Chi volesse inviarmi notizie, messaggi, comunicazioni di manifestazioni ed eventi da pubblicare sul blog può farlo attraverso la mail niko.25@hotmail.it



AIUTATECI A TROVARE NATALINA PAPANDREA

AIUTATECI A TROVARE NATALINA PAPANDREA

Le campionesse del volley contro la violenza sulle donne.

martedì 15 gennaio 2019

LAPIDARIA RISPOSTA DEL MIO AVVOCATO ALL'AVV. LUPIS DELLA PIGRECO

Ho promesso ai cari lettori del blog di portarVi a conoscenza dell'evolversi della vicenda della diffida della Pigreco Comunication nei miei confronti in seguito al post del 9 Gennaio scorso dal titolo "Ritorno a parlare della notte brava di Natale del castello"

Quindi mi sento in dovere di comunicare che oggi il mio avvocato, Carlo Maria Muscolo, ha risposto all'avv. Domenico Lupis che, il 12 Gennaio, mi aveva recapitato una lettera di messa in mora da parte della Pigreco (pubblicata in un precedente post).

Ecco la risposta che, per quanto mi riguarda, chiude la vicenda.


Egregio Avvocato,
riscontro la Sua del 12 gennaio nell’interesse del mio Cliente Signor Nicola Iervasi.
Non posso che contestare le richieste in diffida, considerato che dalle Sue stesse argomentazioni, appaiono confermati i contenuti della nota apparsa sul Blog diretto dal mio Assistito.
Non vedo, dunque, cosa rettificare e per cosa scusarsi.
Per il resto prendo atto dell’esaustiva indicazione dell’attività svolta dalla Sua Assistita, cui auguro le migliori cose.
Con i migliori saluti.  

Avv. Carlo Maria Muscolo
Via Santa Sofia, 22 Milano
Largo Arrigo VII, 4  Roma

Il Rotary club di Locri e la prevenzione dell’obesità infantile

Nell’ambito della programmazione di club service nell’anno rotariano 2018-2019 del Presidente Dr. Giuseppe MIRARCHI, presso l’Istituto Comprensivo “Pascoli – Alvaro” di Siderno grazie alla lungimirante Dirigente Scolastica la Prof.ssa Cleia Bruzzì coadiuvata dal Vicaria la prof.ssa Maria Meduri e dal referente Sebastiano Timpano, si è dato l’avvio al progetto del Rotary club di Locri per la prevenzione dell’obesità infantile.


Gli alunni della scuola sono i protagonisti del progetto che vede interessato li settore delle attività motorie e della consapevolezza di idonei stili alimentari e che si propone l’obbiettivo preventivo di ridurre la problematica sempre più attuale dei giovani in sovrappeso e potenziali candidati per malattie metaboliche e cardiovascolari, specie in età adulta.

Il Maestro e campione internazionale di arti marziali, Vincenzo Ursino, Leader del progetto, curerà il modulo sportivo, studiato per consentire ai bambini la piena fruibilità della funzionalità motoria-cognitiva del proprio corpo e la gioia di interagire con sè stessi e con gli altri in maniera armonica e gratificante, all’insegna della migliore educazione relazionale tipica della filosofia delle arti marziali, abbinata al sano benessere fisico.

Il secondo modulo dedicato alle corrette abitudini alimentari sarà curato dal Dr. Giuseppe Mirarchi, dirigente medico del servizio di prevenzione dell’A.S.P. e noto esperto della nutrizione che renderà i ragazzi edotti delle pratiche di sana e corretta alimentazione e li guiderà ad intraprendere un percorso conoscitivo proprio in questa fase delicata della crescita.

Il programma prevede anche la formazione anche degli insegnanti di riferimento, impegnerà 53 alunni delle quarte classi, con la collaborazione del Rotaract di Locri e della Rotary Fondation. 

Lo stesso terminerà a scuola con la “Festa dello sport” il 29 gennaio prossimo, insieme anche a tutti i genitori dei ragazzi protagonisti del progetto.

Infine, giorno 8 febbraio vi sarà un caminetto (incontro) del Rotary, presso il l’Hotel President, durante il quale sarà proiettato un video sulle attività svolte in questo periodo nonchè una presentazione della Rotary Fondation.  Il tutto terminerà con la premiazione di tutti i bambini che hanno partecipato al progetto.

