Chi volesse inviarmi notizie, messaggi, comunicazioni di manifestazioni ed eventi da pubblicare sul blog può farlo attraverso la mail niko.25@hotmail.it



ELISIR - TRENTA ORE PER LA VITA A FAVORE DELL'OSPEDALE ANNUNZIATA DI COSENZA

.

Una camera d'ospedale non potrà mai sostituire una cameretta. Per questo stiamo realizzando il "Progetto HOME" destinato ai piccoli malati di tumore. Anche tu puoi aiutarci. Basta poco. Dal 30 marzo al 20 aprile 2014 sostieni il progetto con un SMS o con una chiamata da rete fissa al 45508.Fino al 31 ottobre 2014 puoi donare con carta di credito su www.trentaore.org o al numero verde 800.33.22.11.Alla posta versamento sul c.c. postale 571.000.Grazie alla tua donazione, farai sentire i bambini malati di tumore in ospedale #comeacasa

sabato 19 aprile 2014

SOLO I ROCCELLESI POSSONO FAR "ARRESTARE" QUESTI FURTI!!!

La deliberazione di Giunta. E' visibile a tutti l'assenza
del Vicesindaco Sisinio Zito e dell'assessore Vittorio Zito,
soci fondatori della Fondazione Rumori Mediterranei.
Proprio sul filo di lana è stato commesso l'ennesimo furto della legislatura quindicennale Zito! Quaranta giorni prima del voto, infatti, le amministrazioni uscenti non possono deliberare contributi da assegnare a Enti o Associazioni. Questa regola è entrata in vigore dal 15 Aprile. L'8 aprile la Giunta Comunale si è riunita in seduta con il segretario comunale per deliberare la liquidazione immediata di un acconto del 50% del contributo di 10 mila euro assegnato per le attività del festival jazz.

In buona sostanza il vicesindaco e presidente dell'Associazione Culturale Jonica, in chiaro e dimostrato conflitto di interessi (altrimenti perché mai quando la Giunta Comunale delibera a favore di questi contributi sono assenti sia zio che nipote???) si è creato, da anni, un un capitolo del bilancio (n.2082) nel quale vengono stanziati 10 mila euro che dalle tasche dei cittadini passano alle tasche del senatore Sisinio Zito.

La Delibera di Giunta con cui viene concesso
l'anticipo del 50% del contributo di 10 mila euro
per l'organizzazione del festival jazz 2014.
Quest'anno, per il secondo anno, di questi 10 mila euro, con largo anticipo rispetto all'organizzazione del festival jazz, viene richiesta l'anticipazione di 5 mila euro, operazione che viene compiuta giusto in tempo per eludere il periodo del blocco delle erogazioni.
E mentre aziende e associazioni aspettano di essere liquidate per forniture e prestazioni già da tempo fatturate al comune, il vicesindaco invece s'intasca in quattro e quattr'otto 5 mila euro senza nessuna fatturazione e rendicontazione come se niente fosse e nel massimo silenzio!!!

Un autentico furto che avviene ogni anno in maniera selvaggia e senza scrupoli, alla faccia di tutti i roccellesi chiamati a sversare sudore e sangue per le astronomiche tasse sulla casa e sulla spazzatura e alla faccia di chi non ce l'ha fatta a pagare e fra qualche mese gli verrà stretto ancora di più il cappio al collo con la notifica della cartella "pazza" con l'aggiunta di penale e mora. E alla faccia pure di un bilancio comunale al collasso a causa della loro allegra gestione basata sugli sperperi per curare i loro clientelismi.

Un prelievo, questo dei diecimila euro per il jazz, ch'è un'operazione truffaldina e scorretta oltre che indegna per almeno altri due motivi. La prima è che questa concessione risulta essere proposta e prelevata dai capitoli di bilancio riservati alle politiche sociali..

Il parere dell'Ufficio Politiche Sociali
Chiamasi politiche sociali quelle attività svolte da un'amministrazione comunale per garantire il benessere di ciascun singolo cittadino senza distinzione alcuna, pertanto affrontano problemi che hanno come obiettivo quello di migliorare le condizioni di vita di tutte le persone  L’obiettivo delle politiche sociali è quello di proteggere, tutelare e preservare i cittadini dai rischi sociali cioè da eventuali eventi che incidano negativamente sul star bene del cittadino (povertà, disoccupazione, analfabetismo, malattia, disabilità …).
Queste sono le politiche sociali che si affrontano in tutti i paesi civili. A Roccella Jonica, invece, le politiche sociali sono solo ed esclusivamente i 10 mila euro del jazz!!!

