Chi volesse inviarmi notizie, messaggi, comunicazioni di manifestazioni ed eventi da pubblicare sul blog può farlo attraverso la mail niko.25@hotmail.it



sabato 25 ottobre 2014

AVVICENDAMENTO AL COMANDO CARABINIERI DI ROCCELLA JONICA

Ten. Antonio Di Mauro
E' di questi giorni il trasferimento nell’ambito della compagine del Gruppo di Locri e precisamente nella Compagnia Carabinieri di Roccella Jonica.
Proveniente dall’Accademia Militare di Modena, dove, dopo avervi svolto i corsi regolari in qualità d’allievo, vi ha svolto l’incarico di Comandante del plotone Allievi Ufficiali dei Carabinieri, dopo quattro anni, il Capitano Marco Comparato ha ceduto il Comando della Compagnia Carabinieri di Roccella Jonica al Tenente Antonio Di Mauro.

Cap. Marco Comparato.
Quest’ultimo, originario di Napoli, ha frequentato la Scuola Militare Nunziatella, l’Accademia Militare di Modena e successivamente la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma.

Dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza presso il massimo Istituto di formazione dell’Istituzione, il giovane Ufficiale è stato assegnato, per 2 anni, alla Scuola Marescialli e Brigadieri di Velletri in qualità di Comandante di Plotone e insegnante agli Allievi Marescialli del 1° Corso Triennale.

Trasferito nel settembre 2012 a Reggio Calabria, ha ricoperto fino a pochi giorni fa l’incarico di Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Capoluogo.

venerdì 24 ottobre 2014

QUESTO SI CH'E' PROGRESSO!

Paralizzato torna a camminare grazie a rivoluzionario trapianto di cellule del naso

UNO SPORTELLO PER LA CONSULENZA AI MINORI SVANTAGGIATI, AI DISABILI E ALLE LORO FAMIGLIE

La Dirigente dell'Istituto Comprensivo di Roccella
Jonica, prof.ssa Maria Giuliana Fiaschè.
Lunedì 27 Ottobre alle ore 15,00, nell'Istituto scolastico di via XXV Aprile, verrà inaugurato lo SPORTELLO INFORMATIVO A SERVIZIO DELLA DISABILITA' E DELLO SVANTAGGIO SOCIALE DEI MINORI, fortemente voluto,  progettato e realizzato dall'Istituto Comprensivo di Roccella Ionica diretto dalla dirigente Maria Giuliana Fiaschè.  

Il progetto proposto, , prevede la realizzazione di un centro di consulenza interdisciplinare sull’handicap e lo svantaggio, di riferimento e supporto per le famiglie e per la rete delle Istituzioni Scolastiche del territorio. Si tratta di uno sportello di consulenza socio-educativa sulle diverse disabilità e lo svantaggio minorile, da attivare presso i locali dell’Istituto Comprensivo, per tre giorni a settimana, con la presenza di figure esperte in materia: Psicologa, Sociologa, Logopedista, Educatore, Insegnante di sostegno.

I
Dott.ssa Laura Pizzinga,
psicologa.
Laureata all'Università
"La Sapienza" di Roma.
liberi professionisti impiegati nel progetto (tutte volontarie) saranno:

Sociologa: dott.ssa Barranca Francesca; Psicologhe: dott.ssa Laura Pizzinga, Carabetta Luisa; Logopediste: dott.sse Cordì Anna Rita, Napolitano Filomena, Gaudio Barbara; Insegnante esperto sull’handicap e lo svantaggio – funzione strumentale: Ursino Beatrice; Tiflologa: Dott.ssa Garufi Lavinia; Psicomotricista Dott.ssa Famà Margherita; Esperta ginnastica correttiva, riabilitativa e posturale Nadia Piscionieri; Coordinatrice Dott.ssa Coluccio Caterina.

Il percorso deve  coinvolgere come parte attiva la famiglia dell’alunno disabile, privilegiando e favorendo lo sviluppo di una rete tra servizi sociali, spesso assenti, scuola, famiglia, Enti Locali, altre Istituzioni operanti sul territorio.