Considerata l’importanza educativa e formativa del progetto, il distretto 2100 che comprende le regioni di Campania, Calabria e Territorio di Lauria di cui è il Governatore Salvatore Iovieno, ha finanziato l’iniziativa in quanto rientra in una delle aree di intervento internazionale del Rotary.

Questo progetto sarà replicato nel tempo in molte altre scuole di pari ordine e grado nel comprensorio, ponendosi come un esempio da amplificare pure con la collaborazione di altre figure della società civile e del volontariato i quali potranno giovarsi della formazione e dell’esperienza maturata dal progetto iniziale.

sabato 12 gennaio 2019

SE PENSANO DI INTIMORIRMI COSI, HANNO PROPRIO SBAGLIATO INDIRIZZO


Accolgo volentieri l'invito e pubblico la missiva ricevuta dall'avv. Lupis per conto della Pigreco.





Pubblico adesso la Determinazione Comunale di affidamento servizi da parte del Comune di Roccella Jonica alla suddetta società Pigreco, dal quale si evince la liquidazione di €. 8.017,84 per spese  per manifestazioni varie nell'ambito dell'evento denominato META.


DETTAGLIO DELLA STESSA DETERMINA

Per il resto rimando al mittente le espressioni gratuite contenute nella missiva, compresa la mia pretesa ignoranza dei rapporti intercorrenti tra i vari soggetti attori della vicenda. I fatti sono conosciuti ed ora lo sono ancor di più. Il lettore ha tutto per valutare.

Mi corre l'obbligo solo di aggiungere, visto che l'avv. Lupis non lo riferisce,  che la legale rappresentante della società Pigreco Comunication è la sig.ra Paola D'Orsa che risulta essere moglie di Rosario Vladimir Condarcuri.

Per nulla preoccupato, ma al fine di tutelare i miei diritti ho dato incarico all'avv. Carlo Maria Muscolo del Foro di Milano che darà il dovuto seguito.

I lettori di questo blog saranno informati sull'evolversi di questa vicenda.

venerdì 11 gennaio 2019

Università di Macerata e Associazione Scholé insieme per promuovere gli studi filosofici e umanistici



Siglato l’accordo tra l’Ateneo e l’associazione roccellese, che corona una collaborazione già in atto da alcuni anni


Il prof. Salvatore Scali, presidente dell'Associazione Scholé
L’Università di Macerata e l’Associazione Culturale Scholé – Centro Studi Filosofici di Roccella Jonica hanno siglato un accordo di collaborazione per promuovere e diffondere gli studi filosofici e umanistici nelle due città, nelle scuole e nelle università attraverso l’organizzazione di corsi, seminari, laboratori e incontri pubblici. 

L’accordo aggiunge un tassello significativo alla costruzione del rapporto di amicizia tra Unimc e Scholé, che già negli ultimi anni ha raggiunto tappe importanti. 

La prof.ssa Arianna Fermani, docente dellìAteneo di Macerata
Uno snodo prezioso è stato l’affidamento ad Arianna Fermani, professoressa associata di Storia della filosofia antica, della direzione della Scuola di altra formazione in filosofia “Mario Alcaro”, un ciclo di lezioni per le scuole superiori della Calabria che nel 2019 giungerà alla VII edizione. 

Proprio alla Scuola “Alcaro”, inoltre, hanno partecipato, negli ultimi anni, ben cinque docenti dell’ateneo maceratese: oltre alla direttrice, anche Carla Danani, Sergio Labate, Maurizio Migliori e Donatella Pagliacci.


I referenti scientifici dell’accordo sono Salvatore Scali, presidente dell’Associazione Scholé, e la stessa Arianna Fermani, in qualità di docente del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Ateneo maceratese. 

Grande è la soddisfazione espressa da Scali: “La convenzione con l’Università di Macerata è il frutto di un lavoro comune che ci impegna a sviluppare nuovi percorsi di ricerca e di studio”. 

Alle sue parole fanno eco quelle del rettore Francesco Adornato: “Si tratta dell’ufficializzazione e del consolidamento di un rapporto che si situa nel solco di una collaborazione già fruttuosa e che renderà ancora più agevole lo scambio e l’avvio di comuni attività di didattica e di ricerca”. 