La seconda situazione, ancora più anomala e misteriosa, richiama alla responsabilità, oltre che della Giunta completamente persuasa e succube, anche di alcuni professionisti  del Comune di Roccella che hanno dato parere favorevole su questa richiesta per nulla trasparente.

Il parere dell'Ufficio ragioneria.
Si tratta del fatto che quest'anno, a differenza degli anni precedenti, la richiesta di contributo è pervenuta al Comune su richiesta della Fondazione Rumori mediterranei e non più dall'Associazione Culturale Jonica.
Possibile che nessuno dei funzionari comunali si è posto il problema di verificare il perché l'ACJ ha avuto la necessità di presentare richiesta con la sua "costola" e quindi con questa fantomatica "Fondazione"?
Possibile che dopo tutte le voci sempre più incessanti che girano nel paese (e non solo) del grosso indebitamento dell'Associazione Culturale Jonica nei confronti di Equitalia, nessuno ha posto un veto facendo finta di non intendere il bleffe dell'operazione?

Eppure gli attenti amici di "Roccella 365" avevano ben documentato e messo sull'avviso un po' tutti all'indomani dello scandalo di quest'estate con il prestito dei 138 mila euro concesso dal Comune all'associazione del vicesindaco.
Costarella & C. cosi avvertivano:
Durante il Consiglio Comunale, il “Vice” Sindaco Sisinio Zito, presidente dell’Associazione Culturale Jonica Onlus, in conclamata posizione di conflitto di interessi, ha avuto anche l’ardire di accusare la Regione Calabria di complotto contro il Festival Jazz quando, l’asserita colpa, che in verità costituisce merito, che ha avuto nel caso di specie la Regione Calabria, è stata quella di applicare la Legge, che impone la verifica di assenza di debiti presso Equitalia in capo ad un soggetto beneficiario prima dell’erogazione di soldi pubblici. A questo punto chiediamo con forza che il Comune di Roccella Jonica, considerato che oltre a soggetto anticipatore di somme è anche soggetto erogatore di contributi in favore dell’’Associazione Culturale Jonica Onlus, imponga a questa la presentazione dei bilanci e del DURC (ovvero la verifica di debiti nei confronti dell’Erario), di albergatori, di artisti e del personale che ha lavorato negli anni passati.
Penso che qui i cittadini devono avere il coraggio di bloccare questi soprusi e furti anche se sono sempre più convinto che la magistratura non rimarrà a guardare e si sta già muovendo...

CORDOGLIO NELL'ARCICONFRATERNITA DI SAN GIUSEPPE PER LA PERDITA DELLA CONSORELLA ELENA SANGREGORIO

Mercoledì scorso è venuta a mancare all'Ospedale di Bergamo in seguito a una grave malattia la signora Elena Sangregorio, mamma e nonna esemplare oltre che persona nutrita da forti sentimenti di umanità e fede.

Faceva parte da tantissimi anni dell'Arciconfraternita di San Giuseppe; il figlio Pasquale Mammone è l'attuale Vice priore della Congrega roccellese oltre che punto di riferimento del numeroso gruppo dei giovani confratelli e consorelle.

Porgiamo le nostre più sentite condoglianze partecipando con grande cordoglio al dolore di tutta la famiglia.

I funerali si terranno domani, giorno di Pasqua, alle ore 16,00 nella Chiesa Matrice.

SOSPESA LA PUBBLICAZIONE DE "L'ORA DELLA CALABRIA"

Nota del Direttore Luciano Regolo.