Lo sportello, si propone come centro di riferimento per le altre Istituzioni Scolastiche del territorio, in cui vi sono alunni con disabilità, per le famiglie dei ragazzi con disabilità, per i docenti di sostegno, per il terzo settore e gli operatori  del sociale. La “sfera” della disabilità, oggi quanto mai, ha necessità di essere riconsiderata, bensì affrontata con metodologie adeguate ai singoli casi.
Se, poi, è la Scuola che si propone di sensibilizzare il territorio, è un importante passo verso il raggiungimento di obiettivi che favoriscono l’integrazione sociale dei soggetti portatori di handicap: dalla scuola, al tempo libero, all’inserimento lavorativo.

L’Istituto Comprensivo di Roccella Jonica e sopratutto la Dirigente Maria Giuliana Fiaschè, attraverso questo progetto, vuole proporsi come Scuola che intende sperimentare interventi innovativi, e, soprattutto, di continuità dei servizi già in atto per le famiglie e gli alunni con disabilità.
Lo sportello offrirà consulenza sulle tecnologie per le disabilità, orientamento e mediazione, metodologie specifiche d’intervento, programmi mirati e personalizzati, percorsi formativi e informativi, percorsi di riabilitazione cognitivo comportamentale e aiuto alla comunicazione, progettazione finalizzata all’inclusione socio-educativa.
Particolare attenzione sarà riservata ai familiari degli alunni con disabilità: dall’ascolto attivo, all’orientamento e accettazione della disabilità.

All'inaugurazione saranno presenti, oltre a tutti i professionisti che prenderanno parte al progetto, anche il vescovo di Locri Gerace, Mons. Francesco Oliva.
 

CASO MINICI: LA VERITA' E' LAMPANTE MA LA GIUSTIZIA DORMIENTE

La notizia ha avuto risalto su tutti i quotidiani calabresi di ieri: Vincenzo Minici, l'assistente amministrativo scolastico, da 16 anni lavoratore LSU, fino al 2012 in forze presso il Liceo Scientifico "P.Mazzone" di Roccella Jonica, ha manifestato platealmente per l'ennesima volta in piazza San Vittorio non contro una sentenza ma contro delle mancate o ritardate risposte da parte della Magistratura affinché si possa garantire la giustizia.

Questo blog ha seguito la vicenda sin dal 2011 allorquando Vincenzo (Ninni) Minici s'incatenò al pilastro esterno del Liceo Scientifico roccellese perché "costretto", illegittimamente, di trasferirsi in un altro Istituto. In quella occasione l'Ufficio Scolastico Provinciale aveva inviato la richiesta di presentare domanda di mobilità entro pochi giorni, pena il trasferimento d'ufficio.

Minici, presentò domanda di mobilità ma impugnò quella nota dell'USP richiedendo di mantenere la sua sede di titolarità, usufruendo anche della legge 104 per poter assistere alla sua madre anziana, precisando che il suo posto e quello di una sua collega erano già stati accantonati dal dirigente scolastico per l'anno 2011/2012.

Ma ecco, secondo Minici, l'irregolarità subita: nonostante la sua richiesta, l'USP di Reggio Calabria reintegra nove lavoratori escludendo clamorosamente Minici, trasferitolo in un altro Istituto ma senza mai interrompere, di fatto, il contratto in essere con il dirigente scolastico dello Scientifico.

giovedì 23 ottobre 2014

L'INFINITA UMILTA' DI PADRE FRANCESCO

Ieri sul profilo del nostro caro Padre Francesco Carlino, è stata pubblicata una testimonianza dell'esperienza dei suoi primi tre anni come sacerdote della Chiesa  Matrice di Roccella Jonica.
 
