Chi volesse inviarmi notizie, messaggi, comunicazioni di manifestazioni ed eventi da pubblicare sul blog può farlo attraverso la mail niko.25@hotmail.it



martedì 28 marzo 2017

A GIOVANNA, I VERSI COMMOSSI DI GINA VARTOLO

Dedicato a Giovanna la cui vita è stata stroncata nel fiore dei suoi anni
 
A Giovanna
Il vento di marzo
La tua vita ha spezzato,
Ti ha reciso come un fiore
Nel suo pieno splendore.
Eri giovane, bella,
Non potevi pensare
Che oggi la tua vita
Si dovesse fermare.
Il mattino i tuoi occhi
Di luce ha illuminato,
Ma un sordido tonfo
Il tuo cuore ha fermato.
Poi il buio è calato
E la morte crudele
Con sé ti ha portato.
Ti ha tolto all'affetto
Di chi ti ha amato,
Ti consegna nelle mani
Di chi t'ha creato.
Trova riposo in Paradiso
Dove ogni lacrima
Si trasforma in sorriso

lunedì 27 marzo 2017

SCONVOLTI PER L'IMPROVVISA SCOMPARSA DELLA GIOVANE GIOVANNA MICCICHE'.

Stamattina è venuta a mancare alla giovane età di 44 anni, colta da improvviso malore, la signora Giovanna Miccichè. Lascia il marito Pietro Crucitti e due adorati figli Kevin e Giada, di 17 e 7 anni.

La notizia è rimbalzata in pochissimo tempo ed ha lasciati attoniti e nello sgomento familiari, amici e colleghi che non si capacitano di come e perché sia potuto succedere, cosi rapidamente come fulmine a ciel sereno, proprio nel mentre la cara Giovanna preparava la sua bimba per andare a scuola.

Giovanna lavorava al Comune di Roccella, sempre con il sorriso sulle labbra e sempre pronta a dare una mano a tutti; uno spirito socievole, garbato, disponibile e generoso.

Una mamma, una figlia e una moglie modello: profondamente legata al marito Pietro, stava crescendo i due figli con grande educazione, secondo i più sani principi dell'umiltà e dell'onestà, e nello stesso tempo accudiva amorevolmente l'anziana madre da diversi anni malata.

Sul lavoro era amata da tutti, aveva una bontà infinita e un rispetto per tutti i colleghi, non si tirava mai indietro in qualsiasi mansione gli veniva assegnata; persona buona e disponibile, aveva sostenuto con i suoi colleghi le tante battaglie che si sono succedute per difendere le cause a difesa del lavoro di tutti i lavoratori LSU e LPU.

Giovanna veniva spesso al mio negozio ed aveva una grande stima nei miei confronti, più volte mi aveva ringraziato per aver difeso nei miei articoli i diritti del loro lavoro, ed io ne ero onorato anche se so bene di non aver fatto nulla di speciale...

Una tragica ed immatura perdita di una giovane vita che lascia nel dolore una straordinaria famiglia e lascia confusa e costernata tutta la nostra Comunità che perde una donna, un'amica e una collega a cui tutti, indistintamente, le volevano un bene dell'anima perché con il suo sorriso, sul suo volto bello come il sole, sapeva trasmettere solo gioia e serenità.

Rivolgo, con un brivido profondo nella pelle, le mie più sentite condoglianze a tutti i familiari, convinto che, fra le braccia di Nostro Signore, continui a guidare i suoi più cari affetti e, col tempo, aiuti a colmare il vuoto della sua assenza, facendo camminare i suoi figli sopra i suoi passi e la traccia da lei segnata. Ciao Giovanna....

domenica 26 marzo 2017

ATHLETIC TIKI TAKA: STAMATTINA SCONTRO DIRETTO PER LA CONQUISTA DEI PLAY OFF

Fra qualche ora (h. 10,30), allo Stadio Comunale "Ninetto Muscolo", si disputerà la partita di cartello della 17° e penultima giornata del campionato di terza categoria girone G, che vedrà impegnati la squadra roccellese dell'Athletic Tiki Taka, attualmente al terzo posto in classifica con 28 punti, e la squadra Nova Sanf di San Ferdinando, che occupa la seconda posizione a quota 33.

Cinque punti che i ragazzi di mister Jerry contano di colmare se vittoria sarà oggi e anche domenica prossima in casa del San Giorgio Morgeto, quarto in classifica distanziato di sei punti, nella giornata in cui l'avversaria di oggi riposerà...

