Chi volesse inviarmi notizie, messaggi, comunicazioni di manifestazioni ed eventi da pubblicare sul blog può farlo attraverso la mail niko.25@hotmail.it



FESTIVAL JAZZ: DALLA GRANDE ILLUSIONE ALL'IMPIETOSA REALTA'

lunedì 29 settembre 2014

MOSTRA SUI CARAFA


L'Associazione "Roccella Com'era" dal mese di ottobre 2014 si mette a disposizione per far visitare a tutti la Mostra permanente sui Carafa che si trova nei locali della Casa della Cultura "Gaetano Cingari", sita a Roccella Jonica, nel rione storico del Borgo, in via Garibaldi, 30.

Si accettano gruppi di almeno 5 persone.

Per le richieste è possibile contattare i seguenti numeri: 320 0245874 (prof. G. Guarneri) - 389 1647321 (prof. A. Simone). L'appello è rivolto soprattutto alle scuole del territorio, in particolare a quelle che si trovano nei centri che ricadevano nello Stato feudale della famiglia Carafa. Per motivi logistici sarà accettata una classe per volta.

OGGI LA DERATTIZZAZIONE

Con l'intento di informare quanta più gente possibile mi permetto di copiare ed incollare l'avviso pubblico che, finalmente, dopo le sollecitazioni di questo blog, è stato affisso anche sulle bacheche pubbliche con un manifestino un po' più vistoso del solito.

Si tratta della campagna di disinfezione, disinfestazione e derattizzazione in corso di svolgimento sul territorio comunale a partire da stamattina da parte dell'ASP: n.5 di Reggio Calabria e del Comune di Roccella Jonica.

Gli avvertimenti alla cittadina ogni volta sono sempre gli stessi: "fare attenzione alle esche depositate all’interno di contenitori-distributori sotto forma di bocconcini in pasta fresca preconfezionati di colore blu, molto efficaci ed appetibili per i topi, e di allontanare gli animali domestici dal luogo della loro deposizione.
 
Il prodotto utilizzato e’ a base di anticoagulante e provoca la morte del roditore per emorragia interna dopo alcuni giorni dalla ingestione.
 
In caso di rischio accidentale per le persone e per gli animali l’antidoto specifico e’ la vitamina K1.
 
Eventuali rifiuti di esche o spoglie di roditori giacenti sul terreno saranno smaltiti dal personale comunale preposto dopo il completamento delle operazioni di derattizzazione nel rispetto del protocollo di lavoro e secondo le disposizioni di legge in vigore (art. 1 ord. 18/12/2008 e s.m.)".

domenica 28 settembre 2014

ARBITRO (E GUARDALINEE) BATTE ROCCELLA 3 A 1

Una sconfitta assolutamente immeritata per il Roccella nel derby con l'Hinterreggio, partita decisa dalle decisioni dell'arbitro e del guardalinee assolutamente inspiegabili ed assurde.

Primo tempo equilibrato con una piccolissima supremazia di portamento di palla degli ospiti dovuta alla maggiore esperienza nella categoria, seppur le migliori occasioni, con tre limpide palle gol, siano venute dal Roccella.

Equilibrio rotto ad inizio secondo tempo dall'espulsione per un semplicissimo scontro a metà campo del roccellese Laharibi che fino a quel momento aveva condotto una gara autorevole ad altissimo livello (sue due delle tre palle gol del primo tempo), costretto ad uscire dal campo con le lacrime agli occhi.

Erano passati appena 8 minuti del secondo tempo e la partita, correttissima fino a quel momento, cambia registro, non certo per colpa del Roccella ma sempre a causa del direttore di gara (c'era bisogno di scomodare un arbitro addirittura della sezione di Milano per un arbitraggio cosi pessimo!!!) che dopo un nuovo scontro a centrocampo, chiamato dal guardalinee, decide di espellere l'allenatore Galati, e, ancora non pago, dopo ancora tre minuti cartellino rosso, incredibile, per l'amaranto Cassaro.

