto per TELEMIA". 
La finale di Miss sotto le stelle di qualche anno fa
 
Lo scienziato roccellese Roberto Furfaro
Il Presidente e la Vice-Presidente dell'A. C. A. S., rispettivamente  Saro Bella e Cristina Nauman, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Roccella Ionica, anche quest'anno rispetteranno l'appuntamento estivo fisso con la " bellezza",  conducendo e presentando il pluri-concorso  con una passerella di bellissime ragazze del nostro territorio, di età compresa tra i 14 e i 24 anni di età, il giorno 8 agosto, alle ore 21,30, presso il Teatro al Castello di Roccella Ionica.
 
La serata vedrà tanti  ospiti di rilievo che rappresenteranno la scienza, lo sport, l'arte, la musica e la danza; volendo annunciare qualche nome potremmo dire Ingegnere Roberto Furfaro, uno dei massimi scienziati NASA al mondo che si occupa di sperimentazioni e ricerche su Marte e il sistema planetario; Giuseppe Ursino, che, in 21 anni ininterrotti da direttore sportivo, ha accompagnato la squadra del Crotone, dal campionato di Promozione alla Serie A; inoltre, nel corso della serata, l'A.S. Roccella presenterà, ai tifosi sportivi roccellesi, tante importanti ed auspicabili novità: la squadra con diversi "nuovi" calciatori, accompagnata dal suo "nuovo" tecnico sportivo Mimmo Ciampà e la "nuova" dirigenza nel nome di Maurizio Misiti, con al seguito il "nuovo" Direttore Generale Rocco Agostino.
 
Il d.s. Peppe Ursino d.s. Crotone
Momenti musicali fatti di dolci note e di danza classica saranno attrazioni della bellissima serata che vedrà, sul finale, la premiazione di tre reginette, le più belle tra le belle; difatti, una attenta giuria, al termine di  una soggettiva e personale espressione di voto, selezionerà ed esprimerà il proprio " verdetto" assegnando i titoli alle prime classificate di " Miss sotto le stelle", "Miss bandiera blu" e " Un volto per TELEMIA".
Marina Mazzaferro

giovedì 27 luglio 2017

UN SUSSEGUIRSI DI EMOZIONI, UNA DIETRO L'ALTRA, CON IL NUOVO MUSICAL DI MANUELA CRICELLI



SISTER ACT
Il Musical di Cantoterapia
(un progetto di Manuela Cricelli)

di Daniela Rullo
 


Il 24 luglio, in un Piccolo Teatro (Umano) a Roccella Jonica, è accaduto un Grande miracolo!

Sarà stato il titolo e la trama di questo Sister Act che ha a che fare con le suore, il bene che vince sul male, lo spirito dell’amicizia tra “sorelle” (in questo caso). Sarà stata la magia del musical, le sue canzoni accattivanti, il ritmo travolgente. Sarà stato l’affetto del numeroso pubblico presente.

Sarà stato lo spirito che pervade ogni laboratorio di Cantoterapia in cui non c’è alcuna presunzione di essere dei professionisti quanto piuttosto degli “appassionati” che, con la passione di credere in un progetto, ci mettono l’emozione ed emozionano.

Sarà stato il cuore pulsante di tutto il laboratorio che nel nome di Manuela Cricelli ci regala queste splendide visioni, questi autentici miracoli!

Già, perché cosa vi è di più straordinario di un percorso che dura circa un anno in cui si crea un gruppo di lavoro, un gruppo di amici, di persone che non hanno paura, o non hanno paura di superare le proprie paure, mettendosi in gioco, tirando fuori la parte più intima, quell’angolo di sé che si esprime con la voce, col canto e in questo caso anche con la recitazione?!

Il teatro è già una piccola porzione di vita “vera”, in cui la finzione crea l’artificio di una “realtà” magica, parallela, eppure concreta, perché reali sono le emozioni, il trasporto e anche il sudore e la fatica che c’è dietro l’allestimento di uno spettacolo.

Giunti al 4° anno non si finisce mai di stupirsi perché è come assistere ad un percorso in crescendo.