Come spiega, infatti, Fermani, “Questo accordo suggella una proficua collaborazione avviata da alcuni anni, che, oltre alla partecipazione di docenti del nostro Ateneo alle attività della Scuola “Alcaro”, ha permesso ad alcuni nostri studenti di prendere parte alla Scuola Estiva che si svolge ogni anno l’ultima settimana di luglio”.

giovedì 10 gennaio 2019

PREMIATO IL PICCOLO FRANCESCO GIACCO, CAMPIONE CALABRESE DI MOTOCROSS E INTERREGIONALE DI BEACH CROSS


Francesco Giacco, campione regionale di motocross e interregionale
di Beach cross, premiato sabato scorso dal presidente della Federazione
Motociclismo Italiana, Giò Piromalli.

Sabato scorso 5 Gennaio a San Giorgio Morgeto, nel "Castello degli dei", si è tenuta la cerimonia di premiazione dei vincitori del campionato regionale di motocross.

Pluripremiato della serata, perchè protagonista assoluto della stagione nella classe Junior del campionato, è stato, per il secondo anno consecutivo, Francesco Giacco, 11 anni, autentico prodigio in pista, che ha sbaragliato i suoi avversari staccandoli nella classifica finale di oltre 100 punti.


Ancora uno scatto della premiazione del piccolo Francesco al Castello degli
Dei di San Giorgio Morgeto (RC)
Francesco, campione regionale uscente, iscritto al motoclub Avvoltoi dell'Esaro, ha superato tutte le aspettative con risultati ancora più esaltanti rispetto all'anno scorso, imponendosi nella stagione con ben 7 vittorie assolute (Motta San Giovanni, Lamezia Terme in entrambe le tappe e Roggiano Gravina), 1 secondo posto (Lamezia terme) e 2 terzi posto (Rocca di Neto) per un totale di 237 punti.




Oltre alla vittoria del campionato regionale motocross Francesco si è aggiudicato anche il Trofeo Interregionale Beach Cross 2018, dimostrandosi un portento anche nelle piste su spiaggia. 209 i punti conquistati nelle 5 tappe, sparse tra Calabria e Sicilia, di questo emozionante campionato.

Francesco Giacco, 11 anni, in sella alla sua moto n.20
Quella di Francesco è una passione per le moto nata fin dalla tenerissima età, che ha maturato grazie alla capacità di sprigionare una grinta e un coraggio fuori dal comune e "la spregiudicatezza" di affrontare, con la sua "numero 20",  ogni tracciato di pista sterrata e di sabbia, anche le più impervie. E naturalmente  non passano in secondo ordine i sacrifici, corrisposti però con le soddisfazioni, da parte della famiglia e di tutto il suo staff, organizzativo e tecnico.

Complimenti a Francesco per questi straordinari e meritati successi, con la speranza che questa sua forte passione continui negli anni e possa regalare a lui, alla sua famiglia e alla nostra terra, nuove ed immense soddisfazioni.

STASERA SONO VENUTO A CONOSCENZA DEL SIGNIFICATO DI UN TERMINE A ME NUOVO: "TENUTARIO"

Questa sera un amico mi ha trasmesso un commento di una persona, apparso sul suo profilo social, che ha definito il sottoscritto, "tenutario" di un blog. 

Tenutario significa "Proprietario, gestore di bische, case chiuse e altri locali equivoci, o di sedi e organizzazioni per attività illecite"

Ho dovuto consultare il vocabolario perchè non ero a conoscenza del  significato di questa parola, visto che non mi identifica affatto; cosa diversa invece per chi ha usato questo termine che evidentemente lo conosce bene visto che lui è "tenutario", e aggiungo abusivo (visto che non è ne dipendente e ne assessore), delle chiavi della sede municipale e delle stanze in cui vengono svolte le riunioni di Giunta.

E con questo ho detto tutto!!!

LA RISPOSTA DI BEBO ALVARO ALL'ARTICOLO A FIRMA CONDARCURI PUBBLICATO SULLA "RIVIERA"


Risposta all’articolo apparso su “La Riviera” del 06 Gennaio 2019 dal titolo:
“Caro Bebo, non perderti in stupide polemiche”.
 Autore: Rosario Vladimir Condarcuri


Carissimo Rosario,
ti conoscevo come un editore molto attento alle vicende locali ma mai avrei potuto immaginare che ti interessassi in maniera così approfondita anche ai post che privati cittadini come me si limitano a condividere sui social network, traendo da questo addirittura spunto per un lungo articolo sulla prestigiosa rivista da te brillantemente diretta.

Naturalmente visto che hai deciso di “tirarmi in ballo” (come si suol dire in gergo giornalistico) sono costretto a risponderTi, pur sentendomi onorato di tanta attenzione che ritengo di non meritare, anche in considerazione del fatto che, pur non trattandosi del primo post che ho condiviso sui social anche su questioni di rilevanza locale, è la prima volta che suscito il Tuo interesse.