 In 9 contro 11 la gara perde totalmente degli equilibri che l'ha caratterizzata per un'ora di gioco e diventa nervosa più che mai. Per espellere anche un giocatore dell'Hinterreggio l'arbitro ha dovuto vedere il sangue venire giu a fiumi dal naso di un giocatore amaranto che ha subito un fallaccio dal giocatore Scoppetta.

In inferiorità numerica, inevitabilmente, il Roccella è obbligato a concedere degli svarioni e proprio su due di questi che nascono i gol dei reggini (Lavredi al 21° e Gallon al 38°).
Il Roccella non si arrende, gioca con grande determinazione e i giocatori danno tutta l'energia possibile tant'è che riescono ad accorciare le distanze con Maiete su un bellissimo calcio di punizione. A tempo scaduto, con il Roccella proiettato in avanti nel tentativo del pareggio, l'Hinterreggio segna il 3 a 1 con Forgione.

Una partita con un Roccella pimpante, mai domo, messo bene in campo e molto determinato che solo l'ingiustizia di un arbitraggio scandaloso ha deciso a favore degli ospiti allenati dall'ex allenatore del Roccella Ferraro.

Il Roccella rimane a 4 punti e domenica prossima nuovo derby contro la Nuova Gioiese che oggi ha vinto fuori casa a Sorrento ed in classifica ha un punto in più di noi.

PAPA FRANCESCO: "IL NONNO E' PADRE DUE VOLTE E LA NONNA MADRE DUE VOLTE"

“Benedetto XVI in Vaticano è come avere un nonno saggio in casa”

Papa: abbandono anziani è eutanasia nascosta

È un "effetto della cultura dello scarto che fa molto male a questo mondo. Si scartano i bambini, si scartano i giovani", e "si scartano gli anziani". Il Papa Emerito Benedetto XVI e 30mila anziani hanno accolto Francesco in piazza San Pietro dove si svolge la Festa dei nonni promossa dal Pontificio Consiglio per la Famiglia. "Un popolo che non custodisce i nonni e non li tratta bene è un popolo che non ha futuro", ha detto Francesco. "Perché - ha aggiunto - perde la memoria, strappa le radici"

"La violenza sugli anziani è disumana, come quella sui bambini". Così Papa Francesco in piazza San Pietro per l'incontro coi nonni del mondo organizzato dal Pontificio Consiglio per la famiglia.

"Ma Dio non vi abbandona", ha aggiunto Bergoglio, "continuerete a essere memoria del vostro popolo, e anche per noi, per la grande famiglia della Chiesa".

"Beate quelle famiglie che hanno i nonni vicini". "Il nonno - ha aggiunto - è padre due volte e la nonna è madre due volte".

"Ben vengano le case per gli anziani, purché siano davvero case, e non prigioni. E siano per gli anziani, e non per gli interessi di qualcun altro. Non ci devono essere istituti dove gli anziani vivano dimenticati".

Il Papa ha citato la testimonianza di un anziano fuggito dall'Iraq a causa delle persecuzioni anticristiane. "Gli anziani che hanno fede sono come alberi che continuano a portare frutti ma possono esserci gravi forma di discriminazioni", ha detto. E ricordando il viaggio della settimana scorsa a Tirana, ha aggiunto: "il nonno è padre due volte e la nonna madre due volte, nei Paesi dove c'erano persecuzioni, in Europa, e penso all'Albania dove sono andato domenica, sono stati proprio i nonni a portare i bambini a battezzarsi. Bravi: sono stati bravi nelle persecuzioni e hanno salvato la fede".
"L'immagine più bella - ha concluso papa Francesco - è un nonno che accarezza un bambino e il bambino che accarezza il suo nonno".

Numerosi e importanti gli artisti che hanno aderito alla festa e mentre dal Sagrato della Basilica Vaticana arrivava a piedi Bergoglio si stava esibendo Andrea Bocelli che aveva appena intonato "Con te partirò".

Il Papa, accompagnato dal prefetto della Casa Pontificia, Georg Gaenswein, è andato subito a salutare il predecessore, che aveva compiuto poco prima lo stesso percorso accompagnato da un cerimoniere pontificio, per prendere posto con lui nei primi posti a destra, prima dei cardinali. Insieme hanno ascoltato anche Massimo Ranieri che ha cantato per gli anziani "Ti voglio bene assai" e Claudio Baglioni che ha eseguito "Strada facendo".