Purtroppo per la seconda volta in appena quattro mesi di lavoro giornalistico in Calabria devo pubblicamente denunciare un episodio grave ai danni della libertà di stampa, ma in questo caso anche contro l'esercizio dei diritti sindacali che colpisce la redazione dell'Ora e il sottoscritto. Essendo stati ieri proclamati tre giorni di sciopero per l'imminente rischio che la testata finisca in mano dello stampatore Umberto De Rose, principale creditore della C&C la casa che ci edita, lo stesso che la notte tra il 18 e il 19 febbraio faceva pressioni sull'editore perché mi spingesse a togliere la notizia relativa all'apertura di un'inchiesta giudiziaria sul figlio del senatore Gentile e annunciò poi un blocco delle rotative che impedì l'uscita del giornale, episodio per cui è indagato per "violenza privata" dalla Procura di Cosenza, il liquidatore, dott. Giuseppe Bilotta, ha annunciato via e-mail, alle 18.28 odierne, la cessazione delle pubblicazioni dell'Ora.
 
Tale gesto improvviso, sulla base di spiegazioni pretestuose, quale la necessità di non gravare con ulteriori spese di stampa il bilancio (nei tre giorni di sciopero non si sarebbe comunque andati in stampa), si configura come una ritorsione inaccettabile specialmente perché sia il Cdr sia il sottoscritto nel numero oggi in edicola avevamo destato la pubblica attenzione su alcuni aspetti poco chiari nelle modalità e nelle procedure di liquidazione stessa. Tale convincimento è suffragato anche dal fatto che il liquidatore, con scelta "totalitaria", annuncia anche la cessazione dell'attività online che non ha e non può avere alcun costo giornaliero sensibile ai fini del bilancio. Una scelta quindi solo dovuta alla volontà di mettere i bavagli alla redazione e al direttore dell'Ora.
 
Faccio notare altresì che meno di 24 ore prima, alle 20.01 di ieri, dell'e-mail che tacita l'Ora e il nostro sito, lo stesso Bilotta rassicurava l'intera redazione con una e-mail di cui ciascuno di noi conserva copia in cui annunciava che l'azienda avrebbe provveduto a pagare le spettanze dovute. Quindi, da un punto di vista contabile, non sollevava affatto il problema costituito dal costo del prosieguo delle pubblicazioni, che evidentemente è stato pretestuosamente tirato in ballo solo dopo la nostra protesta. 
 
Devo inoltre annunciare che questo non è il primo grave episodio registrato. La sera del 7 aprile, infatti, poiché il giorno prima il Cdr aveva pubblicato un proprio comunicato sul giornale dichiarando lo stato di agitazione sempre per la situazione oscura sul futuro della testata, avendolo io cercato al telefono mi disse che avrebbe interrotto le pubblicazioni poiché il sindacato aveva "osato" indire una protesta. Mi chiese anzi di annunciare questa sua decisione a tutti i miei colleghi, cosa che io feci. Quando si stava elevando la nostra protesta congiunta, venne in redazione l'ex editore, Alfredo Citrigno, chiedendo la comprensione dei colleghi e spiegando che il dott, Bilotta non sarebbe aduso alle relazioni sindacali e che era stato commesso un errore, annunciando infine l'annullamento della decisione ritorsiva.
 
Ma evidentemente non si trattava di mancanza di esperienza, c'è proprio la precisa volontà di impedire ogni replica e ogni attenzione su quanto si sta consumando ai danni di questa testata e di chi ci lavora, in spregio anche alle forme più elementari di rispetto, oltre che a diritti costituzionalmente garantiti, e ledendo la stessa dignità personale e professionale dei giornalisti, con metodi che ricordano quelli dittatoriali-ritorsivi del totalitarismo. Chiedo l'aiuto di tutti i colleghi calabresi e della stampa nazionale affinché ci sostengano in questa altra pagina oscura nel giornalismo di questa regione.
 
Luciano Regolo
direttore dell'Ora della Calabria

venerdì 18 aprile 2014

I DUE "MIMMO" CHE RIPORTERANNO LA DEMOCRAZIA A ROCCELLA JONICA



Nicola Ursino ha immortalato i "due Mimmo" al termine dell'assemblea del Partito Democratico di Roccella Jonica di martedì scorso che ha ufficializzato a tutti gli iscritti la candidatura a sindaco dell'avv. Mimmo Circosta della lista "Roccella bene comune".

Nel corso dell'assemblea l'on. Mimmo Bova, segretario del Circolo Democratico e l'avv. Mimmo Circosta hanno presentato a tutti gli iscritti anche i candidati a consigliere comunale designati dal Partito: Vanessa Riitano, Patrizia Suraci, Nicola Ursino e Nicola Iervasi.