Arrivare al secondo posto in classifica vorrà dire disputare i play off in casa e contro la quinta in classifica.

Davvero onore al merito all'Athletic Tiki Taka, squadra e società che, auto finanziandosi, ha disputato un campionato di prim'ordine vincendo ben 8 partite su 14 disputate.

Ora ci auguriamo uno strepitoso finale di campionato, a cominciare da oggi, tassello decisivo per la conquista dei play off e la speranza di arrivare alla festa per la promozione.

Facciamo sentire tutto il nostro supporto, accorriamo al campo a sostenere l'entusiasmo e il carattere di questa nostra formazione che, con i denti e le unghie, oggi lotterà per la prima tappa che vuole portare alla conquista del secondo posto in classifica.

Ingresso gratuito.

giovedì 23 marzo 2017

LA PASQUA SOLIDALE DE "L'UNITALSI"

Anche quest'anno la sottosezione di Locri dell'Unitalsi distribuirà con una minima offerta di 7 euro le buonissime uova di pasqua di cioccolato artigianale che hanno deliziato il palato già negli anni scorsi.
 
L'intero ricavato sarà utilizzato per la realizzazione dei progetti solidali dell'associazione, come il campo estivo per gli amici diversamente  abili che ogni anno si tiene a cavallo tra luglio ed agosto con una settimana di gioia e divertimento in virtù di un programma di altissimo valore ed efficacia emozionale.
 
Per la distribuzione delle bellissime uova di Pasqua, ideali da donare a un proprio amico, figlio o nipotino o per farsi un gustoso auto-regalo, saranno impegnati tutti i volontari del gruppo presenti davanti ai Sagrati delle Chiese di Roccella Jonica, Caulonia e Gioiosa, a partire  da questa Domenica al termine delle Sante Messe.
 
Ecco il calendario dove poter trovare i volontari Unitalsi e acquistare le uova di Pasqua.
 
Domenica 26 marzo:
Caulonia - Chiesa Arciconfraternita dell'Immacolata e delle Anime del Purgatorio alle ore 9,30 e Chiesa Matrice alle ore 11,00;
Gioiosa Jonica - Chiesa del Rosario ore 10,00 e Chiesa Santa Caterina ore 11,00;
Siderno: Chiesa S. Maria dell'Arco alle ore 10,30
Roccella Jonica - Chiesa Matrice ore 18,30;
 
Domenica 2 Aprile: Marina di Gioiosa Jonica - Chiesa San Nicola di Bari ore 10,30
 

 

SVOLTOSI IL TORNEO "KATA E FORM" PRELUDIO ALLA PARTECIPAZIONE AI CAMPIONATI NAZIONALI DI ARTI MARZIALI.

 

Si è svolto presso la struttura sportiva dell’ “YMCA” di Siderno,   martedi 21 marzo, il 2° Torneo “KATA & FORM”.

La manifestazione è stata organizzata dal CENTRO STUDI KARATE sotto la guida del Presidente e Direttore Tecnico Vincenzo URSINO cintura nera 5° Dan; ha patrocinato l’evento l’Amministrazione Comunale di Siderno e l Associazione Italiana Cultura e Sport grazie all’interesse del Presidente del Comitato Provinciale di Reggio Calabria il dott. Arturo NASTASI. 

L’ evento voluto dal M° URSINO è servito per mettere a punto la preparazione del “Team Agonistico” del Centro Studi Karate che parteciperà al prossimo Campionato Nazionale di ARTI MARZIALI che si disputerà nel mese di aprile nella splendida cittadina di Trapani.

I karateka si sono affrontati nelle prove di Kata tradizionali giapponesi, specialità davvero complessa, dove la Tecnica, la Potenza, il bloccaggio articolare, il Ritmo, l’Espressività sono i parametri di valutazione che hanno decretato il vincitore finale. 