Tranne qualche veterano, i gruppi infatti sono sempre costituiti da persone diverse, alla loro prima esperienza, ma la magia si ricostruisce ogni volta, dal primo musical “MAMMA MIA”, passando per “I PROMESSI SPOSI” e “PINOCCHIO”, fino a quest’ultimo SISTER ACT, che è stato assolutamente divertente, scoppiettante e in alcuni momenti davvero emozionante!

E dunque, ci hanno fatto ridere e rabbrividire: Anna Mazzaferro e Dimitri Audino, nei rispettivi ruoli di Tj e Deniro. Abbiamo provato intensi attimi di “terrore” con il cattivissimo Giuseppe Hyeraci, nel ruolo di Curtis Jackson. Ma siamo stati anche difesi dal coraggioso antagonista del male, il poliziotto Eddie Southern, interpretato da Domenico Garreffa. Inoltre, ci ha accolti nel suo convento, con grande generosità, una splendida e bravissima Madre Superiora, interpretata da Rossella Scherl, e il carismatico Mons. O’Hara, interpretato dal bravissimo Giuseppe Futia.
Ci hanno fatto compagnia, accompagnate dall’ensemble Chiara Placanica e Marianna Frammartino, una simpaticissima e svampita suora di nome Suor M. Valeriana, interpretata da Luisa Carabetta, una divertentissima Lucia Spanò nel ruolo di Suor M. Lazzara, una scoppiettante Emanuela Scarfò nei panni di Suor M. Stefania, una strepitosa Martina Raschillà nei panni di Suor M. Patrizia, ed una timida e bravissima Milena Barranca, nei panni della novizia Suor M. Roberta, che ha regalato al pubblico qualcosa di profondamente emozionante, un’autentica parte di sé, la voce dell’anima.

E per ultima, ma non certo d’importanza, la nostra protagonista: una splendida Marilena Futia nei panni dell’esuberante Deloris che fuggendo dall’effimero mondo dei lustrini e da una banda di malviventi che la vorrebbe uccidere, scoprirà nel convento l’amicizia delle “sorelle” e l’amore vero di un uomo buono, gentile e coraggioso.

Infine, se non bastasse, l’allegra “brigata” ha ricevuto persino la benedizione finale di Papa Francesco, un cadeau del nostro Pino Carella, sempre presente, attento e premuroso (“spirito” e anima del Piccolo Teatro Umano).

I presenti in sala sono stati assolutamente travolti dall’energia di questo gruppo di non professionisti, che con le loro paure, timidezze, difficoltà, ogni anno, fanno una cosa grande, grandissima, andando oltre le barriere che ciascuno si pone, oltre i propri stessi limiti, mettendosi a nudo, sotto la guida e la supervisione della loro “maestra”.

E il pubblico, non giudicante, questo lo apprezza sempre moltissimo e ha ricambiato con scroscianti applausi.

Giacché, come direbbe il celebre Victor Hugo: “Il teatro non è il paese della realtà: ci sono alberi di cartone, palazzi di tela, un cielo di cartapesta, diamanti di vetro, oro di carta stagnola, il rosso sulla guancia, un sole che esce da sotto terra. Ma è il paese del vero: ci sono cuori umani dietro le quinte, cuori umani nella sala, cuori umani sul palco.”

Grazie per questa autentica “maraviglia” che ogni anno Manuela Cricelli, con il musical a conclusione del Laboratorio di Cantoterapia, ci regala, emozionandosi ed emozionandoci.

lunedì 24 luglio 2017

L'AUGURIO DI PRONTA GUARIGIONE ALL'AVV. VINCENZO BOMBARDIERI DA "ROCCELLA BENE COMUNE"

Appresa la notizia del malore e del conseguente intervento chirurgico all'avv. Vincenzo Bombardieri, noto e stimato professionista e protagonista della vita politica di Roccella Jonica, il Coordinamento di "Roccella Bene Comune", rimanendo in attesa e fiduciosi delle migliori notizie provenienti dall'Ospedale "Mater Domini" di Germaneto, gli augura una pronta ripresa e un rapido ritorno a casa nel pieno delle sue funzionalità fisiche ed intellettive. 

giovedì 20 luglio 2017

AL VIA OGGI L' VIII EDIZIONE DELLA SCUOLA ESTIVA DI FILOSOFIA

RIVOLUZIONE
Scuola estiva di altra formazione in filosofia “Giorgio Colli” di Roccella Jonica
VIII edizione
20-25 luglio 2017


La filosofia si fa rivoluzione a Roccella Jonica, sede dell’Associazione Culturale Scholé che da anni sperimenta nuove forme di socialità e di cultura.