LA STRAORDINARIA CORNICE DEL "COENA DOMINI" IN CHIESA MATRICE

Ci complimentiamo vivamente per la creatività di padre Francesco Carlino e di tutti i suoi bravissimi "angeli" che collaborano con il nostro parroco per la preparazione delle più belle e artistiche funzioni religiose nella cattedrale di San Nicola di Bari di Roccella.

E' grazie a loro che le Festività più importanti dell'anno diventano suggestive, affascinano e coinvolgono tutti fedeli, anche i più piccoli. E' il caso della Nascita di Gesù come per l'Infiorata del Corpus Domini e come per l'Ultima Cena del Giovedì Santo.

Ieri sera infatti nella Chiesa Matrice in occasione della Santa Messa in "Coena Domini" delle ore 19,00 l'Altare è stato realizzato con delle straordinarie creazioni floreali con intorno la rappresentazione del Cenacolo di Gesù. Una  meravigliosa cornice che ha reso sicuramente più coinvolgente e suggestiva la Celebrazione Eucaristica dell'Ultima Cena di Gesù.

Complimenti ancora e auguri di Buona Pasqua!!!


Il Collettivo di Musicisti della Locride (Mulo) entusiasma il pubblico

Grande entusiasmo per Francesco Loccisano, Fabio Macagnino, Mujura e QuartAumentata per la prima volta insieme, sotto la sigla Collettivo Mulo, martedì scorso, sul palco del Piccolo Teatro di Roccella Ionica (RC). Il collettivo di Musicisti della Locride, tra differenze e affinità, propone un cammino all’insegna della condivisione artistica che ha già conquistato il numeroso pubblico presente.

I progetti musicali di Loccisano, Macagnino, Mujura e QuartAumentata hanno seguito percorsi paralleli senza mai incontrarsi davvero, se non in sporadiche occasioni, come invece accade ora. «Questo vuole essere l’inizio di percorso che porterà a un dialogo sempre più fitto tra gli artisti che condividono non solo un territorio, ma un’idea di arte, una visione del mondo!» hanno detto i musicisti.

Loccisano con la magia della sua chitarra battente ha aperto un concerto dalle molteplici sfumature musicali, in cui si sono alternati il cantautorato folk di Macagnino a quello di Mujura, fino al sound etno-pop dei QuartAumentata. Il loro miglior repertorio rivisitato attraverso le loro differenti esperienze artistiche, in una grande jam session densa di contaminazioni e suggestioni. Per tutta la durata dello spettacolo, Loccisano, Macagnino, Mujura e i Quarta hanno suonato insieme fondendo i loro diversi stili musicali e dando vita a un originale mix di suoni.

Uno spettacolo interamente autoprodotto, che ha visto ospiti Ruggero Malgeri, “Micuicola” e Nino Racco, realizzato con la collaborazione di FM Eventi di Filippo Montalto, le riprese audio di Alessandro Luvarà, le riprese video di Aldo Albanese e Vincenzo Milano, la fotografia di Elio Carrozza, la grafica di Gabriella Maiolo, e Ilenia Caccamo.

UNA PROPOSTA LODEVOLE DEL MOVIMENTO 5 STELLE

Il Meetup M5S Costa dei Gelsomini, in vista delle elezioni europee e comunali del 25 maggio 2014, con formale richiesta scritta sta invitando le amministrazioni comunali del comprensorio a voler procedere ad un pubblico sorteggio, esclusivamente tra i cittadini disoccupati, famiglie monoreddito, iscritti all'apposito Albo, per designare gli scrutatori da assegnare ai seggi elettorali. Medesima iniziativa hanno intrapreso altri meetup della Calabria e della Sicilia.

Anche il Meetup M5S Roccella Jonica, facendo parte del medesimo gruppo di cittadini attivi, ha invitato, in data 16 Aprile 2014, la commissione elettorale del Comune di Roccella Jonica a prendere in considerazione la nostra più che ragionevole proposta, considerando la possibilità di adottare come requisito per la nomina degli scrutatori la condizione di disoccupazione e comunque l’appartenenza ad un nucleo familiare con reddito Isee inferiore ai 10.766,33 euro (criterio per fruire del gratuito patrocinio), oltre a quelli previsti dalla legislazione vigente.