Si sono classificati al primo posto Ferraro Haran, Commisso Fortunato, Albanese Domenico, Ursino Noemi, Commisso Benedetta, Simonetta Matteo e Parrelli Andrea. Giuseppe Bizzantini, Sgambelluri Pietro, Ursino Jennifer, D’Agostino Giulia, Polito Federico, Catanzariti Mattia e Futia Antonio al secondo posto. Ed infine terzo posto per Lombardo Domenico, Zappavigna Francesco, Commisso Francesco, Costa Pietro, Tedeschi Alberto, Guarino Giorgia, Giglio Antonino, Sanci Simone e Stilo Maksim, 

Il CENTRO STUDI KARATE del M° Vincenzo URSINO punterà anche in questa edizione nazionale di fare incetta di trofei (ricordiamo che negli ultimi 5 campionati nazionali il CSK ha portato a casa ben 24 titoli nazionali, 10 argenti e 9 bronzi) e riconfermare così l’alto livello della sua scuola legittimato dall’ onorificenza sportiva ottenuta quale la STELLA AL MERITO SPORTIVO ed il Premio CONI per diversi anni.

mercoledì 22 marzo 2017

SIAMO TUTTI SBIRRI!!! SIAMO TUTTI DON CIOTTI!!!



Che obbrobrio quelle imbrattature sui muri fatte da chissà quale poveraccio sofferente di protagonismo. Però ce l'ha fatta a macchiare una manifestazione cosi pulita, cosi rappresentativa, una manifestazione che deve assolutamente costituire il riscatto di questa nostra martoriata terra.

La risposta è stata chiara e lampante: migliaia di giovani e gente di tutta Italia, ma soprattutto del nostro Comprensorio, ieri hanno sfilato e, coraggiosamente, si sono lasciati andare con striscioni e commenti contro la criminalità organizzata.

Questi sono l'esempio e l'emblema che qualcosa è cambiato, che la gente non ha più paura di questi criminali che, nonostante sono una minoranza infinitesimale, sono stati finora capaci di tenere sotto scacco e corrompere parte della società civile ed onesta, ed influenzare la decadenza e il mancato sviluppo della nostra terra.

Da qui deve partire il riscatto da parte di tutti, sotto ogni ordine e professione, perché se oggi i ragazzi hanno il coraggio davanti alle telecamere di dire che la "mafia è merda", significa che hanno voglia di onestà e non facili guadagni, hanno voglia di sudarsi la pagnotta per pochi euro e non macchiarsi le mani e la coscienza per avere il macchinone.

Io sono sbirro e sono con Don Ciotti perché mi piace andare in giro con un furgone scassato ma a testa alta!!!

E voglio diffondere il messaggio di Don Ciotti di domenica scorsa affinché sia da monito per un radicale e definitivo cambiamento nelle coscienze di tutti.


Che bello ritrovarsi insieme. Che bello, Presidente, che lei sia con noi. Che bello questo "noi" di famigliari delle vittime, cittadini, giovani, associazioni, sindaci, magistrati, vescovi, sacerdoti, suore, sindacati, rappresentanti delle istituzioni, dei carabinieri, della polizia, della scuola e dell'università.

Ci siamo sempre impegnati per questa collaborazione liberamente dettata dalle coscienze, abbiamo sempre creduto che solo unendo le nostre capacità, le nostre competenze, la speranza di cambiamento diventa forza di cambiamento.

Ora - lo dico a tutti voi che siete venuti per incontrare il Presidente e i famigliari delle vittime - questo procedere uniti verso lo stesso obiettivo è più urgente che mai.

Mettiamo da parte le divisioni, i protagonismi, mettiamoci di più in gioco per il bene comune, per la libertà e la dignità di questo Paese.

Lo dico con convinzione. Ci sono stati progressi - da riconoscere e valorizzare - ma anche ritardi, omissioni, promesse non mantenute. Misure urgenti sono state rinviate, o approvate solo dopo compromessi al ribasso.

Insieme alle mafie, il male principale del nostro Paese, resta la corruzione. E corruzione significa questo: che tra criminalità organizzata, criminalità politica e criminalità economica è sempre più difficile distinguere. Ce lo dicono anche quelle inchieste dove i magistrati faticano a individuare la fattispecie del reato. Hanno in mano strumenti giuridici istituiti prima che quell'intreccio criminale emergesse con forza.

Dobbiamo rompere questo intreccio! Le mafie non uccidono solo con la violenza: vittime sono i morti, ma vittime sono anche i morti vivi, le persone a cui le mafie tolgono la speranza e la dignità.

Il lavoro, la scuola, la cultura, i percorsi educativi, i servizi sociali restano il primo antidoto alla peste mafiosa. La nostra Costituzione è il primo dei testi antimafia!

Ecco allora che la memoria non può essere un esercizio retorico. I vostri cari non sono morti per una targa, una corona di fiori, un discorso celebrativo. Sono morti per la nostra libertà, per un ideale di giustizia e democrazia che abbiamo il compito di realizzare.