Una lettera semplice che conferma il suo animo umile e misericordioso al servizio della nostra comunità. Tre anni intensi, contraddistinti da un grande rinnovamento della Casa del Signore (completando con una serie di servizi funzionali la nostra bella Chiesa di San Nicola interessata dieci anni fa da un intenso restauro dei dipinti sotto il Ministero dell'indimenticabile Don Antonio Perri), ma anche e soprattutto nello spirito di moltissimi fedeli che, grazie all'intelligenza, la preparazione e il modo garbato di porsi di padre Francesco si sono avvicinati e "affezionati" alla Parola di Dio.
 
Nel ringraziare il Signore per questo grande Dono che ha fatto alla nostra cittadina per avercelo dato, auguriamo a padre Francesco la meritata "promozione", seppur da indiscrezioni abbiamo saputo che per ben tre volte il nostro caro sacerdote ha "rimandato" la nomina di Vescovo da parte degli Organi Ecclesiastici Superiori.
 
Ecco la lettera aperta di Padre Francesco Carlino alla nostra comunità:
 
OGGI 22 OTTOBRE, SEGNA PER ME IL TERZO ANNO DELL'INIZIO DEL MIO MINISTERO PASTORALE COME PARROCO DELLA CHIESA MATRICE DI ROCCELLA JONICA.
VOGLIO RINGRAZIARE IL SIGNORE PER QUESTA BELLA E VIVA COMUNITÀ CHE HA AFFIDATO ALLE MIE DEBOLI FORZE E ALLE MIE INSUFFICIENZE.... SICURO CHE LO SPIRITO SANTO CI GUIDERÀ SU SENTIERI SEMPRE NUOVI DI GIOIA EVANGELICA E DI VERA FRATERNITÀ CRISTIANA.
GRAZIE A TUTTA LA COMUNITÀ CHE MI HA ACCOLTO CON AMORE E SA PERDONARE LE MIE POVERTÀ E IL MIO CARATTERE IRRUENTE E FRANCO;
 
GRAZIE A TUTTI I COLLABORATORI CHE PORTANO CON ME IL PESO DI QUESTO MINISTERO;
 
GRAZIE ALL'AZIONE CATTOLICA (ACR, AC GIOVANI E ADULTI) E A TUTTI I MOVIMENTI CHE MI AIUTANO A CAMMINARE SUI PASSI DEL VANGELO E DI UN SERVIZIO SEMPRE NUOVO E GIOIOSO ALL'ANNUNCIO DEL VANGELO DI CRISTO GESÙ, SIGNORE E SALVATORE DELLA NOSTRA VITA;
GRAZIE AL CARISSIMO DON GIUSEPPE RACO (36 ANNI DI SERVIZIO A ROCCELLA, ndr), PER ME CARO CONFRATELLO E PADRE, CON IL QUALE HO LA GIOIA DI CONDIVIDERE IL COMPITO DELL'ANNUNCIO DI CRISTO ALLA CITTÀ DI ROCCELLA E PER LA GIOIA DI UN PERCORSO DI VERA FRATERNITÀ SACERDOTALE CHE CI LEGA IN GESÙ MUTUALMENTE.
A TUTTI CHIEDO SCUSA PER LA MIA POCHEZZA. A TUTTI CHIEDO PREGHIERA PER LA MIA SANTIFICAZIONE SERVENDO SEMPRE CRISTO NELL'UOMO E L'UOMO IN CRISTO SENZA ALCUN ALTRO INTERESSE CHE LA GLORIA DI DIO E IL BENE DELLE ANIME.
 
G R A Z I E ! ! !

mercoledì 22 ottobre 2014

OMAGGIO AL MAESTRO E POETA FRANCESCO (CICCIO) MAZZAFERRO


La morte improvvisa del professore Francesco Mazzaferro ha lasciato la cittadina roccellese incredula; fino al giorno prima aveva incontrato i suoi amici e scambiato le sue solite considerazioni e opinioni quotidiane; si, perché il maestro Mazzaferro era sempre schietto, si confrontava apertamente con spirito propositivo con persone di ogni generazione, manifestando sempre ottimismo e buoni consigli.

Da due anni la gioia della vivacità del nipotino che porta il suo nome gli illuminavano le giornate e, a vederli insieme a passeggio, era davvero uno spasso. Per quarant'anni è stato maestro ed educatore di diverse generazioni di studenti, molti dei quali oggi sono degli ottimi professionisti in vari settori della nostra società.