"Ringrazio specialmente per la presenza del Papa Emerito Benedetto XVI; ho detto tante volte che mi piaceva tanto che lui abitasse in Vaticano, perché era come avere il nonno saggio in casa", ha detto il Pontefice al termine delle testimonianze e delle canzoni nella Festa.

venerdì 26 settembre 2014

UNA GIORNATA ECOLOGICA PRO FORMA

Hanno lasciato il parco giochi dei bambini nella più totale incuria per tutta l'estate, oltre che nella sporcizia anche con i giochi divelti, spesso pericolosi per i bimbi; questo blog aveva invitato l'amministrazione a montare qualche vespasiano per consentire agli ambulanti, e non solo, di poter usare i servizi igienici, e quando ho suggerito di utilizzare quelli che c'erano al campo sportivo il giorno dopo li hanno fatti sparire non portandoli di certo nel lungomare...

Cosicché il parco giochi è diventato pure bagno, camera da letto e cucina per le tante persone "senza tetto" che quest'anno popolavano il lungomare la notte con le loro mercanzie.

Cosi come non vediamo da anni un operatore ecologico nelle zone alte di Roccella, ma neanche nelle arterie più importanti del paese (quest'anno erbacce e sporcizia hanno dominato in lungo e in largo!!!) non si è vista traccia di operatore ecologico, né stabile né vaucher, neanche nell'area del parco giochi.

In questi giorni addirittura è nato su facebook un gruppo dal titolo "La vergogna del parco giochi di Roccella Jonica" (https://www.facebook.com/pages/La-vergogna-del-parco-giochi-di-Roccella-Ionica/129362013780389?fref=ts) con il chiaro intento di non tollerare più la situazione di grave abbandono in cui versa l'area considerato ch'è, nonostante tutto, è frequentata dalle famiglie con l'alto rischio che qualche bambino si faccia male.

Con tutto ciò i nostri amministratori che fanno? Per prenderci tutti in giro organizzano la loro "passerella ecologica" per le tv e i giornali (visto che è necessario per l'ottenimento della bandiera blu organizzare periodicamente delle giornate di sensibilizzazione a favore del rispetto dell'ambiente) domani mattina proprio nel parco giochi dei bambini.

Questo è quello che succede quando determinate cose si fanno non per convinzione ma per salvare l'apparenza e la faccia. Anche se, in questo caso, ci vuole davvero una buona dose di faccia tosta!!!

giovedì 25 settembre 2014

"PICCOLE STORIE" DI PINO CARELLA IN TRASFERTA A SANTENA (TO)

In occasione del 50esimo anniversario della solenne festività dei Santi Medici Cosma Damiano nella città di Santena in provincia di Torino, dove è presente una numerosa comunità di calabresi (400 famiglie provenienti solo da Riace), Pino Carella insieme a Geny Blefari realizzeranno due interessanti puntate di "Piccole Storie", il fortunato format ideato da Carella che in due anni ha fatto conoscere delle suggestive e toccanti storie di vita di persone che con la loro semplicità ed umiltà sono stati in qualche modo protagonisti in positivo del cambiamento della società in cui sono vissuti.

Dal 24 al 28 settembre Pino Carella al microfono e Geny Blefari alla telecamera incontreranno tantissimi emigrati calabresi molto legati alla loro terra natìa seppur ormai radicati nell'ambiente piemontese dove hanno trovato lavoro e in cui hanno cresciuto le loro famiglie.

Le storie di tante persone che con le lacrime agli occhi e con coraggio sono partite tanti anni fa con una valigia di speranze verso il Nord Italia in cerca di occupazione e, rimboccandosi le maniche e con tanti sacrifici, hanno trovato una collocazione per un futuro dignitoso per la loro famiglia.