Un’ultima parola voglio rivolgerla agli uomini e alle donne della ‘ndrangheta, delle mafie. Ma che vita è la vostra?! Papa Francesco, incontrando i famigliari delle vittime, vi ha chiesto in ginocchio di convertirvi, di abbandonare il male.

Non oso mettermi alla sua altezza, ma una cosa sento di potervela chiedere. Tanti famigliari hanno perso i loro cari e non hanno avuto nemmeno la possibilità di avere il loro corpo, di piangere sulla loro tomba.

Uomini e donne della ‘ndrangheta, delle mafie: diteci almeno dove li avete sepolti!

Vi chiedo – e vi auguro – di avere questo scrupolo, questo sussulto di coscienza. Può essere l’inizio di qualcosa di diverso, di un percorso di vita e non più di morte.

(don Luigi Ciotti)



sabato 18 marzo 2017

BECERO ATTACCO VERBALE ALLA PRESIDENTE DELL'ASSOCIAZIONE PENDOLARI JONICA

LA GIOVANE TITTI MAURO,
PRESIDENTE DELL' ASSOCIAZIONE
PENDOLARI JONICA.
Ieri alla stazione ferroviaria di Roccella Jonica si è verificato un fatto davvero vergognoso e villano.

Erano circa le 6 e mezza del mattino quando la signora Immacolata Mauro, presidente dell'Associazione Pendolari Jonica, stava aspettando il treno, come tutte le mattine, per raggiungere il suo posto di lavoro, quando è stata  aggredita verbalmente da un uomo, a lei sconosciuto, che, con voce alta e intimidatoria, l'ha minacciata dicendole di smetterla immediatamente con le denunce contro i disservizi sulla linea ferroviaria jonica.

Un gesto, nel puro stile mafioso, assolutamente da segnalare, denunciare e condannare.

La signora Immacolata (conosciuta da tutti con il nome di Titti) da anni ha preso a cuore e sta conducendo una straordinaria "battaglia" contro l'arretratezza, la disorganizzazione e l'incompetenza di chi gestire la linea ferrata della zona jonica calabrese.

E' considerata, da un grandissimo numero di pendolari, una vera e propria "eroina" perché, con spigliatezza e "senza peli sulla lingua", denuncia quotidianamente ritardi, sporcizie, soppressioni dei vari treni che percorrono la linea ferrata jonica, inviando le sue segnalazioni, e quelle dei pendolari, ai dirigenti e agli amministratori della Regione Calabria.

E, a furor di popolo, è diventata la presidentessa dell'Associazione pendolari jonica di recente formatosi, portando avanti, con decisione, una serie di iniziative indirizzate alla pretesa di un servizio ferroviario dignitoso.

Evidentemente a qualche ignorantone di turno (che speriamo sia un caso isolato) questo suo egregio e puntiglioso lavoro sta dando fastidio perché sta facendo tremare le stanze che contano e che, purtroppo, non fanno il loro dovere e lavoro cosi come dovrebbero.

Rivolgiamo a Titti la nostra più forte e sincera solidarietà, gli siamo e continueremo a stargli vicino, come tutti i soci dell'associazione, in queste sue dignitosissime e onorate battaglie che sono condotte nell'interesse di centinaia di pendolari che ogni giorno prendono il treno e percorrono migliaia di chilometri per lavoro o studio.

Invitiamo la condottiera presidente di prestare formale denuncia alle Forze dell'Ordine di questo vile "fattaccio", affinché il soggetto in questione venga individuato e segnalato per le dovute sanzioni disciplinari, e affinché gesti del genere siano scoraggiati, linciati e non si abbiano più a verificare in una società civile come la nostra che ha bisogno assolutamente di persone intelligenti e coraggiose come la signora Titti Mauro per uscire da questo gravissimo abbandono in cui versano le linee ferroviarie calabresi ed in particolare quella jonica, ormai vetusta e per la quale non viene da decenni effettuato nessun tipo di investimento, che la politica ha abbandonato, condannando il nostro territorio al più completo isolamento.

L'ARCICONFRATERNITA RINNOVA LA FESTA DI SAN GIUSEPPE

La storica e tanta affezionata Arciconfraternita di San Giuseppe, in collaborazione con le Parrocchie cittadine, con forte e rinnovata devozione, festeggerà domani il proprio Santo Protettore proprio nel giorno della sua ricorrenza.