Forse non molti conoscono la vena poetica del maestro Mazzaferro, visto che le sue poesie, di forte ispirazione sociale, le custodiva gelosamente, e raramente li faceva conoscere al pubblico.

In uno dei pochissimi concorsi letterari in chi partecipò (Concorso "Giomo Trichilo del 8 agosto 2011), il prof. Mazzaferro arrivò al secondo posto con una poesia di forte attualità: " 'A porta du paradisu " ispirata ai tantissimi barconi della speranza di profughi che sbarcano sulle coste italiane.

Nell'unirci al grande dolore della moglie Anzia Lombardo, dei figli Giuseppe e Antonello e di tutti i familiari, vogliamo lasciare il segno della grande sensibilità di Ciccio Mazzaferro con una sua poesia dedicata al nostro paese. Chè il Signore lo accolga fra le sue braccia e le dia la serenità e la gioia eterna.

TERRA SPINUSA

Spinusa terra mia, già terra 'i gnuri
china di basapedi e spalasari,
di muccusi sciancati crijaturi
chi pedi scarzi nmenzu a li stincari.

Spinusa terra mia, terra i sapuri,
di cucumbara, mura e di survari:
ntostati su' i spartini du caluri
nta quattru furchi sutta a li ficari.

Spinusa terra mia, terra d'adduri,
d'arigunu, finocchju e janestrari,
di saji nigri curvi di doluri
chi lavanu nte gurni di hjumari.

Spinusa terra mia, terra d'onuri,
d'ardichi, ficandiani e ruvettari,
su' mbiachi du ciangiri i maccaturi,
lamprati supa i stroffi di landrari.

Spinusa terra mia, terra d'amuri:
a sira, mentri volanu i cordari,
torciuta di fatiga e di suduri
la genti trova tempu pe' cantari.

E a menzu a tanti spini, puru hjuri,
hjuri chi la speranza fa sbocciari;
sonanu li campani a tutti l'uri
"Terra di hjuri, suffri, non mollari!"

martedì 21 ottobre 2014

E' IMPROVVISAMENTE VENUTO A MANCARE IL PROF. FRANCESCO MAZZAFERRO

Abbiamo appreso proprio adesso la triste notizia dell'improvvisa scomparsa del professore, scrittore e poeta, Francesco (Ciccio) Mazzaferro,  padre del titolare/editore di Telemia e marito della maestra "Anzia" Lombardo.

Nicola Iervasi e gli amici di questo blog ci uniamo al dolore della famiglia e porgiamo le nostre più sentite condoglianze.


lunedì 20 ottobre 2014

I DIRITTI NEGATI DI VINCENZO MINICI


Alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di  - Reggio Calabria
Alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di - Catanzaro (competente per territorio)
Alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di  - Locri
Tramite il Comandante la Stazione dei Carabinieri di  - Roccella Ionica (M.llo Francesco Nanni)

 Al Consiglio Superiore della Magistratura – Roma
Presidente del Consiglio dei Ministri Roma
Ministro di Grazia e Giustizia – Roma
Ministro dell’Istruzione – Roma
Agli Organi di Stampa (Gazzetta del Sud – Il Quotidiano – Il Garantista – TeleMia) –  LORO SEDI
Studio Legale – R. Cilea (Reggio Calabria) per i provvedimenti di competenza

DENUNCIA – QUERELA
DIRITTI NEGATI !!!