Al tema della “Rivoluzione”, indagato secondo linguaggi e programmi di ricerca diversi, è dedicata l’ottava edizione della Scuola estiva di “altra” formazione in filosofia “Giorgio Colli”, che prenderà il via oggi 20 luglio alle 18 presso l’ex Convento dei Minimi di Roccella.

L'argomento che farà da motore alle giornate verte sulla possibilità, sulla nascita del nuovo nella storia, sulla capacità di ridefinire il mondo e il genere umano. 

I relatori, che animeranno le lezioni e le serate, insieme ad altri ospiti, ai partecipanti, e al gruppo di volontari che realizza la Scuola Estiva, daranno vita, come sempre, alla grande e allegra comunità di appassionati di filosofia riunita a Roccella, quella che ormai tutti conoscono come "la tribù di Scholé" e che quest'anno vede nuovi modi di incontrarsi e confrontarsi grazie agli ormai istituzionalizzati inviti alla lettura e alla novità rappresentata dai laboratori!

In questo clima, il concetto di rivoluzione sarà al centro di un discorso critico e poliedrico, articolato secondo diversi modelli e linguaggi, che comprendono la storia della filosofia e la teoria politica, l'estetica e il cinema, l'antropologia e la fisica.

Si alterneranno voci di assoluto rilievo del panorama filosofico italiano, a partire dal direttore della Scuola Remo Bodei (20/07), per poi proseguire con Pietro Montani (21/07), i gramsciani Guido Liguori, Manuela Ausilio, Fabio Frosini e Fortunato Maria Cacciatore (22/07), Geminello Preterossi (23/07), Domenico Losurdo (24/07) e infine concludere con Roberto Finelli (25/07).

L'associazione Scholé organizza la Scuola in collaborazione con l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli e con la Scuola di Roma dell'IISF e col sostegno del Comune di Roccella e della presidenza del Consiglio Regionale della Calabria. Scholé si fonda su pratiche di solidarietà e attività di autofinanziamento, non ha sponsor privati e, ciononostante, l’accesso ai seminari è libero e gratuito; la Scuola, infatti, si basa sul “Think sharing”, cioè su un programma di finanziamento collettivo e condiviso, cui aderisce liberamente chi sceglie di mantenere in vita l'iniziativa e la sostiene con il versamento di una quota sociale.

Per allargare la partecipazione Scholé mette a disposizione un certo numero di borse di studio – quest’anno sono sei, finanziate dall’IISF –, rivolte a studenti e laureati in filosofia, al fine di coprire le spese di soggiorno. Tutte le info sono sul sito web www.filosofiaroccella.it .

Associazione Culturale Scholé

AMORE, FEDE, GIOIA, SERVIZIO, LE PAROLE MAGICHE DEL 9° CAMPO ESTIVO UNITALSI

Anche quest’anno, presso l’oratorio parrocchiale di Roccella Ionica, si svolgerà il campo estivo U.N.I.T.A.L.S.I. della sottosezione di Locri.

Giunto alla IX edizione, sarà come sempre un concentrato di gioia da regalare ai nostri amici diversamente abili che, già da tempo, contano i giorni mancanti a questa data.

Per questo motivo, spinti dal loro affetto, si è deciso di aggiungere un giorno alla durata del soggiorno, e che quindi andrà dal 24 al 31 di Luglio.

Sette giorni a pieno ritmo tra le varie attività offerte loro per far trascorrere un bel periodo, facendogli dimenticare per un po’ quanto sia stata cattiva la sorte nei propri confronti.

Sarà certo una settimana impegnativa come al solito, anzi più del solito, infatti  vi saranno più ospiti (40 circa), ma saremo veramente in tanti a dimostrare loro il nostro volergli bene.