Spero che tale interessamento nulla abbia a che fare con le voci di una mia possibile candidatura alla guida di uno schieramento politico che si contrapporrà a quello attualmente al governo del Paese nel quale risiedo, né ad altre dinamiche che non voglio neppure prendere in considerazione.

Conoscendoti mi sento sicuramente di escluderlo, ma ne converrai che le coincidenze temporali appaiono ai più quanto meno sospette.

Sai la stima che ho sempre nutrito e che nutro nei tuoi confronti, ma questa volta devo, purtroppo, dirti che hai preso fischi per fiaschi e tutto ciò mi ha lasciato molto perplesso perché ritengo che non sia il TUO stile.
Ma veniamo ai fatti.

Per quanto riguarda l’articolo relativo all’utilizzo dell’ex Chiesa Matrice del Complesso Monumentale Carafa tengo a precisarti che Roccella Futura, associazione di cui mi onoro di essere il Presidente, non ha fatto nessuna polemica, tantomeno stupida.

Tanto è vero che gli altri media che si sono occupati della vicenda hanno scritto “...la puntualizzazione di Roccella Futura…”

Se tu avessi letto attentamente il manifesto ti saresti accorto che Roccella Futura si è soltanto limitata ad esprimere una sua legittima (e secondo me giusta) opinione e cioè che i giovani si debbano divertire, ma che non è quella la “location” adatta da adibire a feste da discoteca con musica ad alto volume e quant’altro.

Una chiesa da poco restaurata, bene artistico ed 
architettonico, di immenso valore storico culturale secondo la nostra opinione non può essere adibita a tutto questo.
Si tratta, molto semplicemente, di un uso improprio, per non dire altro. 

OPINIONE che può essere discutibile, ma sicuramente non polemica e ripeto tutt’altro che stupida.

A scanso di equivoci riporto il testo integrale del comunicato stampa di Roccella Futura, anche al fine di consentirti una più attenta e serena lettura.

“Dal gran ballo del principe Carafa a John Travolta
La sera di Natale l’ex Chiesa Matrice del complesso monumentale Carafa, bene storico, artistico e architettonico restaurato di recente, patrimonio dei roccellesi e dell’intero comprensorio locrideo, è stato location di una festa da discoteca in cui hanno trovato svago centinaia di  giovani.
E’ comprensibile ed auspicabile che ai giovani sia data la possibilità di divertirsi ed aggregarsi, ma non si comprende il motivo per cui la scelta del luogo da adibire a discoteca sia caduta sull’ex Chiesa Matrice, struttura destinata a manifestazioni di ben altro tenore e natura.
Per quanto successo, ricordando anche l’analogo episodio verificatosi la scorsa estate nel piazzale antistante il Palazzo Carafa, e unendosi al coro di proteste levatosi tra la popolazione residente, l’Associazione “Roccella Futura” esprime profondo disappunto e ferma condanna per l’uso improprio e oltraggioso del suddetto bene monumentale, augurandosi che non abbiano a ripetersi episodi simili.”


Non capisco dove si possa riscontrare polemica stupida!!!!…..o forse non hai letto….bene?Ma veniamo al post che ho semplicemente condiviso su facebook in cui si dice:

 Mai più eventi di questo genere in un luogo una volta sacro, il cui pavimento conserva ancora le tombe dei sacerdoti, di membri delle passate confraternite e di personaggi che hanno fatto la storia di Roccella.
 MAI PIU’!!!! Facciamo in modo che questo spazio sia un posto di cultura per convegni, presentazione di libri e concerti di elevato spessore.

Vedo che non hai riportato l’autore del post ma solo chi si è limitato a condividerlo (cioè il sottoscritto).

Disattenzione su disattenzione, dunque…o semplicemente carenza di completa informazione, o magari informazione parziale, chiamala come vuoi.

Ebbene, per completezza di informazione e per il rispetto che credo sia dovuto ai lettori della Tua rivista, va detto che l’autore di quel post è l’“Associazione Culturale Roccella com’era” che rappresenta un fiore all’occhiello della nostra cittadina e di cui fanno parte seri professionisti di assoluto valore che da anni, fra le varie e prestigiose iniziative che hanno portato avanti con successo, studiano anche la storia del “Castello Carafa”.