Vincenzo Minici incatenato davanti alla Stazione dei
Carabinieri di Roccella Jonica. Era il 28 agosto del 2012.
 Domani alle 17 ancora un gesto eclatante di Minici
in piazza S. Vittorio e nei pressi dell'emittente
televisiva Telemia.
Il sottoscritto Minici Vincenzo nato a Roccella Ionica il 09.08.1952 ed ivi residente alla Via Vittorio Emanuele n. 3, denuncia quanto appresso :
Premesso che, dal settembre 2011, anno in cui ho subito un abuso e varie violazioni di legge ad opera dell’USP – ATP di Reggio Calabria , per un trasferimento d’ufficio presso altra sede di lavoro, sempre regolarmente denunciati decine e decine di volte, da più di tre anni;

-         Che ad oggi nessun evento positivo di rilievo si è verificato neanche in sede civile (Sic!) nonostante le corpose documentazioni presentate dal mio legale Avv. Rosa Cilea di Reggio Calabria;

-         Che tutte  le produzioni documentali presentate, a mio avviso, sono state solo marginalmente guardate ma non attentamente osservate e pertanto non si è potuto affermare un Diritto;

-         Che le Leggi debbono adeguarsi ai diritti, mentre i Diritti fanno legge di per se;
A tutto ciò premesso, vengono rinnovate tutte le denunce presentate presso le Procure della Repubblica in indirizzo, oltre che ai massimi vertici Istituzionali.

-          Violazione Decreto Ministeriale 2010/2011 che all’art. 4 – (4.2) cosi recita: “ Nelle Istituzioni scolastiche ove siano in servizio soggetti impegnati in attività socialmente utili, riconducibili in parte a funzioni di assistente amministrativo o di assistente tecnico, destinatari degli incarichi di collaborazione coordinata e continuativa di cui ai decreti interministeriali 20 aprile 2001 n. 66 e 20 ottobre 2006 dalla dotazione organica risultante dall’applicazione delle tabelle di cui all’articolo 1, comma 4, deve essere accantonato un numero di posti corrispondenti al 50% degli stessi sogetti impegnati nelle attività socialmente utili, presenti nell’istituzione scolastica. (nel mio caso presente presso il Liceo Scientifico di Roccella Ionica sin dal gennaio 1998 al 2011).

Art. 4.6 : I posti accantonati per effetto delle disposizioni di cui ai commi 1 e 2 pur concorrendo a costituire l’organico di istituto, non sono disponibili per alcuna delle operazioni concernenti la mobilità ovvero le assunzioni a qualsiasi titolo, di personale.

FESTIVAL JAZZ: DALLA GRANDE ILLUSIONE ALL'IMPIETOSA REALTA'

.

.
Il regalo di Natale del M°. Angelo Laganà

OLTRAGGIO ALLA CITTA'

OLTRAGGIO ALLA CITTA'
OLTRAGGIO ALLA CITTA'. Foto di Angelo Laganà
Bellissimo video su Roccella Jonica realizzato e concesso da Roberto Naldi - operatore di ripresa per la RAI - di Empire 2000.

.

.

Fantasia e tanto divertimento per questo video davvero simpatico. Complimenti agli autori!

Fantasia e tanto divertimento per questo bel video sulla differenziata davvero molto simpatico. Complimenti agli autori
L'importante è che gli artisti del Jazz (con tutto il rispetto per gli artisti del Jazz) dormano nell'hotel a 5 stelle!!!

DOPO LA SOPPRESSIONE DEI TRENI CHE DALLA FASCIA IONICA DELLA CALABRIA PARTONO ED ARRIVANO DA TORINO E MILANO, TRENITALIA ED RFI HANNO DECISO DI SOPPRIMERE DAL PROSSIMO MESE DI DICEMBRE IL TRENO PER ROMA CREANDO COSI' UN ENORME DISAGIO PER TUTTI I VIAGGIATORI CHE DALLE GRANDI CITTA' SONO DIRETTI NELLE NOSTRA AMATA TERRA.



NESSUN POLITICO SI STA MUOVENDO, NESSUNA ISTITUZIONE STA CERCANDO DI TROVARE UNA SOLUZIONE.



TUTTO CIO' PROCURERA' NON SOLO UN PROBLEMA LOGISTICO PER LE MIGLIAIA DI PERSONE CHE CAUSA FORZA MAGGIORE VIVONO, STUDIANO O LAVORANO AL NORD ED AVRANNO MOLTE DIFFICOLTA' NEL RITORNARE A CASA, MA QUESTO PROVOCHERA' ANCHE UN INEVITABILE CALO NEL SETTORE DEL TURISMO, UNICO SOSTENTAMENTO NELLE ZONE DIMENTICATE DA POLITICA E POLITICANTI.