Sono diversi anni ormai che la Festa di San Giuseppe è proposta sia la prima Domenica di Agosto che il 19 Marzo, questo a testimonianza di quanto forte è l'attaccamento dei Confratelli e delle Consorelle verso la Chiesa e il Santo.

Ed è molto bello sapere e constatare che, in questi ultimi anni, l'unica e longeva Arciconfraternita roccellese si è ringiovanita: tantissimi ragazzi e ragazze si sono avvicinati a questo gruppo laico (ma vicinissimo alla Parrocchia), e, con passione e devozione, promuovono, insieme ai più veterani, le diverse iniziative sia religiose che civili, gestendo in maniera esemplare la suggestiva Chiesa con annesso Convento dei Frati Minori.

E allora, W San Giuseppe e W l'Arciconfraternita, buona festa a tutti i fedeli!!!

venerdì 17 marzo 2017

PARTE IL PROGETTO YOGA A SCUOLA PROMOSSO DAL CSK DI VINCENZO URSINO


Dopo la favolosa esperienza con il Progetto SPORT A SCUOLA che ha coinvolto circa 1.200 bambini delle scuole elementari il Presidente Vincenzo URSINO con il CENTRO STUDI KARATE si ripropone quest’anno con il Progetto YOGA A SCUOLA. 

Patrocinato l’Associazione Italiana Cultura e Sport - C.O.N.I., il progetto è stato adottato dall’ Istituto Comprensivo di Roccella Jonica grazie alla lungimiranza della sua Dirigente Scolastica la dottoressa Maria Giuliana Fiaschè e dal proprio collegio dei docenti.

Dal 7 marzo sono iniziati i corsi diretti dall’insegnante Elena Montalto e che coinvolgono circa 80 bambini della scuola dell’infanzia. "YOGA A SCUOLA” è una iniziativa importante per la nostra provincia, ha dichiarato il Presidente dell’ A.I.C.S., Arturo Nastasi - insieme alle scuole e al Coni ci ritroviamo spesso a parlare di valore educativo dello sport, come Presidente - e anche come ex atleta - credo che promuovere iniziative e progetti che avvicinano i bambini e gli adolescenti all'attività sportiva sia un ruolo irrinunciabile per gli enti e le amministrazioni pubbliche, che hanno il compito di essere al servizio della comunità."

"L'obiettivo di questo progetto è il coinvolgimento della scuola dell’infanzia e delle famiglie - ha dichiarato la Presidente del CSK, M° Vincenzo Ursino - Lo spirito dell'iniziativa rimane quello di offrire un contributo alla crescita dei bambini, proponendo loro occasioni per sperimentare nello sport valori importanti quali la lealtà, lo spirito di squadra, il rispetto dei compagni.

Il progetto riguarda anche gli scolari diversamente abili che frequentano le classi che hanno aderito al progetto.

A maggior ragione, le attività motorie rappresentano per il giovane disabile un'alternativa all'isolamento e un'occasione per esprimere potenzialità inimmaginabili." Maria Giuliana Fiaschè, Dirigente Scolastico dell’ Istituto Comprensivo di Roccella, ha dichiarato "Con questo progetto  i bambini possono  sperimentare un approccio sia alle regole che alla tecnica dello sport.

La scuola pubblica deve proporre ai ragazzi una prospettiva di sviluppo globale della persona umana: la dimensione fisica si sviluppa parallelamente alla dimensione cognitiva e anzi: proprio nella crescita il gesto viene prima della parola, testimoniando la grande importanza del movimento che si combina con l'attività cognitiva."

domenica 12 marzo 2017

DIRETTA DAL ROCCELLESE RICCARDO MARCHESE NASCE LA PRIMA SCUOLA PER STUNTMAN DEL SUD ITALIA.


E' con gioia e orgoglio che ho il piacere di annunciare che il 24 Febbraio scorso, a Modugno in provincia di Bari, si è tenuto il primo corso di auto acrobatica di tutto il sud Italia, e, visto il successo di presenze e di ragazzi interessati, si è pronti a proporne un secondo.

Ad avere questa brillante idea è il nostro caro concittadino Riccardo Marchese, stuntman di professione, considerato uno vero e proprio professionista nel settore, con diversi anni di esperienza a livello nazionale ed internazionale nel campo del cinema e dello spettacolo.