La festa di San Cosimo e Damiano a Santena è momento molto sentito per la folta comunità riacese e calabrese in terra piemontese, tant'è che per la giornata conclusiva del 28 settembre è prevista la presenza del sindaco di Riace, Domenico Lucano, del sindaco di Stignano, Francesco Candia e del ministro per gli affari regionali e le autonomie on. Maria Carmela Lanzetta.

Chiuderà la serata lo spettacolo musicale di Marcello Cirillo, che come sappiamo tutti ha origini cauloniesi, con l'orchestra di Demo Morselli.

Le due puntate di "Piccole Storie" che Pino Carella registrerà a Santena andranno in onda su Telemia Sabato 4 e 11 Ottobre.

mercoledì 24 settembre 2014

IL TRASFERIMENTO DEL PEDIATRA BOMBARDIERI METTE IN DIFFICOLTA' MOLTE FAMIGLIE ROCCELLESI E NON SOLO.

Dall'8 settembre 2014 il dr. Ilario Bombardieri, pediatra da diversi anni al servizio dell'ASP di Reggio Calabria e medico condotto per i bambini fino ai sei anni (ma in alcuni casi anche ragazzi fino ai 14) di molte famiglie della nostra zona, ha preso servizio presso l'ambulatorio comunale di Bulgarograsso in provincia di Como.

Nella porta del suo ex ambulatorio di Grotteria Mare dal 25 Agosto 2014 c'è l'avviso a tutti i suoi pazienti del suo trasferimento con l'invito alle famiglie di rivolgersi all'Asp territoriale per poter fare il cambio immediato del medico.

Il dottore Bombardieri ha fatto tutto come da prassi considerato che ha dato la comunicazione della sua necessità di trasferimento il 6 agosto scorso (poco tempo???), ma ancora ad oggi l'ASP non ha provveduto nè alla sostituzione del pediatra mancante nella zona nè ad indirizzare le utenze verso altri pediatri, considerato peraltro che tutti gli altri medici risultano essere già saturi per il numero di iscritti.

Un momento davvero di disagio per i tanti bambini della nostra zona, alcuni addirittura erano in cura con terapie particolari, che devono fare ricorso o alle Guardie Mediche (sabato, domenica o notturno), o ai medici "curanti" dei componenti del resto della famiglia, cosa non propriamente regolare.

I tantissimi genitori che avevano i loro bimbi/ragazzi in cura con il dr. Bombardieri, considerato che è passato un mese ed ancora l'ASP n. 5  non ha provveduto a nominare un sostituto, hanno deciso di fare una raccolta di firme da presentare agli sportelli sanitari per chiedere una rapida soluzione a questa situazione stagnante e molto deficitaria, sperando nel frattempo che i loro figli non abbiano da affrontare situazioni di malattia.

lunedì 22 settembre 2014

MARIA SS ADDOLORATA: UNA FESTA DI GRANDE DEVOZIONE!!!

di Matteo Ienco

Si sono conclusi ieri sera con il concerto del gruppo etnico popolare "Sonu d'amuri" i festeggiamenti di Maria SS. Addolorata che ha visto, al termine della Santa Messa, la suggestiva Processione e fiaccolata notturna per le vie del paese molto partecipata con la Statua della Madonna e la nuova Statua di San Pio di Pietralcina benedetta sabato dal Vescovo.

Una devozione quella per Maria SS. Addolorata che quest'anno si è arricchita di una suggestione particolare grazie anche alle sentite omelie e alle riflessioni che Padre Leonardo Civitavecchia ha tenuto per tutta la Novena.

Dopo il Concerto di Venerdì 12 Settembre del cantautore di musica cristiana Roberto Bignoli (http://roccellasiamonoi.blogspot.it/2014/09/roccella-canta-maria.html), abbiamo assistito venerdì scorso sul grande palco di via Umberto ad una serata dedicata all'amico roccellese, venuto a mancare qualche anno fa, Giuseppe Russo.

Lo spettacolo, organizzato per tempo, ha subìto un improvviso capovolgimento di scaletta che solo un Comitato Festa con una consolidata esperienza, passione e conoscenza ha saputo gestire con grande competenza tanto da rendere la serata altrettanto straordinaria e coinvolgente. 