UN NETTO CALO DI TURISTI SI ERA GIA' AVVERTITO NEGLI SCORSI ANNI ANCHE E SOPRATTUTTO A CAUSA DELLE DIFFICOLTA' NEI TRASPORTI, MA ORA QUESTA DECISIONE CHE RITENIAMO ASSURDA E SENZA SENSO, AVRA' DEI RISVOLTI DISASTROSI PER TUTTI I PAESI CHE VANNO DA CATANZARO A REGGIO.



SE POLITICI COMPIACENTI NON HANNO INTENZIONE DI TROVARE UNA SOLUZIONE QUESTA VOLTA SONO SICURO CHE LA SPINTA DEBBA PARTIRE DAL BASSO E DA CHI VIVE ED AMA LA NOSTRA TERRA.



INSIEME POSSIAMO!



http://www.facebook.com/home.php?sk=group_168290399868580

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI
Quale sindaco mai oltre a lui stesso o a chi per lui avrebbe consentito una liquidazione cosi rapida a suo favore? Un ulteriore una tantum prelevato da un fondo "segreto e nascosto". Cari elettori meditate...Dedicato a tutte quelle associazioni che partecipano alle riunioni con l'amministrazione la quale puntualmente ricorda pressappoco cosi: "Non chiedete soldi perchè non ce ne sono!"

UN FACCIA A FACCIA CON IL SINDACO CERTOMA' DAI TONI ACUTI!

Due ore e un quarto di "scontro" verbale e dialettico senza esclusione e risparmio di colpi e di energie, l'incontro con il prof. Certomà è finito in una inevitabile bagarre, visto che di fronte c'era una persona (il sindaco di Roccella Jonica, completamente cambiato rispetto a 10 anni fa) che nega l'evidenza e lo stato reale delle cose, che ha cercato anche con paroli forti e becere (offendendo facendo l'offeso) di mettermi in difficoltà, ma che in difficoltà è caduto lui visto che non ha saputo rispondere a nulla "perchè io rispondo solo dei fatti che si sono verificati in questi 6 mesi che sono sindaco della città!!!"
E' una assoluta vergogna essere governati da persone non consapevoli che il commercio roccellese è allo sbando, gente che è convinta che il turismo in queste ultimi 15 anni è aumentato a dismisura e cieche davanti a tutte le opere abbandonate (bretella alla SS106, parco collina e parco giochi di via Zirgone, caserma e spogliatoi e parcheggi del porto, ospitaletto, mercato coperto, mercato ittico, area fitness, hotel Ariston, e ultima la piazzetta di via Aldo Moro!)
Io mi auguro di vero cuore che i roccellesi iniziano ad aprire gli occhi perchè, oggi più che mai, mi rendo conto di quanto l'amministrazione comunale e la cittadinanza è succube di Sisinio Zito ma, purtroppo, finchè ci sarà lui a manovrare i fili con l'unico intento di portare più risorse possibili alla sua associazione del festival jazz, Roccella non avrà speranza!!!
E pensare che sarebbe bastato che il Governo Prodi avesse varato la strabenedetta legge sul conflitto d'interesse a far si che il "nostro" senatore" si ritirasse dalla scena da solo!!!

16 ottobre 2005-16 ottobre 2009:4 anni dall'omicidio Fortugno."U cumpari du cumpari e to' cumpari!"