Ci rimettiamo al buon senso della commissione elettorale, sperando in un gioioso accoglimento.

Si noti bene, che questa proposta, non è di unica proprietà del M5S, qualsiasi amministrazione comunale di tutta Italia, di qualsiasi schieramento politico, può avvalersi di tale iniziativa.

In allegato rilasciamo il link per il download del regolamento presentato ai comuni del comprensorio jonico calabro chiamato "Costa dei Gelsomini": https://www.dropbox.com/s/71rzw5esk28t1i2/REGOLAMENTO%20SCRUTATORI.doc 
 
 

giovedì 17 aprile 2014

LE CELEBRAZIONI PASQUALI A ROCCELLA JONICA

I parroci Padre Francesco Carlino e Don Giuseppe Raco, in collaborazione con le associazioni cattoliche, i Comitati Festa, l'Arciconfraternita di San Giuseppe e dei fedeli rinnova il Triduo Pasquale con le seguenti celebrazioni:

Giovedì 17 Aprile - Giovedì Santo:
ore 17,00: Santa Messa in "Coena Domini" presso la Chiesa del Borgo;
ore 18,00: Santa Messa in "Coena Domini" presso la Chiesa della Marina;
ore 19,00: Santa Messa in "Coena Domini" presso la Chiesa Matrice;
ore 21,00: Veglia di preghiera presso l'Altare della Reposizione in Chiesa Marina;
ore 22,30: Veglia di preghiera presso l'Altare della reposizione in Chiesa Matrice.

Venerdì 18 Aprile - Venerdì Santo:
ore 15,00 Solenne Liturgia del Venerdì Santo "In Morte Domini" in chiesa Matrice con la tradizionale chiamata della Madonna Addolorata. Alla fine della paraliturgia Solenne Processione al Calvario con il Cristo Morto e l'Addolorata. Al rientro in chiesa Matrice, avrà luogo la suggestiva liturgia della Sepoltura di Cristo.
Ore 15,00: Solenne Liturgia del Venerdì Santo "In morte Domini" in chiesa Marina.

Sabato 19 aprile - Sabato Santo:
ore 22,30: Solenne Veglia Pasquale "In Resurrectione Domini" in chiesa Marina;
ore 23,00: Solenne Veglia pasquale "in Resurrectione Domini" in chiesa Matrice.

Domenica 20 Aprile - Domenica di Pasqua:
ore 7,00: Santa Messa in chiesa Marina;
ore 8,00: Santa Messa al Borgo;
ore 10,00: Santa Messa in chiesa Marina;
ore 10,00: Santa Messa in chiesa Matrice a cui farà seguito il tradizionale rito della " 'Ncrinata " con suggestiva Processione per le vie del paese.
ore 18,30: Santa Messa di chiusura del Sacro Triduo Pasquale.

.

.
Il regalo di Natale del M°. Angelo Laganà

OLTRAGGIO ALLA CITTA'

OLTRAGGIO ALLA CITTA'
OLTRAGGIO ALLA CITTA'. Foto di Angelo Laganà
Bellissimo video su Roccella Jonica realizzato e concesso da Roberto Naldi - operatore di ripresa per la RAI - di Empire 2000.

.

.

Fantasia e tanto divertimento per questo video davvero simpatico. Complimenti agli autori!

Fantasia e tanto divertimento per questo bel video sulla differenziata davvero molto simpatico. Complimenti agli autori
L'importante è che gli artisti del Jazz (con tutto il rispetto per gli artisti del Jazz) dormano nell'hotel a 5 stelle!!!

DOPO LA SOPPRESSIONE DEI TRENI CHE DALLA FASCIA IONICA DELLA CALABRIA PARTONO ED ARRIVANO DA TORINO E MILANO, TRENITALIA ED RFI HANNO DECISO DI SOPPRIMERE DAL PROSSIMO MESE DI DICEMBRE IL TRENO PER ROMA CREANDO COSI' UN ENORME DISAGIO PER TUTTI I VIAGGIATORI CHE DALLE GRANDI CITTA' SONO DIRETTI NELLE NOSTRA AMATA TERRA.



NESSUN POLITICO SI STA MUOVENDO, NESSUNA ISTITUZIONE STA CERCANDO DI TROVARE UNA SOLUZIONE.