A presentare l'evento è stato il giornalista di TeleMia Pino Gagliano, e si sono esibiti a rotazione  i cantanti Gianluca Simone e Francesca Badolato accompagnati dal chitarrista roccellese Mimmo Daniero, storico musicista della gloriosa band dei Blueco.

E poi ancora delle magnifiche coreografie della scuola di danza Newform diretta da Katia Sotira, ed a chiusura il grande Fra Leonardo Civitavecchia che ci ha deliziato con alcuni suoi brani di musica cristiana. La serata è stata molto seguita da tutti i presenti che hanno offerto il loro contributo con applausi e gratitudine sia agli artisti ma ancor di più a Giuseppe che dal cielo ci guarda e ci protegge sempre.

A conclusione dei festeggiamenti mi piace pubblicare un sentito riconoscimento alla Madonna e a tutti coloro che si sono adoperati per la riuscita della festa, venuto spontaneo dal cuore di uno dei tantissimi giovani facente parte del Comitato Festa. Vincenzo Vigliarolo cosi si confida sul sito Maria SS. Addolorata di Roccella Jonica:
Anche quest'anno la festa Maria SS Addolorata ha dimostrato di essere una delle feste più belle di Roccella, esempio limpido e chiaro di quando i giovani si impegnano per qualcosa di concreto. Il comitato festa ed organizzatore è un gruppo di giovani che lavorano 12 mesi per rendere questa festa sempre più bella. Quando ci sono i giovani la differenza c'è e si nota. Sono fiero di far parte di questo gruppo e spero che la devozione per Maria rimanga sempre la regola numero uno per tutti noi ragazzi. Alzare la statua, essere di sotto, dopo un "W Maria" e accorgerti che giovani piangono per la commozione, ti trasmette emozioni e brividi incredibili!!! La festa Maria SS Addolorata non è solo una tradizione, è qualcosa di più: è lavoro, sacrificio, sudore, vuol dire metterci la faccia, è emozione, è commozione, È DEVOZIONE!!!
MARIA SS ADDOLORATA PROTEGGI NOI E LE NOSTRE FAMIGLIE E AI MIEI COMPAGNI DICO SIATE ORGOGLIOSI DI PORTARE QUESTA STATUA PRIMA DI TUTTO NEL CUORE E POI SULLE SPALLE...GRAZIE DI TUTTO!!

Nelle foto tre immagini dello spettacolo in memoria di Giuseppe Russo di Venerdì 19 Settembre.

.

.
Il regalo di Natale del M°. Angelo Laganà

OLTRAGGIO ALLA CITTA'

OLTRAGGIO ALLA CITTA'
OLTRAGGIO ALLA CITTA'. Foto di Angelo Laganà
Bellissimo video su Roccella Jonica realizzato e concesso da Roberto Naldi - operatore di ripresa per la RAI - di Empire 2000.

.

.

Fantasia e tanto divertimento per questo video davvero simpatico. Complimenti agli autori!

Fantasia e tanto divertimento per questo bel video sulla differenziata davvero molto simpatico. Complimenti agli autori
L'importante è che gli artisti del Jazz (con tutto il rispetto per gli artisti del Jazz) dormano nell'hotel a 5 stelle!!!

DOPO LA SOPPRESSIONE DEI TRENI CHE DALLA FASCIA IONICA DELLA CALABRIA PARTONO ED ARRIVANO DA TORINO E MILANO, TRENITALIA ED RFI HANNO DECISO DI SOPPRIMERE DAL PROSSIMO MESE DI DICEMBRE IL TRENO PER ROMA CREANDO COSI' UN ENORME DISAGIO PER TUTTI I VIAGGIATORI CHE DALLE GRANDI CITTA' SONO DIRETTI NELLE NOSTRA AMATA TERRA.



NESSUN POLITICO SI STA MUOVENDO, NESSUNA ISTITUZIONE STA CERCANDO DI TROVARE UNA SOLUZIONE.