Ma soprattutto, ai fini che interessano, la suddetta associazione nulla ha a che fare con il mio gruppo politico che, invece, prende il nome di Roccella Futura.

Anche per tali ragioni non capisco dove si possa riscontrare polemica stupida (ed eventualmente da parte di chi…e per cosa? per aver condiviso un post?....(volendo ovviamente augurarmi che gli obiettivi non siano diversi).

Concludo con due brevi puntualizzazioni su quello che scrivi:
1)    Non era mia intenzione candidarmi a Sindaco della Città, ma c’è tanta gente che me lo chiede.
2)    Stupido è il pensiero di chi ipotizza che una coalizione che intende partecipare alle elezioni amministrative non abbia un programma, anzi ridicolo. 

Sia il programma che il relativo progetto politico ci sono e sono molto ambiziosi e, a mio avviso, di altissimo livello e saranno  presentati nei tempi e nei modi dovuti.

Questo è il mio ed il nostro pensiero se vuoi certamente sempre opinabile.

Non ti rubo altro tempo visto che sia tu che io abbiamo cose molto più importanti di cui occuparci.

                                 Ti saluto con la stima di sempre
                                                Gabriele Alvaro

mercoledì 9 gennaio 2019

RITORNO A PARLARE DELLA "NOTTE BRAVA" DI NATALE NELLA CHIESA DEL CASTELLO



Mi corre l'obbligo di dover riparlare di ciò che è accaduto nella Chiesa del Castello la Notte tra Natale e Santo Stefano all'indomani di quanto letto sul quotidiano "La Riviera" distribuito domenica scorsa. 

L'oggetto della discussione è la "notte brava" a base di musica da discoteca, fumo e alcol, tenutasi il 25 dicembre all'interno della Chiesa Matrice del Castello, chiesa costruita con materiali e criteri che richiamano l'epoca medievale e che mai e poi mai può essere destinata a queste tipo di manifestazioni, in virtù anche di un regolamento approvato in Consiglio Comunale dalle stesse persone che hanno autorizzato lo svolgimento di tale assurda iniziativa.

Ribadisco che siamo di fronte ad una serata "da sballo", di puro divertimento giovanile, tipica delle nostre discoteche nelle notti estive, con djset a dirigere luci psichedeliche e musica electro house e tecno, realizzata all'interno della Chiesa annessa al Castello Carafa e spacciata dagli organizzatori come serata di gala a scopo benefico, autorizzata dall'Amministrazione Comunale di Roccella Jonica che non si è nemmeno degnata di far vigilare il suo svolgimento attraverso la Società Jonica Multiservizi a cui ha dato mandato di gestione della struttura attraverso lauti contributi. 

Come sappiamo tutti la serata è stata un vero e proprio scempio per un luogo costato alla Comunità 22 milioni di euro, una serata che ha violato tutte le norme possibili della decenza civile e del regolamento comunale per la concessione in uso del Palazzo Carafa e Chiesa Matrice di cui sopra.

Dal Regolamento si è violato, in ordine, la potenza del suono consentita all'interno della chiesa, la capienza delle persone in numero di molto superiore al limite consentito, il divieto assoluto di fumare, la vendita non autorizzata, e senza il rilascio di nessun scontrino, di bevande e super alcolici; vendita questa smisurata che ha fatto perdere il controllo della ragione a diversi partecipanti, i quali, ubriachi fradici, all'uscita della festa, si sono messi a vomitare per terra e lungo la strada e a schiamazzare, bussare e suonare i campanelli alle sei del mattino ai residenti del posto. 

Una manifestazione folle ed inaudita per quel luogo, condannata all'unanimità dall'opinione pubblica, da diverse associazioni e com'è giusto che sia anche dagli altri gruppi politici roccellesi, dagli Attivisti 5 stelle a  "Roccella Futura", quest'ultima, più di tutti, ha motivo di irritarsi visto che ha, tra i suoi promotori, la consigliera Vanessa Riitano che ben conosce il regolamento di gestione di Chiesa e Castello, e, perdipiù, ha promosso lo scorso anno, insieme alla consigliera Chiara Melcore, un sondaggio sui social che ha visto la partecipazione di numerosi cittadini dire la propria in merito alla destinazione d'uso del Maniero Carafa, e di  certo nessuna proposta dei cittadini è stata cosi autolesionista da indicare nottate in stile "Lanterna azzurra" di Corinaldo.