Lo stuntman è una figura professionale che sta prendendo sempre più piede: inizialmente era solo quel ruolo di controfigura di attori cinematografici nelle scene ritenute "pericolose", oggi invece questi performer hanno un ruolo importante anche nel settore dell'entertainment, soprattutto per quanto riguarda eventi dedicati o spettacoli nei parchi divertimento.

Il talentuoso Riccardo Marchese (iscritto al Ministero dello spettacolo come attore acrobatico), cresciuto e formatosi nel "Folco team", società leader nel settore action stuntman, dopo varie esperienze cinematografiche (squadra antimafia, Gomorra, il 13° apostolo) presenze televisive (lo show dei record, italian got talent) e spettacoli di genere nei più importanti parchi divertimento d' Italia, oggi vuole trasmettere l'adrenalina che si sente in questo mestiere a tutti coloro che si sentono di avere i requisiti del coraggio e sangue freddo.

Ed è cosi che nasce l'ASD Improject Stuntman e, in contemporanea, il primo corso di auto acrobatica riconosciuta del sud Italia (info e prenotazioni: asdimproject@libero.it   tel.3911860077) con una copertura che va dalla Calabria alla Sicilia, Puglia, Basilicata e Molise, con sede a Bari.

Una vera e propria scuola dove poter imparare, in tutta sicurezza, tecniche di guida acrobatica sia per chi vuole intraprendere questa affascinante professione e sia agli appassionati che vogliono imparare qualche "trucco" dai professionisti.

Contenti di diffondere notizie cosi positive e, orgogliosi del fatto che Roccella abbia un cittadino con un cosi spiccato e inusuale talento, rivolgiamo un sentito in bocca al lupo a Riccardo per questo suo nuovo progetto professionale in attesa di riabbracciarlo convinti tutti che "Roccella è ovunque e per sempre!!!"

LO SPETTACOLARE SERVIZIO SUL "ROCCELLA TUNING SHOW" REALIZZATO DA TELEMIA

DUE STRAORDINARI SCATTI DI ANGELO LAGANA'

Un Lungomare così, a Reggio, non si vedeva da tanti tanti anni. Le Frecce Tricolori hanno richiamato in città decine di migliaia di persone da tutte le province calabresi e da gran parte della Sicilia. La via Marina, completamente chiusa al traffico in occasione della seconda “domenica sostenibile”, s’è gremita di circa 100.000 persone che nel pomeriggio hanno assistito incantate allo spettacolo dell’Air Show “Scilla & Cariddi” con l’esibizione delle celebri Frecce Tricolore.

.

.
.

.

.

VINCENZO MILANO CI REGALA L'ECLISSI SOLARE VISTA DAL CASTELLO

.

Oggi 20 marzo, nonostante le nuvole, abbiamo potuto assistere, dalle nove e mezza fino alle undici, all'eclissi di sole. Qui da noi il sole, "coperto" dall'ombra della luna, si è oscurato soltanto per il 41%. La prossima eclissi parziale avverrà nel 2026 mentre per avere un'altra eclissi solare totale dovremmo "attendere" fino al 2081.
Questo straordinario evento è stato filmato dal videomaker Vincenzo Milano del Laboratorio DreamLab Studio di Roccella Jonica dalla postazione della Torre di Pizzofalcone. Un video, montato e musicato con grande sapienza, capace di trasmettere un brivido di emozione.

FESTIVAL JAZZ: DALLA GRANDE ILLUSIONE ALL'IMPIETOSA REALTA'

.

.
Il regalo di Natale del M°. Angelo Laganà

OLTRAGGIO ALLA CITTA'

OLTRAGGIO ALLA CITTA'
OLTRAGGIO ALLA CITTA'. Foto di Angelo Laganà
Bellissimo video su Roccella Jonica realizzato e concesso da Roberto Naldi - operatore di ripresa per la RAI - di Empire 2000.

Fantasia e tanto divertimento per questo video davvero simpatico. Complimenti agli autori!

Fantasia e tanto divertimento per questo bel video sulla differenziata davvero molto simpatico. Complimenti agli autori
L'importante è che gli artisti del Jazz (con tutto il rispetto per gli artisti del Jazz) dormano nell'hotel a 5 stelle!!!

DOPO LA SOPPRESSIONE DEI TRENI CHE DALLA FASCIA IONICA DELLA CALABRIA PARTONO ED ARRIVANO DA TORINO E MILANO, TRENITALIA ED RFI HANNO DECISO DI SOPPRIMERE DAL PROSSIMO MESE DI DICEMBRE IL TRENO PER ROMA CREANDO COSI' UN ENORME DISAGIO PER TUTTI I VIAGGIATORI CHE DALLE GRANDI CITTA' SONO DIRETTI NELLE NOSTRA AMATA TERRA.