TUTTO CIO' PROCURERA' NON SOLO UN PROBLEMA LOGISTICO PER LE MIGLIAIA DI PERSONE CHE CAUSA FORZA MAGGIORE VIVONO, STUDIANO O LAVORANO AL NORD ED AVRANNO MOLTE DIFFICOLTA' NEL RITORNARE A CASA, MA QUESTO PROVOCHERA' ANCHE UN INEVITABILE CALO NEL SETTORE DEL TURISMO, UNICO SOSTENTAMENTO NELLE ZONE DIMENTICATE DA POLITICA E POLITICANTI.



UN NETTO CALO DI TURISTI SI ERA GIA' AVVERTITO NEGLI SCORSI ANNI ANCHE E SOPRATTUTTO A CAUSA DELLE DIFFICOLTA' NEI TRASPORTI, MA ORA QUESTA DECISIONE CHE RITENIAMO ASSURDA E SENZA SENSO, AVRA' DEI RISVOLTI DISASTROSI PER TUTTI I PAESI CHE VANNO DA CATANZARO A REGGIO.



SE POLITICI COMPIACENTI NON HANNO INTENZIONE DI TROVARE UNA SOLUZIONE QUESTA VOLTA SONO SICURO CHE LA SPINTA DEBBA PARTIRE DAL BASSO E DA CHI VIVE ED AMA LA NOSTRA TERRA.



INSIEME POSSIAMO!



http://www.facebook.com/home.php?sk=group_168290399868580

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI
Quale sindaco mai oltre a lui stesso o a chi per lui avrebbe consentito una liquidazione cosi rapida a suo favore? Un ulteriore una tantum prelevato da un fondo "segreto e nascosto". Cari elettori meditate...Dedicato a tutte quelle associazioni che partecipano alle riunioni con l'amministrazione la quale puntualmente ricorda pressappoco cosi: "Non chiedete soldi perchè non ce ne sono!"

UN FACCIA A FACCIA CON IL SINDACO CERTOMA' DAI TONI ACUTI!

Due ore e un quarto di "scontro" verbale e dialettico senza esclusione e risparmio di colpi e di energie, l'incontro con il prof. Certomà è finito in una inevitabile bagarre, visto che di fronte c'era una persona (il sindaco di Roccella Jonica, completamente cambiato rispetto a 10 anni fa) che nega l'evidenza e lo stato reale delle cose, che ha cercato anche con paroli forti e becere (offendendo facendo l'offeso) di mettermi in difficoltà, ma che in difficoltà è caduto lui visto che non ha saputo rispondere a nulla "perchè io rispondo solo dei fatti che si sono verificati in questi 6 mesi che sono sindaco della città!!!"
E' una assoluta vergogna essere governati da persone non consapevoli che il commercio roccellese è allo sbando, gente che è convinta che il turismo in queste ultimi 15 anni è aumentato a dismisura e cieche davanti a tutte le opere abbandonate (bretella alla SS106, parco collina e parco giochi di via Zirgone, caserma e spogliatoi e parcheggi del porto, ospitaletto, mercato coperto, mercato ittico, area fitness, hotel Ariston, e ultima la piazzetta di via Aldo Moro!)
Io mi auguro di vero cuore che i roccellesi iniziano ad aprire gli occhi perchè, oggi più che mai, mi rendo conto di quanto l'amministrazione comunale e la cittadinanza è succube di Sisinio Zito ma, purtroppo, finchè ci sarà lui a manovrare i fili con l'unico intento di portare più risorse possibili alla sua associazione del festival jazz, Roccella non avrà speranza!!!
E pensare che sarebbe bastato che il Governo Prodi avesse varato la strabenedetta legge sul conflitto d'interesse a far si che il "nostro" senatore" si ritirasse dalla scena da solo!!!

16 ottobre 2005-16 ottobre 2009:4 anni dall'omicidio Fortugno."U cumpari du cumpari e to' cumpari!"