L'amministrazione, probabilmente resasi conto della gravità dello sbaglio commesso, si è rinchiusa nel silenzio, dando mandato di difendere l'indifendibile a Rosario Condarcuri, editore della Riviera e titolare della ditta pubblicitaria PiGreco Comunication con cui la nostra amministrazione ha instaurato, in quest'ultimo anno, un rapporto di interesse non indifferente, attraverso l'affidamento della promozione delle iniziative "META Roccella" e "Natale al Castello", con un "giro d'affari" di parecchie migliaia di euro.

E' cosi ecco a voi come nasce l'indecoroso articolo di pagina 3 della Riviera di domenica scorsa, un articolo che tenta di giustificare dove giustificazione non c'è, con tesi senza fondamento ed argomentazioni da campagna elettorale a favore della maggioranza amministrativa di Roccella, una amministrazione che se a Giugno prossimo non verrà riconfermata farà perdere un bel po' di fatturato all'autore dell'articolo.

Capisco che Riviera e PiGreco sono società private che hanno la necessità di fare fatturato per andare avanti e poter offrire spesso servizi importanti di informazione e di promozione per il nostro territorio, però è davvero avvilente e sconfortante constatare servizi giornalistici divenuti merce di scambio e di favori, articoli manipolati da ragioni di interesse economico fra le parti e perciò per nulla credibili.

Caro Rosario Condarcuri mi permetto di darti un consiglio, seppur non oso minimamente paragonarmi al tuo alto livello di cultura e preparazione giornalistica: la prossima volta che farai degli articoli di questa portata ricordati di riportare sul frontespizio della pagina in questione la dicitura "informazione pubblicitaria", perchè i lettori è onesto che sappiano se stanno leggendo una opinione obiettiva e veritiera o un messaggio pubblicitario pagato dal committente.

domenica 6 gennaio 2019

IL COMITATO SAN ROCCO STASERA PROMOTORE DEL CONCERTO DEGLI ETHNOCLASSIC

Questa sera alle ore 18,00 al Palazzo Carafa si potrà assistere al Concerto di musica popolare Ethoclassic. 

Il gruppo, originario di San Donà di Piave, si ispira alla riscoperta dei canti meridionale, strumenti e valori antichi, una commistione di sound su ritmi di pizzica, tarantella e tammurriata.



Influenzato dalle musiche di Eugenio Bennato, Mimmo Cavallaro e dai Cantori di Carpino, il gruppo è composto da Gianni Costanzucci alla voce e alla chitarra battente, da Maria Vittoria Costanzucci Paolino alla voce, ai tamburi, cornice e danza e da Michele di Gesù alle tastiere.

Il Concerto è promosso dal Comitato Festa San Rocco di Roccella Jonica presieduto da Matteo Pio Gagliano.


sabato 5 gennaio 2019

DOMENICA MATTINA IN PIAZZA IL GAZEBO DI "GIOCATTOLI IN MOVIMENTO"


Domani mattina in piazza San Vittorio un'inedita iniziativa sarà proposta dal Movimento degli Attivisti 5 stelle di Roccella Jonica, già protagonisti in questi ultimi tempi di altre manifestazioni finalizzate alla solidarietà.



Come già annunciato in un precedente articolo (https://roccellasiamonoi.blogspot.com/2018/12/anche-roccella-il-6-gennaio-liniziativa.html ), gli organizzatori accoglieranno tutti i bambini che vorranno portare dei giochi che loro non utilizzano più, avendo la possibilità di ritirarne uno a loro piacimento fra quelli disponibili, portati da altri bambini. Dopo lo scambio, tutti i giocattoli rimasti verranno regalati ai bambini che nella nostra comunità non hanno la possibilità di acquistarli.

Si tratta di una iniziativa avanzata per il secondo anno consecutivo in tutta Italia in diverse piazze. Gli Attivisti 5 stelle di Roccella Jonica saranno l'unica piazza calabrese ad accogliere questa iniziativa, sicuri tutti nella sua ottima riuscita.


DUE STRAORDINARI SCATTI DI ANGELO LAGANA'

Un Lungomare così, a Reggio, non si vedeva da tanti tanti anni. Le Frecce Tricolori hanno richiamato in città decine di migliaia di persone da tutte le province calabresi e da gran parte della Sicilia. La via Marina, completamente chiusa al traffico in occasione della seconda “domenica sostenibile”, s’è gremita di circa 100.000 persone che nel pomeriggio hanno assistito incantate allo spettacolo dell’Air Show “Scilla & Cariddi” con l’esibizione delle celebri Frecce Tricolore.