Al personale dell’U.N.I.T.A.L.S.I. si aggiungeranno ragazzi provenienti da altre realtà associative, sette dei quali hanno deciso di proseguire il percorso di servizio a Lourdes dal 20 al 26 Settembre, e un gruppo della provincia di Trento che ha scelto Roccella come luogo di coniugazione tra svago, volontariato e conoscenza del nostro territorio.



Non mancherà certo il mare ai nostri amici, con una piccola novità: avranno uno spazio messo a disposizione dall’amministrazione comunale, che sarà attrezzato dai volontari dell’unitalsi, come un piccolo lido dove trascorrere le ore della mattina.

Tra le altre varie attività pomeridiane, vi sarà anche la consueta e collaudata partecipazione al 5° Roccella Fitwalking, che ha sempre riservato all’U.N.I.T.A.L.S.I. un’attenzione particolare, devolvendo parte del ricavato delle iscrizioni.

All’invito di venirci a trovare e constatare di persona quanta gioia, anzi felicità, si respiri e si legga sui volti, si unisce il nostro vivo ringraziamento a tutti coloro (attività commerciali e privati cittadini) che hanno voluto contribuire offrendo anche piccole semplici cose.

Ma un ringraziamento particolare va alla Guardia Costiera, sempre attenta e disponibile nei nostri confronti, che offrirà ai ragazzi un giro sulle motovedette, andremo anche sul trenino per le vie del paese, ci lasceremo coinvolgere dalla festa “ANNI 80”.

Noi ce la metteremo tutta, ognuno con una sua piccola parte, affinché siano sette giorni di sorrisi da cogliere al volo. Madre Teresa di Calcutta diceva : “Non importa quanto si dà ma quanto amore si mette nel dare… ma soprattutto “Non sapremo mai quanto bene può fare un semplice sorriso.”  

UNITALSI LOCRI 

martedì 18 luglio 2017

ABUSO E SOPRUSO SULL'INTITOLAZIONE DEL LUNGOMARE A SISINIO ZITO

Come sempre, per rispetto delle testate giornalistiche, pubblico, con un minimo di ritardo, i comunicati di "Roccella Bene Comune" che, orgogliosamente, appartengono anche a me.

Questa volta l'abuso e il sopruso riguarda la scelta "arrogante e pretenziosa" di intitolare il lungomare di Roccella Jonica a Sisinio Zito, nove anni prima di quando la legge demanda la possibilità.

La maggioranza amministrativa se n'è uscita con questa "trovata" convocando un consiglio comunale aperto e convocando i consiglieri solo 24 ore prima del consiglio stesso, senza mai aver interpellato prima né i consiglieri di minoranza né tantomeno la cittadinanza.

Risultato: al Castello per questo "evento" non c'erano neanche una trentina di persone né tantomeno i consiglieri di "Roccella Bene Comune" più rappresentativi, visto ch'è assolutamente inaccettabile andare a partecipare a un'ennesima passerella su una proposta già decisa dalla base, senza nessun coinvolgimento dei cittadini e dei consiglieri di opposizione. 

S'è veramente si voleva fare una proposta seria e partecipativa, i cittadini dovevano essere coinvolti attraverso una specie di referendum (come d'altronde qualcuno ha rilanciato anche nel corso del consiglio comunale aperto...) dicendo loro... Si vorrebbe intitolare una infrastruttura a Sisinio Zito... Cosa ne dite?  Quale struttura vorreste che gli venisse intitolata?

Ed invece no!!! Con la solita presunzione, arroganza e stile fascista, hanno tentato di far passare alla cittadinanza la decisione presa da un paio di persone nella stanza di casa loro, sicuramente con uno scopo ben preciso che non è certo quello di rendere omaggio a un ex sindaco di Roccella Jonica.

Ma se veramente avessero a cuore la memoria di Sisinio Zito, come mai nessuno di questa gente si prende carico di fare le veci di presidente dell'associazione culturale jonica? Sarebbe stato un bel riconoscimento verso Sisinio Zito continuare l' opera a lui cosi cara, cosicché da evitare  che il fallimentare festival jazz venga sostenuto sulle spalle e sul sudore dei cittadini di Roccella Jonica con centinaia di migliaia di euro di contributi ed anticipazioni di cassa, anno dopo anno!!!