I VINCITORI DI ROCCELLA ON YOUTUBE

Tre straordinari video sono saliti sul podio in questa 2° edizione del Concorso curato da Mariagrazia Curciarello. Tre video, diversi fra loro, che li accomuna solo la volontà di valorizzare al massimo le risorse naturalistiche di Roccella Jonica, obiettivo riuscito appieno grazie alle idee che hanno sbizzarrito la fantasia degli autori, ma anche del montaggio del video, agli "attori" e agli ambienti.
Meritato primo posto per l'invenzione "Scirobetta" dal nome dei due cortiggiani del re Carafa che nel caldo estivo roccellese ha trovato rinfresco solo con questa speciale bibita a base dei nostri limoni... Simpaticissimi e bravissimi davvero tutti i ragazzini-attori che hanno recitato nel video. Con questo video credo che si mostra per la prima volta l'interno del nostro castello in via di restauro in rete. 10 e lode a Francesco Cappelleri, complimenti vivissimi.
Solo un'idea cosi innovativa poteva battere il vincitore dello scorso anno. Alessandro Neumann, dopo il simpaticissimo "U Pirozzu" con cui ha trionfato nella prima edizione, ha girato il secondo atto che si chiama "U tarantozzu" ed è ancora una volta uno strepitoso successo. Le suggestive immagini dal basso dei passi di taranta, dimostrano l'estro e il talento dell'autore che conferma molti dei protagonisti-attori de "U Pirozzu, che diventano delle vere e proprie macchiette. Non vedo già l'ora di vedere la terza parte il prossimo anno...
Da museo il terzo video classificato girato e montato da due giovani, Antonio Dimasi e Felice Guarneri, con lo zampino dei reperti "storici" fotografici dell'archivio dell'associazione "Roccella com'era". "Fra i ricordi di un passato" è la storia di due bambini che, attraverso stupende immagini del passato di Roccella Jonica che sembrano animarsi grazie agli effetti speciali degli autori, raccontano la vita di 50 anni fa del loro paese e alla fine, oggi, si chiedono... "Chissà come sarà fra 50 anni?" Bellissima colonna sonora e un invito a tutti di guardarlo, agli adulti per fargli rivivere meravigliose emozioni e ricordi e ai giovani per fargli scoprire la semplicità insieme al sorriso genuino che c'era una volta. Da pelle d'oca...
E adesso non ci resta che... ammirarli.

1° classificato Roccella on youtube "A SCIRUBETTA" di Francesco Cappelleri.

2° classificato Roccella on youtube "U TARANTOZZU" di Alessandro Neumann

3° classificato "FRA I RICORDI DI UN PASSATO" di Antonio Dimasi e felice Guarneri

Manifesto di ringraziamento di "Roccella prima di tutto"

A tre settimane dalle elezioni finite, la lista vincente ha affisso il manifesto di ringraziamento agli elettori. Fra i tanti bla bla bla non poteva mancare il concetto stonato:
"Si è trattato anche di una vittoria che ha confermato la grande maturità dell'elettorato di Roccella che ha deciso di premiare la lista che si presentava come la più capace ad amministrare il paese".
In un solo concetto si sono sparate due "caglie":
1) Il definire maturo il 40% che ha votato Zito mi sembra offensivo nei confronti del 60% che non lo ha votato. Io e sicuramente gli altri 59 su cento non crediamo affatto di essere immaturi, anzi orgogliosamente ci sentiamo coraggiosi e ambiziosi di volere una Roccella diversa da questi ultimi dieci anni!!!
2) E' patetico e sconcertante assistere a cosi tanta vanità e banalità (Mi vantu e vantu eu quantu bellu sugnu eu!!!). Questa gente mi sa che la semplicità e la modestia non sa dove sta di casa!!! Chiunque altro sia stato, per un principio di correttezza e di fiducia avrebbe scritto: "La lista vincente ringrazia l'elettorato e promette di farsi garante e lavorare a favore di tutti i cittadini roccellesi, indistintamente da chi ha votato questa lista e chi no..."
Comunque cara lista "Roccella prima di tutto" anch'io per tutta la campagna elettorale vi ho promosso...
Nell'andare in giro per Roccella non facevo altro che cantare la canzone: "Senatore siamo con te... Me no male che Siso c'è!!!"
Provate anche voi a farlo, mettendo al posto di presidente - senatore e al posto di Silvio - Siso... calza a pennello!!!
Spero possa essere il mio augurio di buon lavoro a "Roccella prima di tutto"!!!