TUTTO CIO' PROCURERA' NON SOLO UN PROBLEMA LOGISTICO PER LE MIGLIAIA DI PERSONE CHE CAUSA FORZA MAGGIORE VIVONO, STUDIANO O LAVORANO AL NORD ED AVRANNO MOLTE DIFFICOLTA' NEL RITORNARE A CASA, MA QUESTO PROVOCHERA' ANCHE UN INEVITABILE CALO NEL SETTORE DEL TURISMO, UNICO SOSTENTAMENTO NELLE ZONE DIMENTICATE DA POLITICA E POLITICANTI.



UN NETTO CALO DI TURISTI SI ERA GIA' AVVERTITO NEGLI SCORSI ANNI ANCHE E SOPRATTUTTO A CAUSA DELLE DIFFICOLTA' NEI TRASPORTI, MA ORA QUESTA DECISIONE CHE RITENIAMO ASSURDA E SENZA SENSO, AVRA' DEI RISVOLTI DISASTROSI PER TUTTI I PAESI CHE VANNO DA CATANZARO A REGGIO.



SE POLITICI COMPIACENTI NON HANNO INTENZIONE DI TROVARE UNA SOLUZIONE QUESTA VOLTA SONO SICURO CHE LA SPINTA DEBBA PARTIRE DAL BASSO E DA CHI VIVE ED AMA LA NOSTRA TERRA.



INSIEME POSSIAMO!



http://www.facebook.com/home.php?sk=group_168290399868580

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI
Quale sindaco mai oltre a lui stesso o a chi per lui avrebbe consentito una liquidazione cosi rapida a suo favore? Un ulteriore una tantum prelevato da un fondo "segreto e nascosto". Cari elettori meditate...Dedicato a tutte quelle associazioni che partecipano alle riunioni con l'amministrazione la quale puntualmente ricorda pressappoco cosi: "Non chiedete soldi perchè non ce ne sono!"

UN FACCIA A FACCIA CON IL SINDACO CERTOMA' DAI TONI ACUTI!

Due ore e un quarto di "scontro" verbale e dialettico senza esclusione e risparmio di colpi e di energie, l'incontro con il prof. Certomà è finito in una inevitabile bagarre, visto che di fronte c'era una persona (il sindaco di Roccella Jonica, completamente cambiato rispetto a 10 anni fa) che nega l'evidenza e lo stato reale delle cose, che ha cercato anche con paroli forti e becere (offendendo facendo l'offeso) di mettermi in difficoltà, ma che in difficoltà è caduto lui visto che non ha saputo rispondere a nulla "perchè io rispondo solo dei fatti che si sono verificati in questi 6 mesi che sono sindaco della città!!!"
E' una assoluta vergogna essere governati da persone non consapevoli che il commercio roccellese è allo sbando, gente che è convinta che il turismo in queste ultimi 15 anni è aumentato a dismisura e cieche davanti a tutte le opere abbandonate (bretella alla SS106, parco collina e parco giochi di via Zirgone, caserma e spogliatoi e parcheggi del porto, ospitaletto, mercato coperto, mercato ittico, area fitness, hotel Ariston, e ultima la piazzetta di via Aldo Moro!)
Io mi auguro di vero cuore che i roccellesi iniziano ad aprire gli occhi perchè, oggi più che mai, mi rendo conto di quanto l'amministrazione comunale e la cittadinanza è succube di Sisinio Zito ma, purtroppo, finchè ci sarà lui a manovrare i fili con l'unico intento di portare più risorse possibili alla sua associazione del festival jazz, Roccella non avrà speranza!!!
E pensare che sarebbe bastato che il Governo Prodi avesse varato la strabenedetta legge sul conflitto d'interesse a far si che il "nostro" senatore" si ritirasse dalla scena da solo!!!

16 ottobre 2005-16 ottobre 2009:4 anni dall'omicidio Fortugno."U cumpari du cumpari e to' cumpari!"