I VINCITORI DI ROCCELLA ON YOUTUBE

Tre straordinari video sono saliti sul podio in questa 2° edizione del Concorso curato da Mariagrazia Curciarello. Tre video, diversi fra loro, che li accomuna solo la volontà di valorizzare al massimo le risorse naturalistiche di Roccella Jonica, obiettivo riuscito appieno grazie alle idee che hanno sbizzarrito la fantasia degli autori, ma anche del montaggio del video, agli "attori" e agli ambienti.
Meritato primo posto per l'invenzione "Scirobetta" dal nome dei due cortiggiani del re Carafa che nel caldo estivo roccellese ha trovato rinfresco solo con questa speciale bibita a base dei nostri limoni... Simpaticissimi e bravissimi davvero tutti i ragazzini-attori che hanno recitato nel video. Con questo video credo che si mostra per la prima volta l'interno del nostro castello in via di restauro in rete. 10 e lode a Francesco Cappelleri, complimenti vivissimi.
Solo un'idea cosi innovativa poteva battere il vincitore dello scorso anno. Alessandro Neumann, dopo il simpaticissimo "U Pirozzu" con cui ha trionfato nella prima edizione, ha girato il secondo atto che si chiama "U tarantozzu" ed è ancora una volta uno strepitoso successo. Le suggestive immagini dal basso dei passi di taranta, dimostrano l'estro e il talento dell'autore che conferma molti dei protagonisti-attori de "U Pirozzu, che diventano delle vere e proprie macchiette. Non vedo già l'ora di vedere la terza parte il prossimo anno...
Da museo il terzo video classificato girato e montato da due giovani, Antonio Dimasi e Felice Guarneri, con lo zampino dei reperti "storici" fotografici dell'archivio dell'associazione "Roccella com'era". "Fra i ricordi di un passato" è la storia di due bambini che, attraverso stupende immagini del passato di Roccella Jonica che sembrano animarsi grazie agli effetti speciali degli autori, raccontano la vita di 50 anni fa del loro paese e alla fine, oggi, si chiedono... "Chissà come sarà fra 50 anni?" Bellissima colonna sonora e un invito a tutti di guardarlo, agli adulti per fargli rivivere meravigliose emozioni e ricordi e ai giovani per fargli scoprire la semplicità insieme al sorriso genuino che c'era una volta. Da pelle d'oca...
E adesso non ci resta che... ammirarli.

1° classificato Roccella on youtube "A SCIRUBETTA" di Francesco Cappelleri.

2° classificato Roccella on youtube "U TARANTOZZU" di Alessandro Neumann

3° classificato "FRA I RICORDI DI UN PASSATO" di Antonio Dimasi e felice Guarneri

Manifesto di ringraziamento di "Roccella prima di tutto"

A tre settimane dalle elezioni finite, la lista vincente ha affisso il manifesto di ringraziamento agli elettori. Fra i tanti bla bla bla non poteva mancare il concetto stonato:
"Si è trattato anche di una vittoria che ha confermato la grande maturità dell'elettorato di Roccella che ha deciso di premiare la lista che si presentava come la più capace ad amministrare il paese".
In un solo concetto si sono sparate due "caglie":
1) Il definire maturo il 40% che ha votato Zito mi sembra offensivo nei confronti del 60% che non lo ha votato. Io e sicuramente gli altri 59 su cento non crediamo affatto di essere immaturi, anzi orgogliosamente ci sentiamo coraggiosi e ambiziosi di volere una Roccella diversa da questi ultimi dieci anni!!!
2) E' patetico e sconcertante assistere a cosi tanta vanità e banalità (Mi vantu e vantu eu quantu bellu sugnu eu!!!). Questa gente mi sa che la semplicità e la modestia non sa dove sta di casa!!! Chiunque altro sia stato, per un principio di correttezza e di fiducia avrebbe scritto: "La lista vincente ringrazia l'elettorato e promette di farsi garante e lavorare a favore di tutti i cittadini roccellesi, indistintamente da chi ha votato questa lista e chi no..."
Comunque cara lista "Roccella prima di tutto" anch'io per tutta la campagna elettorale vi ho promosso...
Nell'andare in giro per Roccella non facevo altro che cantare la canzone: "Senatore siamo con te... Me no male che Siso c'è!!!"
Provate anche voi a farlo, mettendo al posto di presidente - senatore e al posto di Silvio - Siso... calza a pennello!!!
Spero possa essere il mio augurio di buon lavoro a "Roccella prima di tutto"!!!