.

.
.

.

.

VINCENZO MILANO CI REGALA L'ECLISSI SOLARE VISTA DAL CASTELLO

.

Oggi 20 marzo, nonostante le nuvole, abbiamo potuto assistere, dalle nove e mezza fino alle undici, all'eclissi di sole. Qui da noi il sole, "coperto" dall'ombra della luna, si è oscurato soltanto per il 41%. La prossima eclissi parziale avverrà nel 2026 mentre per avere un'altra eclissi solare totale dovremmo "attendere" fino al 2081.
Questo straordinario evento è stato filmato dal videomaker Vincenzo Milano del Laboratorio DreamLab Studio di Roccella Jonica dalla postazione della Torre di Pizzofalcone. Un video, montato e musicato con grande sapienza, capace di trasmettere un brivido di emozione.

FESTIVAL JAZZ: DALLA GRANDE ILLUSIONE ALL'IMPIETOSA REALTA'

.

.
Il regalo di Natale del M°. Angelo Laganà

OLTRAGGIO ALLA CITTA'

OLTRAGGIO ALLA CITTA'
OLTRAGGIO ALLA CITTA'. Foto di Angelo Laganà
Bellissimo video su Roccella Jonica realizzato e concesso da Roberto Naldi - operatore di ripresa per la RAI - di Empire 2000.

Fantasia e tanto divertimento per questo video davvero simpatico. Complimenti agli autori!

Fantasia e tanto divertimento per questo bel video sulla differenziata davvero molto simpatico. Complimenti agli autori
DOPO LA SOPPRESSIONE DEI TRENI CHE DALLA FASCIA IONICA DELLA CALABRIA PARTONO ED ARRIVANO DA TORINO E MILANO, TRENITALIA ED RFI HANNO DECISO DI SOPPRIMERE DAL PROSSIMO MESE DI DICEMBRE IL TRENO PER ROMA CREANDO COSI' UN ENORME DISAGIO PER TUTTI I VIAGGIATORI CHE DALLE GRANDI CITTA' SONO DIRETTI NELLE NOSTRA AMATA TERRA.



NESSUN POLITICO SI STA MUOVENDO, NESSUNA ISTITUZIONE STA CERCANDO DI TROVARE UNA SOLUZIONE.



TUTTO CIO' PROCURERA' NON SOLO UN PROBLEMA LOGISTICO PER LE MIGLIAIA DI PERSONE CHE CAUSA FORZA MAGGIORE VIVONO, STUDIANO O LAVORANO AL NORD ED AVRANNO MOLTE DIFFICOLTA' NEL RITORNARE A CASA, MA QUESTO PROVOCHERA' ANCHE UN INEVITABILE CALO NEL SETTORE DEL TURISMO, UNICO SOSTENTAMENTO NELLE ZONE DIMENTICATE DA POLITICA E POLITICANTI.



UN NETTO CALO DI TURISTI SI ERA GIA' AVVERTITO NEGLI SCORSI ANNI ANCHE E SOPRATTUTTO A CAUSA DELLE DIFFICOLTA' NEI TRASPORTI, MA ORA QUESTA DECISIONE CHE RITENIAMO ASSURDA E SENZA SENSO, AVRA' DEI RISVOLTI DISASTROSI PER TUTTI I PAESI CHE VANNO DA CATANZARO A REGGIO.



SE POLITICI COMPIACENTI NON HANNO INTENZIONE DI TROVARE UNA SOLUZIONE QUESTA VOLTA SONO SICURO CHE LA SPINTA DEBBA PARTIRE DAL BASSO E DA CHI VIVE ED AMA LA NOSTRA TERRA.



INSIEME POSSIAMO!



http://www.facebook.com/home.php?sk=group_168290399868580

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI
Quale sindaco mai oltre a lui stesso o a chi per lui avrebbe consentito una liquidazione cosi rapida a suo favore? Un ulteriore una tantum prelevato da un fondo "segreto e nascosto". Cari elettori meditate...Dedicato a tutte quelle associazioni che partecipano alle riunioni con l'amministrazione la quale puntualmente ricorda pressappoco cosi: "Non chiedete soldi perchè non ce ne sono!"

UN FACCIA A FACCIA CON IL SINDACO CERTOMA' DAI TONI ACUTI!