Ma questa gente se ne vede bene di farsi carico delle cartelle esattoriali e da migliaia di debiti in cui versa l'associazione culturale jonica, tant'è che anche la Regione Calabria e gli altri Enti sostenitori hanno capito che la manifestazione è ormai arrivata al capolinea con un disinteresse di pubblico spaventoso e umiliante per i poveri artisti che vengono a calcare il palco di Roccella.

Ma se la Regione non contribuisce più, il problema però resta grande quanto una casa visto che la palla di questo enorme fallimento è al piede del Comune di Roccella Jonica e quindi in carico dei roccellesi. Non hanno nessuna pietà!!!

Per questo, hanno da qualche giorno deliberato la rateizzazione del pagamento dei tributi ai cittadini.

Gli amministratori del Comune di Roccella Jonica, da una parte con la fortissima tassazione che  hanno causato, e dall'altra con i continui sperperi di denaro pubblico per cose incredibilmente fallimentari (feste, cerimonie, festival jazz, calcio, ecc. ecc.), hanno causato all'interno del bilancio dell'Ente un enorme buco (residui attivi), ed ora hanno la necessità di incassare visto che si trovano al margine del baratro del dissesto e del default.

Ma loro, imperterriti, di tutto ciò fanno finta di nulla, fanno finta di ignorare le gravissime mancanze finanziarie dell'Ente e soprattutto se ne fregano della sofferenza delle famiglie e delle attività commerciali roccellesi impossibilitati a pagare tributi cosi fuori controllo.

A me viene da piangere ad assistere negozi che aprono e chiudono nel giro di due mesi (questo si che è un record della vergogna di Roccella Jonica!!!), io mi sento una grossa responsabilità che ancora siamo al 20 luglio e a Roccella non c'è un'anima viva di turista nel lungomare e sotto gli ombrelloni. Loro se ne fregano altamente, senza scrupoli dispongono soldi pubblici verso le loro più strette clientele.

E' questa la più grave irresponsabilità, colpa ed inconsapevolezza di questa gente, politicanti dell'apparenza e del niente, che non hanno contezza di cosa fare per una reale e concreta crescita. Il paese sta morendo e morirà se non si corre ai ripari, intervenendo mettendo al centro il cittadino roccellese e delle politiche serie verso un concreto sviluppo, e non la bramosia di potere che cammina di pari passo con l'assoluta incompetenza nel gestire il patrimonio pubblico.

La situazione, cari miei amici, è davvero disastrosa!!!

Potrei continuare a scrivere per ore ma vi lascio invece al manifesto/comunicato del Coordinamento di "Roccella bene Comune" che in questi giorni abbiamo letto un po' tutti, dicendovi che sono a completa disposizione dei miei concittadini per spiegare loro la reale situazione dei fatti che accadono in questo martoriato paese che, continuando di quest'andazzo, rimarrà soltanto con i suoi saggi anziani, qualche impiegato e tanti altri innocui targhe e trofei dell'ipocrisia.


LUNGOMARE: SCELTA ARROGANTE E PRETENZIOSA

La legge 23 giugno 1927, n. 1188, all’art. 2 prevede che : “nessuna strada o piazza pubblica può essere denominata a persone che non siano decedute da almeno dieci anni”. 
Con proverbiale solerzia, tuttavia, bruciando la tempistica ordinaria, l’amministrazione comunale di Roccella Ionica, con la solita assoluta autoreferenzialità e senza alcun coinvolgimento delle altre forze presenti in consiglio comunale,  ha inteso utilizzare la procedura  derogatoria prevista dall’art. 6 della predetta legge al fine di avviare immediatamente il procedimento per l’intitolazione della via marina  all’ex sindaco Sisinio Zito.
Non possiamo non rilevare che sarebbe stato necessario che la stessa solerzia fosse stata utilizzata dall’amministrazione in carica per affrontare le gravi problematiche che affliggono la comunità.
I cittadini hanno bisogno di risposte alle problematiche della loro vita quotidiana,  di amministratori che adottino gli strumenti urbanistici che consentono una utilizzazione del territorio che faccia ripartire l’edilizia e per questa via l’economia cittadina, di una pubblica amministrazione che seleziona i destinatari delle poche occasioni di lavoro esistenti con meccanismi oggettivi e non con le vecchie logiche familistiche e clientelari; che elimini gli intollerabili sprechi di denaro pubblico e che destini le scarse risorse finanziarie disponibili a processi di sviluppo e percorsi di aiuto a chi vive condizioni di disagio e marginalità economica e sociale, non di amministratori che suppliscono all’incapacità di affrontare il presente e di programmare il futuro tentando di far sopravvivere il passato. 
Non diciamo questo per sottrarci al tema della discussione, ma sul punto specifico non possiamo non rilevare che la proposta manca di una qualsiasi motivazione fondante in quanto alcun ruolo ha avuto il “nostro” nella progettazione e nella realizzazione della via marina di Roccella Ionica.
Occorreva, forse, con più oculatezza pensare alla eventuale intitolazione al “nostro” di opere nelle quali ha avuto un ruolo, quantomeno in fase di ideazione, quali ad esempio il teatro al castello.
Ora è il momento di pensare in modo concreto alla soluzione dei problemi urgenti della comunità.