I VINCITORI DI ROCCELLA ON YOUTUBE

Tre straordinari video sono saliti sul podio in questa 2° edizione del Concorso curato da Mariagrazia Curciarello. Tre video, diversi fra loro, che li accomuna solo la volontà di valorizzare al massimo le risorse naturalistiche di Roccella Jonica, obiettivo riuscito appieno grazie alle idee che hanno sbizzarrito la fantasia degli autori, ma anche del montaggio del video, agli "attori" e agli ambienti.
Meritato primo posto per l'invenzione "Scirobetta" dal nome dei due cortiggiani del re Carafa che nel caldo estivo roccellese ha trovato rinfresco solo con questa speciale bibita a base dei nostri limoni... Simpaticissimi e bravissimi davvero tutti i ragazzini-attori che hanno recitato nel video. Con questo video credo che si mostra per la prima volta l'interno del nostro castello in via di restauro in rete. 10 e lode a Francesco Cappelleri, complimenti vivissimi.
Solo un'idea cosi innovativa poteva battere il vincitore dello scorso anno. Alessandro Neumann, dopo il simpaticissimo "U Pirozzu" con cui ha trionfato nella prima edizione, ha girato il secondo atto che si chiama "U tarantozzu" ed è ancora una volta uno strepitoso successo. Le suggestive immagini dal basso dei passi di taranta, dimostrano l'estro e il talento dell'autore che conferma molti dei protagonisti-attori de "U Pirozzu, che diventano delle vere e proprie macchiette. Non vedo già l'ora di vedere la terza parte il prossimo anno...
Da museo il terzo video classificato girato e montato da due giovani, Antonio Dimasi e Felice Guarneri, con lo zampino dei reperti "storici" fotografici dell'archivio dell'associazione "Roccella com'era". "Fra i ricordi di un passato" è la storia di due bambini che, attraverso stupende immagini del passato di Roccella Jonica che sembrano animarsi grazie agli effetti speciali degli autori, raccontano la vita di 50 anni fa del loro paese e alla fine, oggi, si chiedono... "Chissà come sarà fra 50 anni?" Bellissima colonna sonora e un invito a tutti di guardarlo, agli adulti per fargli rivivere meravigliose emozioni e ricordi e ai giovani per fargli scoprire la semplicità insieme al sorriso genuino che c'era una volta. Da pelle d'oca...
E adesso non ci resta che... ammirarli.

1° classificato Roccella on youtube "A SCIRUBETTA" di Francesco Cappelleri.

2° classificato Roccella on youtube "U TARANTOZZU" di Alessandro Neumann

3° classificato "FRA I RICORDI DI UN PASSATO" di Antonio Dimasi e felice Guarneri

Manifesto di ringraziamento di "Roccella prima di tutto"

A tre settimane dalle elezioni finite, la lista vincente ha affisso il manifesto di ringraziamento agli elettori. Fra i tanti bla bla bla non poteva mancare il concetto stonato:
"Si è trattato anche di una vittoria che ha confermato la grande maturità dell'elettorato di Roccella che ha deciso di premiare la lista che si presentava come la più capace ad amministrare il paese".
In un solo concetto si sono sparate due "caglie":
1) Il definire maturo il 40% che ha votato Zito mi sembra offensivo nei confronti del 60% che non lo ha votato. Io e sicuramente gli altri 59 su cento non crediamo affatto di essere immaturi, anzi orgogliosamente ci sentiamo coraggiosi e ambiziosi di volere una Roccella diversa da questi ultimi dieci anni!!!
2) E' patetico e sconcertante assistere a cosi tanta vanità e banalità (Mi vantu e vantu eu quantu bellu sugnu eu!!!). Questa gente mi sa che la semplicità e la modestia non sa dove sta di casa!!! Chiunque altro sia stato, per un principio di correttezza e di fiducia avrebbe scritto: "La lista vincente ringrazia l'elettorato e promette di farsi garante e lavorare a favore di tutti i cittadini roccellesi, indistintamente da chi ha votato questa lista e chi no..."
Comunque cara lista "Roccella prima di tutto" anch'io per tutta la campagna elettorale vi ho promosso...
Nell'andare in giro per Roccella non facevo altro che cantare la canzone: "Senatore siamo con te... Me no male che Siso c'è!!!"
Provate anche voi a farlo, mettendo al posto di presidente - senatore e al posto di Silvio - Siso... calza a pennello!!!
Spero possa essere il mio augurio di buon lavoro a "Roccella prima di tutto"!!!