NESSUN POLITICO SI STA MUOVENDO, NESSUNA ISTITUZIONE STA CERCANDO DI TROVARE UNA SOLUZIONE.



TUTTO CIO' PROCURERA' NON SOLO UN PROBLEMA LOGISTICO PER LE MIGLIAIA DI PERSONE CHE CAUSA FORZA MAGGIORE VIVONO, STUDIANO O LAVORANO AL NORD ED AVRANNO MOLTE DIFFICOLTA' NEL RITORNARE A CASA, MA QUESTO PROVOCHERA' ANCHE UN INEVITABILE CALO NEL SETTORE DEL TURISMO, UNICO SOSTENTAMENTO NELLE ZONE DIMENTICATE DA POLITICA E POLITICANTI.



UN NETTO CALO DI TURISTI SI ERA GIA' AVVERTITO NEGLI SCORSI ANNI ANCHE E SOPRATTUTTO A CAUSA DELLE DIFFICOLTA' NEI TRASPORTI, MA ORA QUESTA DECISIONE CHE RITENIAMO ASSURDA E SENZA SENSO, AVRA' DEI RISVOLTI DISASTROSI PER TUTTI I PAESI CHE VANNO DA CATANZARO A REGGIO.



SE POLITICI COMPIACENTI NON HANNO INTENZIONE DI TROVARE UNA SOLUZIONE QUESTA VOLTA SONO SICURO CHE LA SPINTA DEBBA PARTIRE DAL BASSO E DA CHI VIVE ED AMA LA NOSTRA TERRA.



INSIEME POSSIAMO!



http://www.facebook.com/home.php?sk=group_168290399868580

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI
Quale sindaco mai oltre a lui stesso o a chi per lui avrebbe consentito una liquidazione cosi rapida a suo favore? Un ulteriore una tantum prelevato da un fondo "segreto e nascosto". Cari elettori meditate...Dedicato a tutte quelle associazioni che partecipano alle riunioni con l'amministrazione la quale puntualmente ricorda pressappoco cosi: "Non chiedete soldi perchè non ce ne sono!"

UN FACCIA A FACCIA CON IL SINDACO CERTOMA' DAI TONI ACUTI!

Due ore e un quarto di "scontro" verbale e dialettico senza esclusione e risparmio di colpi e di energie, l'incontro con il prof. Certomà è finito in una inevitabile bagarre, visto che di fronte c'era una persona (il sindaco di Roccella Jonica, completamente cambiato rispetto a 10 anni fa) che nega l'evidenza e lo stato reale delle cose, che ha cercato anche con paroli forti e becere (offendendo facendo l'offeso) di mettermi in difficoltà, ma che in difficoltà è caduto lui visto che non ha saputo rispondere a nulla "perchè io rispondo solo dei fatti che si sono verificati in questi 6 mesi che sono sindaco della città!!!"
E' una assoluta vergogna essere governati da persone non consapevoli che il commercio roccellese è allo sbando, gente che è convinta che il turismo in queste ultimi 15 anni è aumentato a dismisura e cieche davanti a tutte le opere abbandonate (bretella alla SS106, parco collina e parco giochi di via Zirgone, caserma e spogliatoi e parcheggi del porto, ospitaletto, mercato coperto, mercato ittico, area fitness, hotel Ariston, e ultima la piazzetta di via Aldo Moro!)
Io mi auguro di vero cuore che i roccellesi iniziano ad aprire gli occhi perchè, oggi più che mai, mi rendo conto di quanto l'amministrazione comunale e la cittadinanza è succube di Sisinio Zito ma, purtroppo, finchè ci sarà lui a manovrare i fili con l'unico intento di portare più risorse possibili alla sua associazione del festival jazz, Roccella non avrà speranza!!!
E pensare che sarebbe bastato che il Governo Prodi avesse varato la strabenedetta legge sul conflitto d'interesse a far si che il "nostro" senatore" si ritirasse dalla scena da solo!!!

16 ottobre 2005-16 ottobre 2009:4 anni dall'omicidio Fortugno."U cumpari du cumpari e to' cumpari!"