                                 Coordinamento “ROCCELLA BENE COMUNE

DUE STRAORDINARI SCATTI DI ANGELO LAGANA'

Un Lungomare così, a Reggio, non si vedeva da tanti tanti anni. Le Frecce Tricolori hanno richiamato in città decine di migliaia di persone da tutte le province calabresi e da gran parte della Sicilia. La via Marina, completamente chiusa al traffico in occasione della seconda “domenica sostenibile”, s’è gremita di circa 100.000 persone che nel pomeriggio hanno assistito incantate allo spettacolo dell’Air Show “Scilla & Cariddi” con l’esibizione delle celebri Frecce Tricolore.

.

.
.

.

.

VINCENZO MILANO CI REGALA L'ECLISSI SOLARE VISTA DAL CASTELLO

.

Oggi 20 marzo, nonostante le nuvole, abbiamo potuto assistere, dalle nove e mezza fino alle undici, all'eclissi di sole. Qui da noi il sole, "coperto" dall'ombra della luna, si è oscurato soltanto per il 41%. La prossima eclissi parziale avverrà nel 2026 mentre per avere un'altra eclissi solare totale dovremmo "attendere" fino al 2081.
Questo straordinario evento è stato filmato dal videomaker Vincenzo Milano del Laboratorio DreamLab Studio di Roccella Jonica dalla postazione della Torre di Pizzofalcone. Un video, montato e musicato con grande sapienza, capace di trasmettere un brivido di emozione.

FESTIVAL JAZZ: DALLA GRANDE ILLUSIONE ALL'IMPIETOSA REALTA'

.

.
Il regalo di Natale del M°. Angelo Laganà

OLTRAGGIO ALLA CITTA'

OLTRAGGIO ALLA CITTA'
OLTRAGGIO ALLA CITTA'. Foto di Angelo Laganà
Bellissimo video su Roccella Jonica realizzato e concesso da Roberto Naldi - operatore di ripresa per la RAI - di Empire 2000.

Fantasia e tanto divertimento per questo video davvero simpatico. Complimenti agli autori!

Fantasia e tanto divertimento per questo bel video sulla differenziata davvero molto simpatico. Complimenti agli autori
L'importante è che gli artisti del Jazz (con tutto il rispetto per gli artisti del Jazz) dormano nell'hotel a 5 stelle!!!

DOPO LA SOPPRESSIONE DEI TRENI CHE DALLA FASCIA IONICA DELLA CALABRIA PARTONO ED ARRIVANO DA TORINO E MILANO, TRENITALIA ED RFI HANNO DECISO DI SOPPRIMERE DAL PROSSIMO MESE DI DICEMBRE IL TRENO PER ROMA CREANDO COSI' UN ENORME DISAGIO PER TUTTI I VIAGGIATORI CHE DALLE GRANDI CITTA' SONO DIRETTI NELLE NOSTRA AMATA TERRA.



NESSUN POLITICO SI STA MUOVENDO, NESSUNA ISTITUZIONE STA CERCANDO DI TROVARE UNA SOLUZIONE.