Due ore e un quarto di "scontro" verbale e dialettico senza esclusione e risparmio di colpi e di energie, l'incontro con il prof. Certomà è finito in una inevitabile bagarre, visto che di fronte c'era una persona (il sindaco di Roccella Jonica, completamente cambiato rispetto a 10 anni fa) che nega l'evidenza e lo stato reale delle cose, che ha cercato anche con paroli forti e becere (offendendo facendo l'offeso) di mettermi in difficoltà, ma che in difficoltà è caduto lui visto che non ha saputo rispondere a nulla "perchè io rispondo solo dei fatti che si sono verificati in questi 6 mesi che sono sindaco della città!!!"
E' una assoluta vergogna essere governati da persone non consapevoli che il commercio roccellese è allo sbando, gente che è convinta che il turismo in queste ultimi 15 anni è aumentato a dismisura e cieche davanti a tutte le opere abbandonate (bretella alla SS106, parco collina e parco giochi di via Zirgone, caserma e spogliatoi e parcheggi del porto, ospitaletto, mercato coperto, mercato ittico, area fitness, hotel Ariston, e ultima la piazzetta di via Aldo Moro!)
Io mi auguro di vero cuore che i roccellesi iniziano ad aprire gli occhi perchè, oggi più che mai, mi rendo conto di quanto l'amministrazione comunale e la cittadinanza è succube di Sisinio Zito ma, purtroppo, finchè ci sarà lui a manovrare i fili con l'unico intento di portare più risorse possibili alla sua associazione del festival jazz, Roccella non avrà speranza!!!
E pensare che sarebbe bastato che il Governo Prodi avesse varato la strabenedetta legge sul conflitto d'interesse a far si che il "nostro" senatore" si ritirasse dalla scena da solo!!!

16 ottobre 2005-16 ottobre 2009:4 anni dall'omicidio Fortugno."U cumpari du cumpari e to' cumpari!"

I VINCITORI DI ROCCELLA ON YOUTUBE

Tre straordinari video sono saliti sul podio in questa 2° edizione del Concorso curato da Mariagrazia Curciarello. Tre video, diversi fra loro, che li accomuna solo la volontà di valorizzare al massimo le risorse naturalistiche di Roccella Jonica, obiettivo riuscito appieno grazie alle idee che hanno sbizzarrito la fantasia degli autori, ma anche del montaggio del video, agli "attori" e agli ambienti.
Meritato primo posto per l'invenzione "Scirobetta" dal nome dei due cortiggiani del re Carafa che nel caldo estivo roccellese ha trovato rinfresco solo con questa speciale bibita a base dei nostri limoni... Simpaticissimi e bravissimi davvero tutti i ragazzini-attori che hanno recitato nel video. Con questo video credo che si mostra per la prima volta l'interno del nostro castello in via di restauro in rete. 10 e lode a Francesco Cappelleri, complimenti vivissimi.
Solo un'idea cosi innovativa poteva battere il vincitore dello scorso anno. Alessandro Neumann, dopo il simpaticissimo "U Pirozzu" con cui ha trionfato nella prima edizione, ha girato il secondo atto che si chiama "U tarantozzu" ed è ancora una volta uno strepitoso successo. Le suggestive immagini dal basso dei passi di taranta, dimostrano l'estro e il talento dell'autore che conferma molti dei protagonisti-attori de "U Pirozzu, che diventano delle vere e proprie macchiette. Non vedo già l'ora di vedere la terza parte il prossimo anno...
Da museo il terzo video classificato girato e montato da due giovani, Antonio Dimasi e Felice Guarneri, con lo zampino dei reperti "storici" fotografici dell'archivio dell'associazione "Roccella com'era". "Fra i ricordi di un passato" è la storia di due bambini che, attraverso stupende immagini del passato di Roccella Jonica che sembrano animarsi grazie agli effetti speciali degli autori, raccontano la vita di 50 anni fa del loro paese e alla fine, oggi, si chiedono... "Chissà come sarà fra 50 anni?" Bellissima colonna sonora e un invito a tutti di guardarlo, agli adulti per fargli rivivere meravigliose emozioni e ricordi e ai giovani per fargli scoprire la semplicità insieme al sorriso genuino che c'era una volta. Da pelle d'oca...
E adesso non ci resta che... ammirarli.

1° classificato Roccella on youtube "A SCIRUBETTA" di Francesco Cappelleri.

2° classificato Roccella on youtube "U TARANTOZZU" di Alessandro Neumann

3° classificato "FRA I RICORDI DI UN PASSATO" di Antonio Dimasi e felice Guarneri