I VINCITORI DI ROCCELLA ON YOUTUBE

Tre straordinari video sono saliti sul podio in questa 2° edizione del Concorso curato da Mariagrazia Curciarello. Tre video, diversi fra loro, che li accomuna solo la volontà di valorizzare al massimo le risorse naturalistiche di Roccella Jonica, obiettivo riuscito appieno grazie alle idee che hanno sbizzarrito la fantasia degli autori, ma anche del montaggio del video, agli "attori" e agli ambienti.
Meritato primo posto per l'invenzione "Scirobetta" dal nome dei due cortiggiani del re Carafa che nel caldo estivo roccellese ha trovato rinfresco solo con questa speciale bibita a base dei nostri limoni... Simpaticissimi e bravissimi davvero tutti i ragazzini-attori che hanno recitato nel video. Con questo video credo che si mostra per la prima volta l'interno del nostro castello in via di restauro in rete. 10 e lode a Francesco Cappelleri, complimenti vivissimi.
Solo un'idea cosi innovativa poteva battere il vincitore dello scorso anno. Alessandro Neumann, dopo il simpaticissimo "U Pirozzu" con cui ha trionfato nella prima edizione, ha girato il secondo atto che si chiama "U tarantozzu" ed è ancora una volta uno strepitoso successo. Le suggestive immagini dal basso dei passi di taranta, dimostrano l'estro e il talento dell'autore che conferma molti dei protagonisti-attori de "U Pirozzu, che diventano delle vere e proprie macchiette. Non vedo già l'ora di vedere la terza parte il prossimo anno...
Da museo il terzo video classificato girato e montato da due giovani, Antonio Dimasi e Felice Guarneri, con lo zampino dei reperti "storici" fotografici dell'archivio dell'associazione "Roccella com'era". "Fra i ricordi di un passato" è la storia di due bambini che, attraverso stupende immagini del passato di Roccella Jonica che sembrano animarsi grazie agli effetti speciali degli autori, raccontano la vita di 50 anni fa del loro paese e alla fine, oggi, si chiedono... "Chissà come sarà fra 50 anni?" Bellissima colonna sonora e un invito a tutti di guardarlo, agli adulti per fargli rivivere meravigliose emozioni e ricordi e ai giovani per fargli scoprire la semplicità insieme al sorriso genuino che c'era una volta. Da pelle d'oca...
E adesso non ci resta che... ammirarli.

1° classificato Roccella on youtube "A SCIRUBETTA" di Francesco Cappelleri.

2° classificato Roccella on youtube "U TARANTOZZU" di Alessandro Neumann

3° classificato "FRA I RICORDI DI UN PASSATO" di Antonio Dimasi e felice Guarneri

Manifesto di ringraziamento di "Roccella prima di tutto"

A tre settimane dalle elezioni finite, la lista vincente ha affisso il manifesto di ringraziamento agli elettori. Fra i tanti bla bla bla non poteva mancare il concetto stonato:
"Si è trattato anche di una vittoria che ha confermato la grande maturità dell'elettorato di Roccella che ha deciso di premiare la lista che si presentava come la più capace ad amministrare il paese".
In un solo concetto si sono sparate due "caglie":
1) Il definire maturo il 40% che ha votato Zito mi sembra offensivo nei confronti del 60% che non lo ha votato. Io e sicuramente gli altri 59 su cento non crediamo affatto di essere immaturi, anzi orgogliosamente ci sentiamo coraggiosi e ambiziosi di volere una Roccella diversa da questi ultimi dieci anni!!!
2) E' patetico e sconcertante assistere a cosi tanta vanità e banalità (Mi vantu e vantu eu quantu bellu sugnu eu!!!). Questa gente mi sa che la semplicità e la modestia non sa dove sta di casa!!! Chiunque altro sia stato, per un principio di correttezza e di fiducia avrebbe scritto: "La lista vincente ringrazia l'elettorato e promette di farsi garante e lavorare a favore di tutti i cittadini roccellesi, indistintamente da chi ha votato questa lista e chi no..."
Comunque cara lista "Roccella prima di tutto" anch'io per tutta la campagna elettorale vi ho promosso...
Nell'andare in giro per Roccella non facevo altro che cantare la canzone: "Senatore siamo con te... Me no male che Siso c'è!!!"
Provate anche voi a farlo, mettendo al posto di presidente - senatore e al posto di Silvio - Siso... calza a pennello!!!
Spero possa essere il mio augurio di buon lavoro a "Roccella prima di tutto"!!!