TUTTO CIO' PROCURERA' NON SOLO UN PROBLEMA LOGISTICO PER LE MIGLIAIA DI PERSONE CHE CAUSA FORZA MAGGIORE VIVONO, STUDIANO O LAVORANO AL NORD ED AVRANNO MOLTE DIFFICOLTA' NEL RITORNARE A CASA, MA QUESTO PROVOCHERA' ANCHE UN INEVITABILE CALO NEL SETTORE DEL TURISMO, UNICO SOSTENTAMENTO NELLE ZONE DIMENTICATE DA POLITICA E POLITICANTI.



UN NETTO CALO DI TURISTI SI ERA GIA' AVVERTITO NEGLI SCORSI ANNI ANCHE E SOPRATTUTTO A CAUSA DELLE DIFFICOLTA' NEI TRASPORTI, MA ORA QUESTA DECISIONE CHE RITENIAMO ASSURDA E SENZA SENSO, AVRA' DEI RISVOLTI DISASTROSI PER TUTTI I PAESI CHE VANNO DA CATANZARO A REGGIO.



SE POLITICI COMPIACENTI NON HANNO INTENZIONE DI TROVARE UNA SOLUZIONE QUESTA VOLTA SONO SICURO CHE LA SPINTA DEBBA PARTIRE DAL BASSO E DA CHI VIVE ED AMA LA NOSTRA TERRA.



INSIEME POSSIAMO!



http://www.facebook.com/home.php?sk=group_168290399868580

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI
Quale sindaco mai oltre a lui stesso o a chi per lui avrebbe consentito una liquidazione cosi rapida a suo favore? Un ulteriore una tantum prelevato da un fondo "segreto e nascosto". Cari elettori meditate...Dedicato a tutte quelle associazioni che partecipano alle riunioni con l'amministrazione la quale puntualmente ricorda pressappoco cosi: "Non chiedete soldi perchè non ce ne sono!"

UN FACCIA A FACCIA CON IL SINDACO CERTOMA' DAI TONI ACUTI!

Due ore e un quarto di "scontro" verbale e dialettico senza esclusione e risparmio di colpi e di energie, l'incontro con il prof. Certomà è finito in una inevitabile bagarre, visto che di fronte c'era una persona (il sindaco di Roccella Jonica, completamente cambiato rispetto a 10 anni fa) che nega l'evidenza e lo stato reale delle cose, che ha cercato anche con paroli forti e becere (offendendo facendo l'offeso) di mettermi in difficoltà, ma che in difficoltà è caduto lui visto che non ha saputo rispondere a nulla "perchè io rispondo solo dei fatti che si sono verificati in questi 6 mesi che sono sindaco della città!!!"
E' una assoluta vergogna essere governati da persone non consapevoli che il commercio roccellese è allo sbando, gente che è convinta che il turismo in queste ultimi 15 anni è aumentato a dismisura e cieche davanti a tutte le opere abbandonate (bretella alla SS106, parco collina e parco giochi di via Zirgone, caserma e spogliatoi e parcheggi del porto, ospitaletto, mercato coperto, mercato ittico, area fitness, hotel Ariston, e ultima la piazzetta di via Aldo Moro!)
Io mi auguro di vero cuore che i roccellesi iniziano ad aprire gli occhi perchè, oggi più che mai, mi rendo conto di quanto l'amministrazione comunale e la cittadinanza è succube di Sisinio Zito ma, purtroppo, finchè ci sarà lui a manovrare i fili con l'unico intento di portare più risorse possibili alla sua associazione del festival jazz, Roccella non avrà speranza!!!
E pensare che sarebbe bastato che il Governo Prodi avesse varato la strabenedetta legge sul conflitto d'interesse a far si che il "nostro" senatore" si ritirasse dalla scena da solo!!!

16 ottobre 2005-16 ottobre 2009:4 anni dall'omicidio Fortugno."U cumpari du cumpari e to' cumpari!"

I VINCITORI DI ROCCELLA ON YOUTUBE

Tre straordinari video sono saliti sul podio in questa 2° edizione del Concorso curato da Mariagrazia Curciarello. Tre video, diversi fra loro, che li accomuna solo la volontà di valorizzare al massimo le risorse naturalistiche di Roccella Jonica, obiettivo riuscito appieno grazie alle idee che hanno sbizzarrito la fantasia degli autori, ma anche del montaggio del video, agli "attori" e agli ambienti.
Meritato primo posto per l'invenzione "Scirobetta" dal nome dei due cortiggiani del re Carafa che nel caldo estivo roccellese ha trovato rinfresco solo con questa speciale bibita a base dei nostri limoni... Simpaticissimi e bravissimi davvero tutti i ragazzini-attori che hanno recitato nel video. Con questo video credo che si mostra per la prima volta l'interno del nostro castello in via di restauro in rete. 10 e lode a Francesco Cappelleri, complimenti vivissimi.
Solo un'idea cosi innovativa poteva battere il vincitore dello scorso anno. Alessandro Neumann, dopo il simpaticissimo "U Pirozzu" con cui ha trionfato nella prima edizione, ha girato il secondo atto che si chiama "U tarantozzu" ed è ancora una volta uno strepitoso successo. Le suggestive immagini dal basso dei passi di taranta, dimostrano l'estro e il talento dell'autore che conferma molti dei protagonisti-attori de "U Pirozzu, che diventano delle vere e proprie macchiette. Non vedo già l'ora di vedere la terza parte il prossimo anno...
Da museo il terzo video classificato girato e montato da due giovani, Antonio Dimasi e Felice Guarneri, con lo zampino dei reperti "storici" fotografici dell'archivio dell'associazione "Roccella com'era". "Fra i ricordi di un passato" è la storia di due bambini che, attraverso stupende immagini del passato di Roccella Jonica che sembrano animarsi grazie agli effetti speciali degli autori, raccontano la vita di 50 anni fa del loro paese e alla fine, oggi, si chiedono... "Chissà come sarà fra 50 anni?" Bellissima colonna sonora e un invito a tutti di guardarlo, agli adulti per fargli rivivere meravigliose emozioni e ricordi e ai giovani per fargli scoprire la semplicità insieme al sorriso genuino che c'era una volta. Da pelle d'oca...
E adesso non ci resta che... ammirarli.

1° classificato Roccella on youtube "A SCIRUBETTA" di Francesco Cappelleri.

2° classificato Roccella on youtube "U TARANTOZZU" di Alessandro Neumann

3° classificato "FRA I RICORDI DI UN PASSATO" di Antonio Dimasi e felice Guarneri

Manifesto di ringraziamento di "Roccella prima di tutto"

A tre settimane dalle elezioni finite, la lista vincente ha affisso il manifesto di ringraziamento agli elettori. Fra i tanti bla bla bla non poteva mancare il concetto stonato:
"Si è trattato anche di una vittoria che ha confermato la grande maturità dell'elettorato di Roccella che ha deciso di premiare la lista che si presentava come la più capace ad amministrare il paese".
In un solo concetto si sono sparate due "caglie":
1) Il definire maturo il 40% che ha votato Zito mi sembra offensivo nei confronti del 60% che non lo ha votato. Io e sicuramente gli altri 59 su cento non crediamo affatto di essere immaturi, anzi orgogliosamente ci sentiamo coraggiosi e ambiziosi di volere una Roccella diversa da questi ultimi dieci anni!!!
2) E' patetico e sconcertante assistere a cosi tanta vanità e banalità (Mi vantu e vantu eu quantu bellu sugnu eu!!!). Questa gente mi sa che la semplicità e la modestia non sa dove sta di casa!!! Chiunque altro sia stato, per un principio di correttezza e di fiducia avrebbe scritto: "La lista vincente ringrazia l'elettorato e promette di farsi garante e lavorare a favore di tutti i cittadini roccellesi, indistintamente da chi ha votato questa lista e chi no..."
Comunque cara lista "Roccella prima di tutto" anch'io per tutta la campagna elettorale vi ho promosso...
Nell'andare in giro per Roccella non facevo altro che cantare la canzone: "Senatore siamo con te... Me no male che Siso c'è!!!"
Provate anche voi a farlo, mettendo al posto di presidente - senatore e al posto di Silvio - Siso... calza a pennello!!!
Spero possa essere il mio augurio di buon lavoro a "Roccella prima di tutto"!!!